Copa Del Rey – Real Madrid passeggia contro Estudiantes, Joventut a sorpresa fa fuori Baskonia

Copa Del Rey – Real Madrid passeggia contro Estudiantes, Joventut a sorpresa fa fuori Baskonia

La seconda semifinale sarà tra Real Madrid e Joventut, che hanno eliminato rispettivamente Estudiantes e Baskonia. Delude Alessandro Gentile, serata no per l’ala azzurra che non riesce ad incidere nel derby Madrileno.

di Federico Di Domenico

REAL MADRID-ESTUDIANTES 94-63 (29-27, 50-34, 73-48)

Il Real Madrid supera in scioltezza Estudiantes nel derby Madrileno valido per i quarti di finale di Copa del Rey. Estudiantes resta in gara solo nei primi 10 minuti prima di affondare già nel secondo periodo sotto i colpi dei ragazzi di coach Pablo Laso.
Nel primo quarto entrambi gli attacchi si mettono in mostra dando vita ad una partita avvincente e apparentemente aperta a qualsiasi epilogo. Cook e Clavel rispondono alle giocate nate sull’asse Campazzo-Ayon e il primo periodo si chiude sul 29-27 per i Blancos.
Nel secondo quarto il Real Madrid decide di aumentare l’intensità difensiva alternando un asfissiante difesa ad uomo a delle efficaci zone e qui di fatto si decide il match. Estudiantes fa una fatica immensa a trovare la via del canestro, che il Real trova molto più facilmente e il parziale di 21-7 permette al Real di mettere in cassaforte la partita.
Nel secondo tempo Estudiantes non riesce mai a rientrare in partita e gli ultimi 20′ sono puro garbage time. Ayon e Tavares dominano letteralmente a rimbalzo (25 rimbalzi catturati dai due contro i 27 complessivi di Estudiantes), Deck e Fernandez fanno la voce grossa nella metà campo offensiva e il Real vola verso la semifinale. I 31 punti di scarto con cui si chiude il match rispecchiano nel migliore dei modi l’andamento della gara che, fatta eccezione per il primo periodo, non è mai stata in discussione.
Molto deludente Alessandro Gentile, che chiude il match con 8 punti, 2 rimbalzi e un assist per un totale di -4 di valutazione, dovuto a un pessimo 4/15 dal campo.

94 – Real Madrid (29 + 21 + 20 + 21): Randolph (10), Campazzo (7), Ayon (16), Carroll (11), Deck (16), Causeur (5), Rudy ( 8), Llull (5), Reyes (2), Prepelic (2), Tavares (7), Taylor (5).

63 – Movistar Estudiantes (27 + 7 + 14 + 15): Gentile (8), Brizuela (9), Cook (9), Caner-Medley (6), Arteaga (12), Sola, Clavell (10 ), Hakanson (5), Vicedo, Suton (2), Lamprapoulos, Whittington (2).

 

BASKONIA-JOVENTUT 89-98 (16-29, 42-45, 68-73)

La prima sorpresa della Copa Del Rey 2019 arriva dal quarto di finale tra Baskonia e Joventut Badalona, che vede i Baschi uscire di scena inaspettatamente. Un monumentale Laprovittola, ex di giornata, guida Joventut ad una vittoria storica, consegnando ai suoi la semifinale contro il Real Madrid. Prova che rimarrà negli annali quella di Laprovittola, che mette a referto 36 punti (8/11 da due, 4/6 dall’arco, 8/8 dalla lunetta), 7 assist, 4 rimbalzi, 4 palle recuperate e 9 falli subiti, per una valutazione complessiva di 50, record nella storia della competizione. Laverà impresa di Joventut è quella di segnare 98 punti contro la miglior difesa del campionato, che fino a questo momento ha subito mediamente 72 punti a partita.
Joventu inizia come meglio non potrebbe il match. Nel primo periodo la squadra di coach Duran tira con l’80% dal campo sorprendendo i Baschi e segnando con estrema facilità tanto dal pitturato quanto dall’arco. I Catalani arrivano anche sul +16 nel corso dei primi dieci minuti e chiudono il primo periodo avanti 16-29.
Nel secondo quarto Baskonia prende le misure all’attacco di Joventut e, complice il riposo in panchina dello scatenato Laprovittola, trascinata dalla coppia Poirier-Janning firma un parziale di 18-4 che vale il primo vantaggio Basco del match, 34-33 a 3’20” dal termine del primo tempo. Nel momento di maggior difficoltà torna sul parquet Laprovittola che permette ai suoi di andare a riposo avanti 45-42.
Nel secondo tempo la musica non cambia, Baskonia tenta più volte di rimettere il naso avantima a gestire il ritmo del match è il solito Laprovittola, che firma tutti i break decisivi. La squadra di coach Perasovic più volte tenta il sorpasso ma rientra al massimo fino al -3. A chiudere il match è una tripla di Harangody che al minuto 38 fissa il punteggio sul 80-89, facendo scendere i titoli di coda sul match. Negli ultimi due minuti Joventut tiene sempre a debita distanza Baskonia riuscendo a staccare più che meritatamente il pass per la semifinale.

89 – Kirolbet Baskonia (16 + 26 + 26 + 21): Vildoza (16), Janning (18), Shields (4), Poirier (15), Voigtmann (6), Huertas (8), Diop (- ), Jones (10), Hilliard (10), González (2).

98 – Assicurazione Divina Joventut (29 + 16 + 28 + 25): Laprovittola (36), Lopez-Aróstegui (7), Ventura (-), Harangody (15), Todorovic (15), Dimitrijevic (6), Morgan (10), Delia (4), Nogués (1), Mathias (4), Parra (-).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy