BCL – Sassari sconfitta nettamente sul campo dell’Aek Atene

0
Foto di Gioele Mason

La Dinamo viene nettamente sconfitta dai forti greci dell’Aek Atene, tra le squadre accreditate per vincere la BCL. La squadra di Bucchi non riesce a fermare la forza d’urto dei greci, che dominano già nel primo tempo chiuso avanti 55-35. Nel terzo quarto c’è la fiammata di Tyree che con 4 bombe riportano Sassari a -12 ma è uno sprazzo. Cappelletti con 5/5 da 3 punti e Gombauld sono i migliori di Sassari, ma il divario è enorme, le rotazioni limitate (assenti Diop e Whittaker) e la stanchezza post Milano si fanno sentire, il Banco alza bandiera bianca, ma si potrà giocare tutto nella partita contro Stettino del 20 dicembre che vale la qualificazione ai play-in

LE STATISTICHE DEL MATCH

L’AEK SPRINTA IN AVVIO

Grande primo quarto dell’Aek Atene che fa valere tutta la sua esperienza e il suo talento. Kuzminskas domina Mckinnie, Tillman è un fattore nonostante le due stoppate in avvio di Gombauld, la Dinamo va subito sotto. Cappelletti con 3/3 da 3 punti suona la carica ma l’attacco dei greci è micidiale. Plaza ha un roster di assoluta qualità, le 5 perse di Sassari costano 10 punti, il Banco non riesce a trovare continuità, l’AEK gioca con fiducia e vola al 10’ (31-18).

10/18 dal campo per Atene e 6/16 per la Dinamo

GRECI IN CONTROLLO

Nel secondo quarto continua a spingere l’AEK che mette in difficoltà la difesa del Banco, Treier rende chili e centimetri a Kabengele che fa la differenza, i greci volano sul 38-19. La Dinamo ha un sussulto e piazza un parziale di 7-0, Cappelletti con 4/4 da 3 punti un paio di canestri di Gombauld riportano Sassari sul 38-26 ma è solo un fuoco di paglia. La squadra di Plaza ricomincia a macinare gioco con Kuzminskas e Tillman, ogni palla perse viene convertita con cinismo dai greci che dominano, il Banco arriva anche a -24 prima del minibreak firmato Tyree, all’intervallo è 55-35 per l’Aek Atene.

Nel secondo tempo la Dinamo prova a riaprire il match, nel 3° quarto la fiammata di Tyree con 3 bombe e 11 punti riporta Sassari sul 54-42 ma è un solo uno sprazzo, l’Aek Atene tira con percentuali altissime, sfrutta ogni errore de Banco e spacca definitivamente la partita. Kuzminskas, McRae e un antisportivo a Treier costringono la squadra di Bucchi ad alzare bandiera bianca. (81-59 al 30′). Sassari è stanca e paga l’extra sforzo con Milano, molti giocatori sotto il par e difficoltà dal punto di vista fisico contro un roster di altissimo livello come quello di Plaza. I Greci non regalano niente e continuano a giocare, Bucchi mette anche Pisano e prova a risparmiare energie per il campionato, considerando anche le assenze di Diop e Whittaker. Finisce 111-79, ma cambia poco per il girone, per passare serve una vittoria il 20 dicembre contro Stettino con il Banco che speriamo possa giocarsela ad armi pari.

Bucchi: “Complimenti all’Aek che ha giocato una grande partita di qualità, fisicità e intensità. Noi per poterci giocare questo tipo di partite dobbiamo essere al massimo, non vuole essere una scusante, dispiace perdere cos’, ma dopo lo sforzo con Milano era dura pareggiare questo divario che c’è in questo momento. Resettiamo, ritorniamo in palestra, recuperiamo energie e giocatori e ci prepariamo per Brescia”

Sassari, 5 dicembre 2023

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna