BSL 9° turno: Fenerbahce ancora vincente! Le inseguitrici rallentano

BSL 9° turno: Fenerbahce ancora vincente! Le inseguitrici rallentano

I campioni di Turchia in carica continuano a macinare successi nel turno post qualificazioni al mondiale cinese. Il Tofas perde altro terreno dalla vetta con la sconfitta in casa del Turk Telekom, ma perde pure l’Anadolu il derby col Besiktas.

di Marco Novello

Dopo la sosta per le nazionali il campionato turco è il primo a tornare in campo; nelle sette partite disputate in questo turno molte si sono concluse punto a punto, ma a trarne vantaggio come al solito è il Fenerbahce che vince il nono match consecutivo mentre le più dirette inseguitrici incappano in KO imprevisti. I gialloblu tra le mura amiche dell’Ulker Spor Salonu piegano un pugnace Pinar Karsiyaka col punteggio di 80 a 72, ma il risultato non inganni, i ragazzi di Obradovic hanno dovuto sudare ben sette camicie per portarsi a casa questi due punti. L’avvio dell’incontro è tutto favorevole agli ospiti, nonostante il Fener si porti avanti di 5 punti nei primi minuti (13-8), la squadra allenata da Civgin mette a segno un break importante di 18 a 3 poco prima del suono della prima sirena che ribalta totalmente l’inerzia e le sorti della partita (18-28 al decimo). Il secondo periodo rimescola nuovamente le carte; Fener in assoluto contro del ritmo, Pinar spaesato e quasi fuori mentalmente dal match, impensabile per quanto visto nei primi 10′ di gioco; ma fatto sta che i padroni di casa si rimettono in gioco sul 32-33 dopo solo un paio di giri di lancette. Nonostante questo clamoroso passaggio a vuoto i rossoverdi riescono a limitare i danni ed andare negli spogliatoi addirittura avanti di 5 lunghezze. Ripresa equilibrata, Marei e soci fiutano l’odore dell’impresa e provano a dare il tutto per tutto, Kalinic e Muhammed tuttavia non lasciano scappare gli avversari, all’ultima sosta il punteggio è in perfetta parità (55-55), saranno gli ultimi 10 minuti di gioco ad assegnare il referto rosa al vincitore insieme a due preziosi punti in classifica. I padroni di casa, difatti, prima tengono a bada i viaggianti e poi verso il 35′ piazzano quel mini break di 5 a 0 che spezza le resistenze di Marei e compagni che sotto quindi di dieci lunghezze alzano bandiera bianca. Migliore in campo per i campioni in carica è indubbiamente Kalinic autore di una gran prova, 21 punti e 4 rimbalzi per il lungo serbo, mentre per il Pinar non basta la vena dell’egiziano Marei che chiude con un’ottima doppia doppia (29 punti e 13 rimbalzi), che non bastano però ad evitare la sconfitta. Come detto però perdono tutte le inseguitrici ad incominciare dal Tofas che viene piegato dal Turk Telekom per 85-72. Il match tra la neo promossa e la seconda in classifica è molto equilibrato oltre che avvincente; nessuna delle due sfidanti riesce ad avere il predominio sull’altra ed a fine terzo quarto la situazione è di perfetta parità (55-55). Nell’ultimo periodo la squadra guidata da Ene in panchina riesce ad uscire meglio dai blocchi di partenza prendendosi un possesso pieno di vantaggio, ma proprio in questo momento c’è il black out offensivo degli ospiti che decide il match. La squadra capitolina ne approfitta per mettere a segno un pesante parziale di 10 a 2 che sposta l’inerzia a favore di Stimac e soci che non si volteranno più indietro e porteranno a casa due punti pesantissimi. Come al solito tra i padroni di casa è Landsberg a fare la differenza mettendo a segno ben 24 punti a cui si aggiungono i 23 di Gabriel; per i viaggianti, invece, solita buona prova di Mejia, ma il domenicano non ha una buona spalla su cui poter contare. Perde pure l’Efes che in casa viene piegato dal Besiktas in un derby veramente al cardiopalma. Biancoblu che partono col piede ben pigiato sull’acceleratore toccando la doppia cifra di vantaggio già nel primo quarto chiuso avanti per 23-10. I bianconeri incassano i colpi ma non crollano anzi a metà della seconda frazione piazzano un parziale di 20 a 4 che tramortirebbe pure la squadra più forte del vecchio continente. Cambiata la leadership del match (36-39 in favore del Besiktas) i ragazzi di Ataman ci rimettono un po’ a riassestarsi e rimettersi in carreggiata; ma a fine terzo periodo riescono a trovare, dalla linea della carità, i punti che ristabiliscono l’equilibrio a quota 63 rinviando quindi il giudizio del campo (63-63). L’ultimo quarto però è un monologo ospite; i padroni di casa hanno speso molto soprattutto a livello psicologico per rimontare gli avversari e lasciano quindi campo ai cugini che strappano una vittoria davvero importante. Il terzetto Rich, Benzing e Buva portano in dote ben 61 dei 90 punti segnati dagli ospiti; Larkin e Dunston, invece, non bastano ai biancoblu di casa. Dietro si segnala infine una vittoria importantissima del Galatasaray che espugna il campo del Darussafaka. Di seguito il recap di giornata.

Darussafaka-Galatasaray 79-84

Darussafaka: Brown 17, Eric 15
Galatasaray: Auguste 18, Koksal 17

Anadolu Efes-Besiktas 86-90

Anadolu Efes: Larkin 17, Dunston 17
Besiktas: Rich 27, Buva 17

Fenerbahce-Pinar Karsiyaka 80-72

Fenerbahce: Kalinic 21, Muhammed 18
Pinar Karsiyaka: Marei 29+13 rimbalzi, Walker 15

Sakarya-Istanbul BB 82-77

Sakarya: Etou 22+11 rimbalzi, Wilbekin 16
Istanbul BB: Holloway 21, Minchev 19

Turk Telekom-Tofas 85-72

Turk Telekom: Landsberg 24, Gabriel 23
Tofas: Mejia 21, Kadji 11

Banvit-Afyon 72-71

Banvit: Oncer 16, Hazer 14
Afyon: McGee 20, Elegar 18

Gaziantep-Bahcesehir 65-63

Gaziantep: Tomas 16, Jekiri 14+23 rimbalzi
Bahcesehir: Rautins 21, White 11

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy