BCL, 1ª giornata: Brindisi ci prova ma esce sconfitta a Burgos

Dopo un primo tempo equilibrato, Burgos compie uno strappo importante nel terzo quarto e dilaga nel finale.

di Gianluca Rota

Nel recupero della prima giornata di Basketball Champions League, Brindisi è di scena in Spagna contro i campioni in carica del San Pablo Burgos. I pugliesi, reduci dalla vittoria a Sassari, vivono un momento d’oro con ben otto vittorie consecutive tra campionato ed Europa. Gli spagnoli, invece, in Europa hanno perso la prima gara a Ostenda, mentre, in ACB vantano un record di sette vittorie e tre sole sconfitte.

 

SAN PABLO BURGOS – HAPPY CASA BRINDISI 93-71 ( 28-25, 21-20, 19-9, 25-17)

 

QUINTETTO HAPPY CASA BRINDISI: Thompson, Harrison, Bell, Udom, Perkins

QUINTETTO SAN PABLO BURGOS: Cook, McFadden, Rabaseda, Rivero, Kravic

PRIMO QUARTO:   

Mani caldissime per entrambe le formazioni nei primi 10’.  Apre le danze Perkins, replica dall’altra parte ,l’ex Olimpia, Omar Cook. Si segna quasi su ogni azione e ne scaturisce una partita divertente. È ancora Perkins per i pugliesi a fare la voce grossa sotto canestro e a confezionare il gioco da tre punti. Burgos fa sentire la sua fisicità con l’ex Virtus Bologna, Kravic e con il cubano Rivero a creare scompigli alla difesa brindisina. Entrano nel match anche i tiratori, e McFadden per i padroni di casa mette la tripla del 19-12; Bell e Udom per gli ospiti rispondono con la stessa moneta, accorciando le distanze. Un’altra vecchia conoscenza italiana , ovvero l’ex Brescia Ken Horton, segna la prima tripla della sua gara e mantiene in vantaggio i suoi. Il quarto si conclude con la tripla di Gaspardo e con il  vantaggio per la formazione di Pennaroya, 28-25.

SECONDO QUARTO:  

Per completare le vecchie conoscenze del campionato italiano e in questo caso di Brindisi, entra sul parquet Alex Renfroe e subito si fa sentire con una tripla. Nell’altra metà campo D’Angelo Harrison, finora piuttosto nascosto, decide che è arrivato il momento di incidere; Concretizza prima un gioca da tre punti e poi segna il libero per un fallo tecnico fischiato a Salvò. Ma, gli uomini di Vitucci ,continuano a far fatica in difesa e non riescono a contenere le penetrazioni degli esterni iberici. Dopo il timeout chiamato dal coach veneto, le cose non sembrano cambiare e Vitucci si vede costretto a fermare nuovamente il gioco. Brindisi, apparentemente, esce bene dal minuto di sospensione con la schiacciata di Thompson. I guai però, sono in difesa, dove i padroni di casa sbagliano poco o nulla e tentano la primi mini fuga, 49-37. Mini fuga degli spagnoli subito stanata dai sei punti consecutivi siglati dal solito Harrison. Si va all’intervallo lungo sul punteggio di 49-45.

TERZO QUARTO:    

Al rientro dalla pausa lunga, inizia male la Happy Casa, che fa troppa confusione in attacco, dando fiducia alla difesa di Burgos. Gli iberici, nella metà campo offensiva sono, invece, letali e prendono il sopravvento con un parziale di 14-0. Emblematico di questo parziale è il canestro di Rivero che ,dopo il libero sbagliato da Salvò, prende il rimbalzo e segna i due punti. I pugliesi sembrano non avere più benzina e il terzo periodo si conclude con Brindisi sotto di quattordici lunghezze, 68-54.

ULTIMO QUARTO: 

Gaspardo con i tre punti apre il quarto, replica prima Renfroe e poi la tripla di Horton. Brindisi prova a rimanere in partita e si aggrappa al top scorer della squadra, Harrison che, con furbizia, si procura e concretizza cinque liberi di fila, in aggiunta anche il libero per il fallo tecnico dato a Penarroya. Quando ci sono ancora 6′ da giocare, i bianco azzurri arrivano sino al -10, 76-66. I campioni in carica non ci stanno a subire la rimonta, anzi, con McFadden, mvp del match, e con le due triple in fila di Cook chiudono virtualmente la gara. La Happy Casa è in ginocchio e non sembra dare segnali di reazione. Ingeneroso e pesante è il +22 finale che, gli iberici, infliggono ai pugliesi. 93-71 è il punteggio che chiude una partita in cui, la squadra di Vitucci ha tenuto bene nei primi 20′ per poi cedere alla maggior energia e forza dimostrata dalla formazione di casa.

TABELLINO:

SAN PABLO BURGOS: Benite ne, Queeley, Barrera, Salvo 4, McFadden 21, Rivero 10, Cook 9, Horton 16,  Kravic 10, Renfroe 13, Sakho 6, Rabaseda 4.All.: Penarroya

HAPPY CASA BRINDISI: Krubally 2, Zanelli 4, Harrison 23, Visconti, Gaspardo 8, Thompson 8, Cattapan, Udom 3, Bell 12, Perkins 11, Willis . All. Vitucci

BASKETINSIDE MVP: Thaddus McFadden

PROGRESSIVI: 28-25, 49-45, 68-54, 93-71

www.championsleague.basketball
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy