ACB Liga Endesa Playoff 2024 – FINALE G2: Madrid non sbaglia nella “last dance” di Rudy al WiZink, mercoledì primo match point

0
Rudy Fernandez

Gara2 della finale di ACB Liga Endesa segue lo stesso copione del primo incontro. Murcia si affida in attacco alle doti balistiche di Sleva e Kurucs – unici in doppia cifra tra gli ospiti – e difensivamente ad una zona 2-3 molto mobile ed aggressiva, che però li lascia scoperti a rimbalzo . Ne approfitta il Madrid per garantirsi tante estensioni di possesso ed un vantaggio sempre attorno alla doppia cifra. Nei momenti di difficoltà, quando l’attacco non “gira” contro la zona, si mette in mostra l’eterno Rudy Fernandez che trova il fondo della retina cpn conclusioni estemporanee. Per lui 14 punti, senza errori dal campo, e 6 rimbalzi per 20 di valutazione nell’ultima partita in carriera con la camiseta blanca al WiZink Center.

REAL MADRID 79 – 63 UCAM MURCIA (40-30)

[18-15, 22-15, 15-21,22-11]

Buona partenza del Real che non si fa innervosire dalla zona murciana e vede protagonista  Musa con 8 punti e Causeur, sempre bravo a farsi trovare al posto giusto con i tagli. I blancos mettono due possessi pieni di margine ma non riescono a scappare oltre: l’UCAM sfrutta al meglio la pericolosità perimetrale di Kurucs per rimanere a contatto. L’inizio del secondo quarto sorride agli ospiti che, proprio con le triple, piazzano anche il sorpasso al 12° dopo la conclusione pesante in transizione di Sleva. La zona 2-3 marchio di fabbrica di Sito Alonso rallenta le operazioni del Madrid, ma fa soffrire tremendamente gli ospiti a rimbalzo: l’efficienza a rimbalzo d’attacco di Tavares (4 nel solo primo quarto) e compagni è del 45% e risulta fondamentale nell’allungo che vale il +10 di metà gara.

Il Real continua a martellare a rimbalzo d’attacco e ritocca il massimo vantaggio fino al +13. Murcia però non demorde ed inizia a correre; la transizione è la comfort zone di tiratori come Sleva, Hakanson e Kurucs, che si accendono e mettono a segno un 5/7 dalla distanza che vale il parziale di 17-22 nel quarto.In avvio di quarto periodo una brutta transizione difensiva murciana ed una tripla di Rudy da 9 metri valgono il 5-0 Madrid che riporta il gap in doppia cifra, costringendo Alonso al timeout. Il Madrid continua a segnare e Rudy Fernandez trova altri canestri che infiammano il pubblico; Mateo concede la passerella d’onore al suo numero 5 che saluta il pubblico dalla panchina nell’ultima partita al WiZink Center prima del ritiro.

Real Madrid: Fernandez 14, Musa 13, Campazzo 9 + 5 assist, Tavares 8 + 12 rimbalzi.

UCAM Murcia: Sleva 13, Kurucs 11, Diagnè 7 + 6 rimbalzi.