BSL Playoff: altri successi per Fenerbahce e Tofas

BSL Playoff: altri successi per Fenerbahce e Tofas

Entrambe le semifinali sono sul 2 a 0, i gialloblu la spuntano solo al supplementare mentre i biancoazzurri si devono sudare un po’ di più il secondo punto vincendo in volata contro l’Anadolu.

di Marco Novello

Si sono concluse pure le gare 2 delle semifinali Play-Off del campionato turco con Fenerbahce e Tofas che continuano a mantenere a proprio favore il fattore campo.

TOFAS-ANADOLU EFES 89-82 (23-25, 25-18, 18-15, 23-24)

Match decisamente più combattuto rispetto al primo episodio della serie in cui i ragazzi di Ene avevano letteralmente annichilito la compagine di Istanbul. Questa volta i biancoazzurri faticano ad imporre il loro gioco, i primi 10′ di gioco sono un continuo botta e risposta tra le sfidante senza che nessuna delle due però riesca realmente a prendere il largo. Il secondo periodo tuttavia sembra poter dare una piccola svolta a questa gara 2; l’Anadolu prova una mini fuga mettendo due possessi di margine, ma proprio in questo momento la squadra di Bursa reagisce con un poderoso 14-3 di parziale e cambia i connotati del match (38-30). La formazione di Ataman incassa il pugno, barcolla, ma nonostante questo non va al tappeto, anzi la stella biancoblu rimane concentrata e focalizzata sul piano partita andando sotto all’intervallo sul -5 (48-43). La ripresa è una vera e propria battaglia in cui Simon e soci la approcciano meglio almeno inizialmente riportandosi sul -1 (57-56) per poi lasciare campo ai padroni di casa che ristabiliscono immediatamente le distanze di sicurezza (66-58). Il quarto ed ultimo quarto non ha molto altro da aggiungere alla contesa; il Tofas mette per la prima volta la doppia cifra fra se e gli ospiti mollando la presa solo a risultato ormai ampiamente acquisito. L’Efes si trova già con le spalle al muro e dovrà necessariamente vincere gara 3 se non vorrà essere spazzata via dalla squadra di Ene, ad ora autentica rivelazione del torneo 2017-18.

Tofas: Henry 22, Morgan 19, Mejia 11
Anadolu Efes: Batuk 22, Motum 17, Dunston 15.

FENERBAHCE DOGUS-BANVIT 98-93 dts (18-15, 20-21, 22-20, 20-24, 18-13)

Continua il momento di difficoltà dei ragazzi di Obradovic che soffrono e non poco gli agguerriti avversari; alla fine però conquistano pure il secondo punto nella serie garantendosi così tre match-ball con l’eventuale bella da giocarsi tra le mura dell’Ulker Spor Salonu. L’avvio di match è a forti tinte arancioverdi, gli ospiti prendono da subito in mano le redini dell’incontro portandosi perfino avanti di 6 lunghezze (7-13), prima di subire la veemente reazione dei gialloblu che chiuderanno avanti la prima frazione sul 18-15. Come era lecito aspettarsi ora sono i campioni uscenti a dettare l’andatura cristallizzando il proprio vantaggio attorno ai due possessi pieni di differenza (30-24). Un piccolo black-out offensivo rimette in carreggiata il Banvit che ribalta almeno inizialmente l’inerzia (34-36), ma alla fine si dovrà accontentare di andare al riposo lungo sotto di sole due lunghezze (38-36). La ripresa non cambia il copione al match; Datome e company fanno un fatica bestiale ad imporre il proprio gioco non riuscendo quindi a scrollarsi di dosso la formazione di Bandirma che crede realmente nell’impresa. Al trentesimo minuto il tabellone luminoso segna il punteggio di Fenerbahce 60-56 Banvit mantenendo quindi ancora aperti i giochi per il secondo punto in questa avvincente serie. Inizialmente il quarto quarto sembra non doversi nemmeno disputare visto che il Fener d’autorità allunga sino al +8; ma risulta essere solo un fuoco di paglia. I viaggianti, infatti, subiscono il colpo che avrebbe causato a chiunque un K.O. tecnico, nonostante ciò rimangono in piedi e trovano perfino le forze per ribaltare la sorte che li vedeva ormai per spacciati. Con un parziale di 13 a 5 propiziato dai cesti di Rautins e Caloiaro, il Banvit rimette la testa avanti a pochi minuti dalla fine (72-77) credendo ormai di aver portato a termine il più classico dei ribaltoni inaspettati alla vigilia. Questa convinzione però si rivelerà un’illusione, i gialloblu mantengono il sangue freddo strappando dapprima il supplementare e completando poi il recupero aggiudicandosi così pure il secondo episodio della serie. Il premio virtuale di MVP viene condiviso in casa Fenerbahce da Wanamaker e da Sloukas, il primo, di fatto, trova i punti nell’extra time che suggellano la vittoria del team guidato in panca da Obradovic, il secondo con la sua solita regia illuminante (7 assist alla fine) rende più agevole il compito alla truppa del coach serbo.

Fenerbahce Dogus: Wanamaker 24, Sloukas 18, Vesely 16, Melli 6
Banvit: Rautins 22, Caloiaro 14, Vidmar 13.

Credits photo: Fenerbahce Dogus

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy