ACB Liga Endesa, Finale – G3: Il Real domina in casa propria e si guadagna il primo match point

0
ACB Liga Endesa
Credits: ACB

Gara 3 delle finali di ACB Liga Endesa tra Real Madrid e FC Barcelona in una partita che potrebbe rivelarsi un crocevia fondamentale per l’andamento della stessa finale e per decretare il campione in Spagna. Il Barcelona, non senza polemiche, ha vinto gara 2 impattando così la serie sul 1-1.

QUINTETTO REAL MADRID: Hanga, Causeur, Deck, Yabusele, Tavares.

QUINTETTO FC BARCELONA: Calathes, Higgins, Hayes, Mirotic, Sanli.

. Nel primo quarto, si comincia segnando poco e con le due squadre che cercano di giocare con pazienza e di liberare sempre qualcuno in buona posizione, utilizzando spesso tutti i 24″ concessi per il tiro. Questo modo di giocare si addice di più al Real, infatti il Barcellona appare in difficoltà più di una volta, e rimane in partita essenzialmente grazie ad alcune giocate estemporanee di Calathes e Mirotic. Dall’altra parte, Hanga e Tavares sono subito molto positivi e lo stesso succede, quando entrano, per Poirier e Llull. Nel finale di frazione i padroni di casa prendono meritatamente due possesi di vantaggio per il 21-16.

. Il secondo quarto inizia sulla falsariga del primo, overo il Real gioca meglio di squadre e il Barcellona si affida troppo al talento dei singoli, però tutto questo non porta ad alcun vantaggio significativo per il blancos nella prima metà di frazione. Kuric è l’uomo in poiù per gli ospiti in questa fase. Come nella prima frazione, anche qui i blancos prendono un po’ di vantaggio nella seconda metà. Stavolta, succede perché Jasi prova il front court leggero con Smits e Mirotic, ed è vero che guadagna qualcosa in attacco, ma ci perde, con gli interessi, in difesa. Il Real ottiene la doppia cifra di vantaggio e non la mantiene solo per un fallo evitabile allo scadere. Si va all’intervallo lungo sul 46-39.

Barcelona Twitter

. Anche all’inizio del terzo quarto il Real si lascia preferire. Il Barcellona è sempre più Kuric dipendente, mentre il Real vede Deck come finalizzatore ma un gioco di squadra nettamente migliore. sul più bello, però, l’attacco di casa si blocca e si vede la mancanza di un vero cervello in campo per i blancos. Dopo il necessario time out, però, il real ricomincia a macinare gioco, riguadagna la doppia cifra di vantaggio e la consolida, ancora, come nel primo quarto, con Poirier e Llull. La frazione si chiude sul 66-53.

. L’ultimo quarto è la concretizzazione, anche nel punteggio, di quello che si è visto per tutta la patita, ovvero una netta superiorità del Real. I blaugrana vengono letteralmente travolti fin da subito e non si rialzano più, con i padroni di casa che imperversano in ogni fase del gioco e arrivano alle soglie dei 20 punti di vantaggio, prima di rilassarsi un po’ nel finale. La gara termina sull’81-66

REAL MADRID – FC BARCELONA 81-66 (21-16, 46-39, 66-53)

MVP BasketInside: Vincent Poirier (decisivo sia nel primo vantaggio del Real alla fine del primo quarto, che soprattutto nel break del terzo quarto che ha indirizzato la gara)

REAL MADRID: Yabusele 9, Tavares 10, Hanga 7, Deck 14, Llull 10, Taylor 5, Abalde 2, Causeur 13, Fernandez 3, Poirier 6, Nunez.

FC BARCELONA: Mirotic 9, Higgins 3, Davies 8, Laprovittola 6, Jokubaitis 2, Kuric 15, Smits 5, Calathes 10, Exum 5.