Basketball Champions League, meeting tra gli head coach della competizione a Ginevra

Basketball Champions League, meeting tra gli head coach della competizione a Ginevra

Presenti i coach di Brindisi e Sassari, Vitucci e Pozzecco.

di La Redazione

La Basketball Champions League ha organizzato il primo meeting per gli Head Coach della competizione da lunedì a martedì nella Patrick Baumann House of Basketball di Mies, Ginevra.
Con il benvenuto del Segretario Generale di FIBA, Andreas Zagklis, il workshop ha visto la partecipazione di tutti gli Head Coach delle squadre qualificate direttamente alla Regular Season. Nel meeting si sono trattate diverse tematiche e si è creato un momento importante per condividere esperienze, discutere opinioni valutazioni e raccogliere consigli.

“È un grande piacere per noi accogliere qui a Mies gli head coach di tutte le squadre di BCL” ha detto Patrick Comninos, CEO della Basketball Champions League. “Essendo una competizione inclusiva, la BCL è organizzata dai club e per i club, e il nostro desiderio costante è quello di servirli al massimo livello possibile. Sono entusiasta di avere la possibilità di discutere e di raccogliere i pareri dei nostri head coach, cosa che sicuramente aiuterà il nostro sviluppo ulteriore della competizione”, ha detto.

Opinione condivisa anche dai coach partecipanti. “Questo workshop ci offre una visione globale della competizione e delle sue sfide. Siamo ovviamente informati, ma questa opportunità ci fa vedere oltre. Incontrare gli altri coach è sempre bello, perché non sempre abbiamo la chance di parlarci. Ci scambio un cinque prima e dopo la partita, ci diciamo un paio di parole, ma rimane un qualcosa di superficiale. Questo workshop ci offre l’occasione di un vero confronto tra coach che non conosciamo, ed è davvero costruttivo” ha detto Vincent Collet, head coach del SIG Strasburgo e della Francia che è recentemente arrivata terza nella ultima FIBA World Cup 2019.

Ufficio stampa FIBA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy