Basketball Champions League: Deane decisivo, Venezia cade in Lettonia

L’andata dei playoff di Champions League non sorride alla Reyer, che ora è chiamata alla rimonta nel ritorno in programma al Taliercio.

di La Redazione

VENTSPILS – UMANA REYER VENEZIA 74 – 67 (16-17, 14-16, 19-17, 25-17)

Nonostante l’aggravarsi dell’emergenza esterni (out Tonut e McGee, Filloy in campo solo 5’40” per un risentimento muscolare da valutare nelle prossime ore), l’Umana Reyer contiene il passivo e si potrà giocare il passaggio del turno in Basketball Champions League nel ritorno del Taliercio dopo il 74-67 per il Ventspils nell’andata in Lettonia.

Gli orogranata partono con Haynes, Visconti, Bramos, Ejim e Ortner in quintetto e rispondono con il gioco da tre punti di Ejim al primo canestro di Zakis, poi però, pur difendendo bene, faticano in attacco e il Ventspils allunga: 8-3 al 3’30”, 11-5 al 4’30”. L’Umana Reyer comunque riesce a riorganizzarsi, tornando a contatto (11-10) al 6′, con una tripla di Viggiano tra gli 1/2 dalla lunetta di Hagins ed Ejim, e poi passando per la prima volta in vantaggio all’8’30” (14-15), grazie alla tripla dall’angolo di Filloy su bella riapertura di Hagins, seguita da due liberi di Peric e dal canestro di Jakovics del 16-17 al primo intervallo.

Nonostante il secondo e il terzo fallo di Hagins in rapida successione in avvio di secondo quarto, gli orogranata difendono forte, costringendo gli avversari a tiri da tre con basse percentuali ed allungano progressivamente, arrivando sul 21-29 al 15′ dopo il gioco da tre punti di capitan Ress, i cinque di fila di Bramos e la schiacciata in contropiede di Viggiano dopo recupero di Ejim. I padroni di casa chiamano time out e, anche grazie all’antisportivo fischiato a Ortner al 18′, si riavvicinano fino al -3 (28-31) al 19′: scarto confermato anche all’intervallo lungo (30-33) dopo i canestri di Haynes e Skele.

Il secondo tempo, per l’Umana Reyer, si apre come il primo: gioco da tre punti di Ejim, con quarto fallo di Gulbis. Per il 30-36. Per il Ventspils si sveglia Campbell e, dopo il nuovo antisportivo fischiato agli orogranata (questa volta a Viggiano), Deane trova al 22′ la tripla del sorpasso: 37-36. L’Umana Reyer si affida soprattutto alle penetrazioni di Ejim e torna avanti al 23′ (39-42) con un parziale di 5-0, seguito dal quarto fallo di Hagins e da quattro punti di fila di Campbell per il controsorpasso lettone (43-42). La partita rimane punto a punto, con un massimo di tre punti di margine per gli orogranata, che conservano un punto (49-50) all’ultimo intervallo.

Il quarto periodo si apre con l’azione più spettacolare del match (contropiede di Peric con passaggio no look per il canestro di Ejim), poi Visconti risponde alla tripla di Ate con i due punti del 52-54 e subendo il quarto fallo, in attacco, di Zelonis. Il buon momento orogranata vale il 52-58 al 32′, con la panchina lettone che chiama time out. Il Ventspils esce bene dalla sospensione e impatta a quota 58 al 33’30”, mettendo il naso avanti (60-59) a metà quarto. E’ il momento di Gulbis, che risponde alla schiacciata di Hagins del 60-61 con una tripla e due falli subiti da Ejim. L’Umana Reyer sbaglia qualche tiro libero di troppo e, dopo il quinto fallo di Ejim, il Ventspils arriva al +6 (69-63) al 38′. Bramos infila la tripla del -3, poi due sanguinose perse di Haynes consentono a Deane di regalare ai lettoni la vittoria con il massimo margine nei 40′: 74-67.

Tabellini:

Ventspils: Leimanis ne, Deane 16, Jakovics 4, Ziedins, Zelionis 2, Janicenoks 10, Ate 8, Skele 2, Gulbis 12, Zakis 10, Campbell 10. All. Muiznieks.

Umana Reyer: Haynes 8, Hagins 5, Ejim 15, Peric 7, Bramos 11, Visconti 2, Miaschi ne, Filloy 3, Ress 4, Ortner 4, Taddeo ne, Viggiano 8. All. De Raffaele.

Ufficio Stampa Umana Reyer Venezia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy