BSL Play-Off: L’Anadolu è ancora vivo, Fenerbahce in finale

BSL Play-Off: L’Anadolu è ancora vivo, Fenerbahce in finale

L’Efes batte per la prima volta nella serie il Tofas forzando gara 4. I campioni in carica, nonostante le difficoltà, chiudono con lo sweep la serie col Banvit.

di Marco Novello

Il Fenerbahce Dogus è la prima finalista del campionato BSL chiudendo la serie contro il Banvit con un netto 3 a 0. Nonostante le difficoltà mostrate nell’arco della serie i ragazzi di Obradovic potranno cercare di difendere nuovamente il titolo conquistato 12 mesi or sono. Nell’altra semifinale prima affermazione, invece, per l’Anadolu Efes che piega il Tofas e prolunga la serie a gara 4.

BANVIT-FENERBAHCE DOGUS 73-84 (16-27, 14-21, 20-16, 23-20)

Il Fenerbahce si presenta al Banvit Spor Salonu forte del 2 a 0 maturato davanti al suo pubblico; ma le due gare giocate ad Istanbul si sono rivelate più complesse del previsto soprattutto gara 2 che a visto trionfare il Fener solo ai supplementari. Gli arancioverdi dal canto loro sono con le spalle al muro e servirà loro una vittoria per prolungare la serie sino a gara 4. L’inizio del match però è tutto in favore degli ospiti che si dai primi giri d’orologio acquistano un vantaggio interessante sul +8 (7-15). I padroni di casa provano a riaccendere la contesa con un parziale di 8 a 2, la risposta dei viaggianti non si fa attendere contro break di 10 a 1 e primo quarto chiuso avanti di ben undici lunghezze. Nella seconda frazione Kulig e company provano l’ennesima rimonta impossibile come successo nel secondo episodio di questa serie; i gialloblu tuttavia sembrano essersi messi alle spalle il momento no soprattutto a livello psicologico continuando ad imporre il proprio basket agli avversari. Il parziale all’intervallo recita Banvit 30-48 Fenerbahce, la ripresa perciò sembra essere una pura formalità per la formazione di Obradovic che si accinge a tagliare il traguardo della terza finale consecutiva. Aggiornato il massimo vantaggio sul +22, Datome e compagni tolgono il piede dall’acceleratore ed incominciano a dosare le forze per portare a casa quella che sarebbe la terza affermazione nella serie. Il Banvit prova a non deludere il suo numeroso pubblico, ma tutti i tentativi di riaprire la sfida risultano esser vani, i padroni di casa dovranno issare bandiera bianca ed arrendersi al più forte avversario.

Banvit: Kulig 28, Caloiaro 11, Taylor 11, Rautins 11
Fenerbahce Dogus: Wanamaker 16, Vesely 14, Mahmutoglu 14

ANADOLU EFES-TOFAS 94-88 (24-19, 24-18, 17-19, 29-32)

L’Anadolu rialza la testa e prolunga la serie sino a gara 4, nulla da fare per il Tofas che si vede costretta ad aspettare un’altra partita almeno prima di poter festeggiare il ritorno in finale. Escluso l’iniziale vantaggio ospite sullo 0 a 3, le redini dell’incontro sono saldamente in mano alla truppa di Ataman che decide quando alzare il numero dei giri al motore o controllare e gestire il vantaggio accumulato. Il massimo scarto lo si registra verso la fine dei primi 10’ con l’Efes avanti sul 23-15 prima che i biancoazzurri ospiti limino lo scarto a soli 5 punti. Il secondo periodo rimane monotematico a forte tinte biancoblu, McCollum è davvero indemoniato continuando a perforare la retina avversaria da ogni dove proiettando i padroni di casa perfino alla doppia cifra di scarto (46-34). Nella ripresa gli ospiti danno timidi segni di vita, anzi inizialmente riescono addirittura a portarsi sul singolo possesso di svantaggio (49-47), ma la sirena del trentesimo minuto è un giudice imparziale decretando il +9 Anadolu (65-56). L’ultimo quarto serve solo a migliorare le voci statistiche dei giocatori che calcano il parquet visto che ormai il foglio rosa ha preso la direzione del Bosforo. McCollum chiuderà da top scorer ed MVP del match, il suo tabellino finale reciterà 34 punti con 6/10 da 2 e 2/3 da 3 ma soprattutto 16/16 ai tiri liberi.

Anadolu Efes: McCollum 34, Weems 15, Dunston 13
Tofas: Crocker 31. Morgan 18, Kadji 12

Credits Photo: Anadolu Efes

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy