Ancora Viggiano! Siena vince allo scadere contro lo Zielona e spera ancora nelle Top16

0

Montepaschi Siena – Stelmet Zielona Gora 60- 59 (18-17; 30-30; 47-49) Vittoria di Siena al fotofinish con la tripla di Viggiano, eroe adesso non solo di Malaga ma anche di Firenze. Risolve così, l’ala italo-americana, quella che è classificabile come una delle peggiori partite giocate dalla Montepaschi da questo inizio di stagione, simile in tutto e per tutto al match d’andata in Polonia. Lo Zielona è squadra ostica per Viggiano e compagni, che tirano con percentuali tutt’altro che rivedibili (6/19 da 3pt) e perdono troppi palloni, 13, 5 dei quali del play pesarese Hackett, forse stanco o semplicemente in giornata no, ma comunque migliore in valutazione dei suoi (14) giusto per fotografare quella che è stata la partita del Mandela Forum. Gli ospiti si sono appoggiati a Eyenga (16) e Dragicevic (20), mattatori dell’incontro e dominatori a rimbalzo, ma non supportati a dovere dai compagni. Siena, grazie ai due buzzer beater di Viggiano, può ancora sperare di qualificarsi per le top16, in attesa di risultati positivi dagli altri campi. Quintetto Siena: Green Hackett Carter Ress Hunter Quintetto Zielona Gora: Cel Eyenga Dragicevic Zamojski Koszarek Cronaca Partenza sprint della Montepaschi nei primi minuti d’incontro, con la consueta tripla di Carter a battezzare il tabellino senese ed un Hackett estremamente più aggressivo rispetto all’anonima gara d’andata in Polonia. Non riescono però i bianco verdi a contenere l’ottima circolazione di palla dello Stelmet, qualche palla di persa di troppo (6 in 10’) permette ai polacchi di restare a contatto nel punteggio e pescare anche il canestro del vantaggio in due occasioni con Eyenga. Chiude comunque avanti Siena un primo quarto equilibrato, sul punteggio di 18-17. Si raffreddano decisamente le mani dei tiratori nella prima metà del secondo quarto, attacchi pessimi (2-5 il punteggio dal 10’ al 15’) costringono i due coach a chiamare ripetutamente timeout per cercar di trovare soluzioni contro le difese avversarie. Siena si incaponisce con il tiro da 3, aleggiano i fantasmi della gara in Polonia in Hackett, insolitamente impreciso a canestro, così come i compagni, fatta eccezione di Green. Percentuali basse e palle perse mantengono piuttosto bassa la godibilità dell’incontro, che si trascina al 20’ sul punteggio pari di 30-30. Si infiamma l’incontro dopo la pausa lunga; le squadre rientrano in campo con il coltello tra i denti, il ritmo delle giocate aumenta esponenzialmente ed il pubblico entra in partita. Eyenga e Dragicevic sono immarcabile per Carter e Ress, a rimbalzo la squadra di Crespi soffre di una carenza ormai cronica. Lo Zielona conduce perennemente il quarto, al più di due possessi pieni, chiudendo al 30’ 47-49. Non è un caso che la tripla del ritrovato vantaggio, al 31’, arrivi da Green, sicuramente il più in forma della squadra toscana in una serata dove la Montepaschi non mostra certo il suo miglior basket. Una ritrovata unione difensiva, minuto dopo minuto, premia i ragazzi di Crespi, tornando avanti di 4 punti (55-51). Vantaggio che resterà tale solo per poco, non tarda ad arrivare la reazione del Gora, che di fatto blocca totalmente l’attacco senese e piazza un parziale di 8-0 che sembra di fatto mettere la parola fine all’incontro. Ma proprio negli ultimi 30’’ un appoggio di Rochestie e la tripla allo scadere di Viggiano, regalano una vittoria insperata 60-59 per Siena, che può ancora sperare nelle top 16. MVP Viggiano 8 punti, non il migliore in valutazione, ma senza gli ultimi 3 Siena sarebbe fuori dalla corsa alle Top16. Tabellini Siena: Viggiano 8, Hunter 6, Cournooh, Rochestie 5, Carter 10, Ress 4, Ortner 2, Nelson, Udom, Hackett 12, Green 13. Coach: Crespi. Zielona Gora: Cel, Walker, Barlow, Chanas, Hrycaniuk, Eyenga, Dragicevic, Kucharek, Brakins, Sroka, Zamojsk, Koszarek. Coach: Uvalin. Reportage fotografico dell’incontro a cura di Francesco Giacchini, clicca qui