BBL, 8° giornata: un Alba di gioia

di Stefano Modesti

Inutile girarci intorno, nell’ultima giornata di Bundesliga tutti gli occhi erano sicuramente centrati sul big match che vedeva scontrarsi le due grandi favorite per il titolo: Alba Berlino e Bayern Monaco. Il risultato è di quelli da “la corte si ritira per deliberare”, perché nonostante i capitolini siano riusciti a portarla a casa sul terreno amico, in campo si è visto un sostanziale equilibrio. L’ago che ha fatto pendere la bilancia per la banda Obradovic deriva probabilmente dal giorno in più di recupero che la squadra ha avuto dopo gli impegni europei in settimana. Spicca sicuramente la prestazione di  Redding, vero mattatore dell’incontro, ma in generale, per chi ha avuto la fortuna di assistervi, la partita ha mostrato un basket vero, giocato a viso aperto senza particolari condizionamenti. Era soltanto un antipasto, ma intanto Berlino è li davanti in solitario. Nelle altre sfide di giornata si registrano il brutto passo falso del Bamberg, sconfitto a Bonn e “abbandonato” dai suoi leader nei momenti decisivi del match, mentre Ulm e Artland non hanno particolari difficoltà ad avere la meglio dei malandati Merlins e di Tubingen. Continua l’altalena di Hagen; le fenici non riescono proprio a dare continuità alle proprie prestazione e cadono in casa contro una concreta Braunschweig che approfitta dei passaggi a vuoto della difesa avversaria. Nella parte bassa di classifica arriva una vittoria scaccia crisi per Francoforte conto una diretta concorrente come Trier. La squadra del Meno esce così dalla zona retrocessione, pur restando agganciata al trenino di squadre in lizza per la salvezza.

Infine, una semplice annotazione per favorire qualche spunto di riflessione. In settimana, Gianni Petrucci, ha parlato dello stato del basket italiano definendolo “in buona salute”. Ora, non ce ne voglia il presidente della FIP, ma a fronte di uno 0-7 rimediato nelle competizione europee dalle nostre squadra, in Germania, Trier, ovvero una delle squadre più modeste dell’intera lega, ha di recente ristrutturato il suo palazzo e all’inizio di ogni partita presenta in questo modo la squadra (video). Da noi, per ora solo Varese ha deciso di replicare questo modello di esportazione americana, mentre in Bundesliga è ormai prassi da qualche anno per tutte le squadra. Sicuramente, la comunicazione da sola non insegnerà ai giovani cestiti italiani i fondamentali del gioco, ma, per lo stato attuale del basket nostrano, iniziare a ragionare anche in quest’ottica non farebbe neppure così male.

 

TABELLINI & RISULTATI

BG Gottingen – Bremerhaven 93:84
GOTT: Ruoff 35, Morgan 12
BREM: Hesson 18, El-domiaty 17

Phoenix Hagen – Braunschweig 82:91
PHO: Ramsey 18, Gordon 16
BRAU: Lockett 22, Visser 16+11reb

Crailsheim Merlins – Artland Dragons 85:103
MERL: Timberlake 24, Sim 23
ART: Holston 16, Thomas 15

Bayreuth – MHP Ludwigsburg 89:69
BAY: Hughes 23, McCrea 16
MHP: Johnson 17, Brockman 14

Alba Berlin – Bayern Munchen 83:80
ALBA: Redding 23, Mclean 23
BAY: Djedovic 18, Bryant 13

Fraport Skyliners – TBB Trier 65:57
FRA: Williams 17, Robertson 15
TBB: Chikoko 15, Anderson 12

Tigers Tubingen – Ratiopharm Ulm 83:92
TUB: Ratkovica 19, Rubit 15
ULM: Ohlbrecht 20, Gunther 15

Telekom Bonn – Brose Bamberg 85:80
BONN: McConnell 13, Klimavicius 13
BROSE: Thompson 21, Theis 15

 

CLASSIFICA

  1. Alba Berlino 14*
  2. EWE Oldenburg 12*
  3. Bayern Munchen 12
  4. Brose Bamberg 12
  5. Artland Dragons 12
  6. Mitteldeutscher 10*
  7. Telekom Bonn 10
  8. Bayreuth 8
  9. Ratiopharm Ulm 8
  10. Bremerhaven 8
  11. MHP Ludwigsburg 6*
  12. Braunschweig 6
  13. BG Gottingen 6
  14. Fraport 4
  15. Phoenix Hagen 4
  16. TBB Trier 4
  17. Crailsheim Merlins 2
  18. Tubingen 2

*una partita in meno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy