BCL, Gruppo C 3a Giornata – Venezia soffre ma conquista i due punti

BCL, Gruppo C 3a Giornata – Venezia soffre ma conquista i due punti

Dopo la cocente sconfitta in casa contro Atene, Venezia si riscatta, in casa di una mina vagante polacca, il Rosa Radom con una vecchia conoscenza italiana

di Antonio Lambiase

Partita numero 3 in campo europeo per i campioni d’Italia. I ragazzi di coach De Raffaele volano in Polonia per affrontare Rosa Radom. Quest’ultima sesta in campionato e ultima nel girone con la Reyer viste le due sconfitte nelle altrettante uscite della Basketball Champions League.

Vittoria per gli italiani, mettono un ulteriore tassello verso la qualificazione e dimenticano la brutta sconfitta contro Atene e ancora a zero il Rosa Radom.
Quintetto dei titolari per i lagunari con Orelik e Haynes protagonisti della sfida in campionato vinta con Cremona. Non partono bene in campioni d’Italia iniziando sotto con il parziale di 6-0 per poi riprendersi e cancellare lo zero dallo score del match con un tiro libero su due. Ci pensano Johnson e Bramos (tripla per lui) a far tornare Venezia in partita. Il match, però, non continua in quel modo ma con l’imprecisione al tiro e superficialità per gli italiani. Il tutto si conclude con percentuali bassissime al tiro (11% da due) e soprattutto palle perse e altro parziale 13-0. Padroni di casa in vantaggio e già in doppia cifra (22-6). Le parole di De Raffaele, tra il primo e secondo quarto d sono linfa vitale soprattutto per Orelik. Il lungo piazza ben due tiri dalla lunga distanza e Venezia inizia a respirare. Al minuto nove del secondo quarto scende in campo la Reyer; inizia a lottare e a segnare (vedi Jenkins da tre) ma il Rosa Radom è lì: Harrow, vecchia conoscenza del basket made in italy, inizia a carburare e, sicuri di un vantaggio molto cospicuo, infilano quei canestri necessari per far rimanere gli avversari a debita distanza. La “pazza” Venezia non molla la partita; continua la mitragliata da tre, parziale di fine primo tempo messo in cassaforte ma rimane sempre lo svantaggio (-2), per ora minore rispetto ai primi 10 minuti. La prima frazione di gara termina sul 39-37.

Secondo tempo meno movimentato rispetto ai primi 20 minuti. La gara si è stabilizzata, i lagunari mettono in campo Watt (autore della vittoria nell’ultima giornata di campionato e a 4:40 dalla fine del terzo quarto, grazie a due di Peric, sono per la prima volta in vantaggio. Continua il trend positivo di Johnson dalla lunga distanza, Orelik lo copia; bisogna inoltre sottolineare l’aggressività a rimbalzo. Padroni di casa che non ci stanno a essere sotto nel punteggio e sia Harrow che Auda danno una mano a far rimanere la squadra polacca a galla (51-54). Radom che accusa i sintomi della panchina corta (solamente 7 giocatori utilizzati in partita). L’ex VL Pesaro è un missile in attacco, fa tutto lui. Furioso il coach del Rosa Radom perché la sua squadra concede molto e non riesce a segnare con continuità. A salvare Venezia sono i tiri da dietro la linea dei tre punti, anche per demerito degli avversari. Determinati gli italiani che vincono la partita, consolidata anche dal parziale del secondo quarto.

 

Risultato Finale: Rosa Radom 71-81  Reyer Venezia

Parziali: (22-6, 17-31, 12-17, 20-27)

Rosa Radom: Harrow 18 punti, Auda 17, Punter 16.

Reyer Venezia: Peric 16 punti, Bramos 13, Watt- Johnson 10.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy