BCL QR – Andata amara per Cantù, Lee firma il successo dell’Antwerp Giants

BCL QR – Andata amara per Cantù, Lee firma il successo dell’Antwerp Giants

Cantù sconfitta nell’andata del secondo turno dei preliminari di Champions League.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Un primo quarto da incorniciare e una reazione finale che fa ben sperare in vista del ritorno non bastano alla Red October per uscire indenne dall’andata contro l’Antwerp Giants. Decisivi per gli ospiti il duo Lee-Tate, vere spine del fianco della Red October incapace di arginare i due giocatori. Domenica il ritorno, con la squadra di Pashutin chiamata alla prima difficile impresa di ribaltare il meno otto finale.

Cantù: Gaines, Blakes, Calhoun, Davis, Udanoh
Antwerp: Lee, Kalinoski, Tate, Vanwijn, Dudzinski

CANTU’ DAI DUE VOLTI- Avvio prepotente degli ospiti che con Lee e l’ex Agrigento Dudzinski volano sul 2-8. Cantù si sblocca con Gaines, mentre la tripla di Mitchell vale il meno due. La Red October riacciuffa la parità con un altro gioco da tre punti mentre l’asse Blakes-Gaines propizia il vantaggio che obbliga al timeout la formazione ospite sul 13-11. Neanche la pausa però frena l’attacco canturino che con Gaines e Udanoh allunga ulteriormente il margine. Blakes prima e Davis poi completano un gran primo periodo firmando il 23-13. Il botta e risposta tra Tate e Mitchell apre la contesa nella seconda frazione. Cantù gioca bene e quando trova campo aperto a tratti diventa pure bella da vedere, con Davis che inchioda mentre Gaines preferisce l’appoggio facile del 29-18. Bako prova a mettersi in evidenza con due conclusioni vincenti da sotto, ma Calhoun risponde per le rime ridando dieci punti di scarto. Schoepen dall’arco e il 2/2 di Tate riportano i belgi a contatto, ma ancora Blakes punisce dalla lunga distanza per il 36-28. A surriscaldare l’atmosfera sugli spalti è il quarto fallo personale sanzionato a Udanoh, che obbliga Pashutin a schierare il duo Tavernari-Davis da lunghi. Antwerp ne approfitta e con uno scatenato Tate ricuce fino al 36-34. La Red October prova prima col minuto di sospensione, poi inserendo Quaglia ma Bako continua nel suo momento positivo insaccando la parità. Blakes ridà ossigeno alla Red October, ma il finale è tutto di Lee con il numero cinque che sale in cattedra e trascina i suoi fino al 40-42 sfruttando il fallo antisportivo di Gaines.

ANTWERP CORSARSA A DESIO – Partono forti le due formazioni dopo la contesa, con Blakes e due bombe di Tavernari a infiammare il PalaDesio. Dudzinski da sotto ristabilisce un possesso pieno di margine, ma la Red October fallisce diversi possessi per rimettere il naso avanti e così una tripla di Sanders e una di Lee ricacciano indietro i brianzoli fino al 50-58 che obbliga Pashutin al timeout. Al rientro Gaines torna a metter punti, ma il protagonista in campo è Lee ancora a bersaglio per il più nove. Uno schiaccione di Udanoh e il tecnico sanzionato allo stesso Lee tengono a galla la Red October, che chiude il terzo quarto sotto 55-61. Nel quarto periodo Blakes e Udanoh provano a suonare la carica, ma Kalinoski prima e Tate poi ricacciano indietro i canturini. Il mini break Mitchell-Davis-Udanoh riporta a contatto la Red October, ma è la bomba di Mitchell a incendiare il tifo sugli spalti, con Cantù che mette il naso avanti sul 70-69. Lo imita poco dopo Gaines e il PalaDesio torna ad alzare i decibel di tifo prepotentemente. Tate impatta subito e a 3’20” dalla fine, è 73-73. Dudzinski da sotto rimette i belgi avanti, ma è il solito Lee a colpire dall’angolo firmando il più cinque a meno di un minuto dal termine. E’ il break decisivo, con l’ultimo giro d’orologio che scorre tra giri in lunetta e relativi timeout. Cantù esce sconfitta 76-84.

MVP BASKETINSIDE.COM: Lee

RED OCTOBER CANTU’ – TELENET GIANTS ANTWERP 76 84
(22-13, 40-42; 55-61, 76-84)

CANTÙ: Gaines 23, Mitchell 10, Calhoun 4, Blakes 17, Udanoh 8, Baparapè n.e., Parrillo, Davis 8, Tassone, Pappalardo n.e., Quaglia, Tavernari 6. All. Pashutin

ANVERSA: Lee 16, Donkor, Tate 18, Bleijenbergh n.e., Vanwijn 16, Sanders 13, Schoepen n.e., Gielen n.e., Akyazili n.e., Bako 8, Dudzinski 10, Kalinoski 3. All. Moors

Arbitri: Maestre (FRA), Cmikiewicz (POL), Bittner (GER)

Spettatori: 1805.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy