BCL – La Reyer batte nuovamente la Sidigas: veneti ai quarti di finale

La compagine orogranata ha vinto il doppio confronto contro quella campana ed approda così al turno successivo della competizione continentale targata FIBA.

di Davide Scioscia

È la Reyer Venezia ad aggiudicarsi l’EuroDerby contro la Scandone Avellino e, quindi, la qualificazione ai quarti di Basketball Champions League: la squadra di coach De Raffaele ha battuto al PalaDelMauro quella di Sacripanti per 68-72. MVP del match il play americano MarQuez Haynes, che ha messo a referto 16 punti, molti dei quali sono risultati decisivi nell’economia dell’incontro; dall’altra parte non sono bastate alla Sidigas le prove di Logan (15 punti) e Randolph (14). Lascia dunque la competizione continentale la truppa biancoverde, che ha comunque disputato una discreta coppa, mentre continua il suo percorso l’Umana, che tra andata e ritorno (entrambe vinte) ha meritato nettamente il passaggio del turno.

STARTING FIVE
Sidigas: Ragland, Logan, Thomas, Leunen, Fesenko
Umana: Haynes, McGee, Bramos, Peric, Ortner

PRIMO TEMPO: Partono forte gli ospiti, che con Peric e Ortner si portano sullo 0-6, prima della bomba di Leunen che sblocca i padroni di casa: al 3′ è 3-6. Avellino è viva e i canestri di Logan, Thomas e Fesenko impattano sull’11-11 al 6′. Prova ad allungare nuovamente la Reyer con Hagins e Haynes, ma Thomas con un gioco da tre punti riporta la Sidigas a contatto (14-16 all’8′); sul finire di periodo l’Umana alza la difesa e riesce a chiudere al 10′ sul +7 grazie al layup di Ejim (14-21). Si mette in ritmo McGee: bomba per la guardia veneziana e timeout obbligato per Sacripanti sul 14-24 del 12′. Ejim da tre dà il +13 ai suoi, Randolph e Logan rispondono per la Scandone: al 15′ è 21-30. Sale la pressione difensiva dei locali, che con Fesenko e Ragland si riportano a -6 al 18′, ma la Reyer, grazie alle triple di Ress e Haynes piazza un parziale di 0-7 e va all’intervallo sul +13: 27-40.
SECONDO TEMPO: Haynes comincia da dove aveva finito, da oltre l’arco, ma dall’altra parte cinque punti consecutivi di Thomas ridanno il -11 alla Sidigas (32-43 al 23′). Adesso è Ragland a tenere a galla Avellino, che torna sotto la doppia cifra di svantaggio al 25′ (37-46) dopo un suo layup; è una fase della gara in cui si vive di botta e risposta, con la Reyer che non può che giovarne: al 28′ è 43-53, dopo due liberi a segno di McGee. La prima bomba di Logan, a pochi secondi dal termine del quarto, riaccende il Del Mauro, che al 30′ vede le due squadre sul 49-56 per Venezia. L’ultimo periodo comincia con un appoggio a tabellone di Bramos e due liberi di Randolph che valgono il 51-58 del 32′. Quattro punti consecutivi di Logan e due di Fesenko, intervallati però da una bomba di Filloy, riportano la Scandone sul -5 al 34′ (57-62); continua la pressione avellinese sulla partita: un altro canestro di Logan dà il -1 alla Scandone (61-62 al 36′); Randolph con due viaggi consecutivi in lunetta ottiene soltanto due punti, dall’altra parte la schiacciata di Haynes a mezzo minuto dal termine chiude, di fatto, il discorso: la Reyer è ai quarti di Champions, 68-72 il finale.

MVP basketinside.com: MarQuez Haynes

SIDIGAS Avellino 68-72 UMANA Venezia
Parziali: 14-16; 27-40; 49-56

AVELLINO: Zerini 3, Ragland 9, Green, Logan 15, Esposito n.e., Leunen 3, Cusin n.e., Severini n.e., Randolph 14, Fesenko 12, Thomas 12, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

VENEZIA: Haynes 16, Hagins 5, Ejim 10, Peric 9, Bramos 4, Visconti n.e., Filloy 8, Ress 6, Ortner 4, Taddeo n.e., Viggiano, McGee 10. Coach: De Raffaele.

Arbitri: Anastopoulos, Maricic, Bijedic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy