BCL, 5ª giornata: Brindisi batte il Darussafaka e coglie una storica qualificazione

Ad Istanbul la Happy Casa offre una grande prestazione collettiva e accede ai playoffs di BCL.

di Gianluca Rota

Dopo la vittoria contro Oostende, Brindisi, di scena ad Istanbul, vuole strappare il pass per entrare tra le migliori sedici della Basketball Champions League. Per conseguire questo storico risultato, i pugliesi guidati da Frank Vitucci, avranno a disposizione due risultati: battere il Darussafaka o perdere con un massimo di dieci punti di scarto.

 

DARUSSAFAKAHAPPY CASA BRINDISI 83-87 (27-19, 13-20, 23-18, 20-30)

 

QUINTETTO HAPPY CASA BRINDISI: Thompson, Harrison, Gaspardo, Willis, Perkins

QUINTETTO DARUSSAFAKA: Magette, Ozdemiroglu, Buford, Luther, Jerrett

 

PRIMO QUARTO:    

Josh Magette apre l’incontro appoggiando al tabellone due facili punti, lo imita Ozdemiroglu per il 4-0 Darussafaka. Risposta immediata di Gaspardo che, in transizione, segna i primi punti del match per Brindisi. I turchi, nel complesso, si dimostrano molto più reattivi a rimbalzo e mettono in difficoltà la difesa brindisina con la fisicità di Jerrett e le triple di Magette e Andrews. Nell’economia della gara, inoltre, pesano i tre falli fischiati ai danni di Thompson dopo appena 6’ di gioco. Detto ciò, la Happy Casa conclude i primi 10’ sotto di 8 lunghezze, 27-19.

SECONDO QUARTO:  

È un’altra Brindisi quella del secondo periodo. La squadra di Vitucci alza i giri in attacco e con le fiammate di Harrison, coadiuvato da un ottimo Zanelli e un prezioso Udom, accorciano sul -2, 30-28. Dopo il minuto chiamato da coach Enrak, l’ex Virtus Roma Buford spara la tripla del +5, ma i pugliesi non si tirano indietro e passano per la prima volta in vantaggio con la bomba di James Bell, 36-33. Con un antisportivo fischiato contro Willis, i padroni di casa si portano sul -1, 38-39 e 25” ancora da giocare. Timeout chiamato da Vitucci che vuole organizzare l’ultimo attacco del quarto ma, non si rivela efficace perchè ad Harrison vengono fischiati passi e allora è il Darussafaka ad avere l’ultimo tiro. Con 6” rimanenti, Ozdemiroglu trova tre tiri liberi in seguito ad una grossa ingenuità sempre di Harrison. Il giocatore di casa ne mette due e allora dopo 20′ il Darussafaka è in vantaggio di un sol punto, 40-39

Photo Credits Basketball Champions League

TERZO QUARTO:    

Buford è il protagonista dei primi minuti del terzo quarto. L’ala piccola mette prima la tripla in apertura e successivamente segna quattro punti in fila che, consentono ai suoi di andare sul +8, vantaggio che viene incrementato dalla tripla di Andrews, 56-45. Momento difficile della gara per la Happy Casa, aumentano le palle parse e la confusione in campo, allora Vitucci si vede costretto a interrompere il gioco. Dopo il timeout Harrison cerca di sbloccare il punteggio dal -11 e riporta Brindisi sotto la doppia cifra di svantaggio, 56-48. La partita si fa sempre più dura e Vitucci subisce anche un tecnico per proteste. Negli ultimi minuti, nelle fila biancoazzurre,  Thompson e Udom riducono il divario e i liberi segnati da Harrison decretano la fine del terzo periodo, 63-57 per i padroni di casa.

ULTIMO QUARTO: 

Ultimi 10′ che separano Brindisi da un traguardo storico. Si inizia nel migliore dei modi con un Mattia Udom scatenato, l’ex Tezenis Verona mette due super triple ed Harrison, con un’altra tripla, porta la Happy Casa sul -2, 68-66. Ozdemiroglu, però, trova quattro punti consecutivi per il nuovo +6. Un onnipresente Krubally riduce sul -4 e nell’azione successiva capitan Zanelli, con grinta, segna un incredibile tripla con libero aggiuntivo ed è parità, 72-72. L’inerzia sembra essersi spostata totalmente verso Brindisi che ne approfitta operando il sorpasso con ,chi se non lui, D’Angelo Harrison che, mette la tripla del +3, 72-75. Il Darussafaka si regge esclusivamente sulle iniziative di un Andrews da 28 punti, davvero l’unica spina nel fianco per gli uomini di Vitucci nel finale di match. Ma non basta, la gara tra i due top scorer la vince Harrison grazie ad un contributo fondamentale di tutta la squadra che, con tenacia e solidità espugna Istanbul battendo il Darussafaka 83-87 e si qualifica ai playoffs di BCL.

TABELLINO:

DARUSSAFAKA: Veyseloglu, Luther 2, Magette 10, Demir 3, Kosut, Ozdemiroglu 14, Andrews 28, Sav, Jerrett 16, Buford 10, Dogan . All.: Enrak

HAPPY CASA BRINDISI: Motta ne, Krubally 10, Zanelli 11, Harrison 24, Visconti ne, Gaspardo 2, Thompson 11, Cattapan ne, Guido ne, Udom 10, Bell 5, Perkins 4, Willis 10. All.Vitucci

BASKETINSIDE MVP: D’Angelo Harrison

PROGRESSIVI: 27-19, 40-39, 63-57, 83-87

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy