Copa del Rey – Tenerife fa fuori Valencia, il Real Madrid supera Malaga

Prima giornata di quarti di finale alla Gran Canaria Arena, Tenerife elimina Valencia a sorpresa, l’Unicaja sfiora l’impresa con il Real ma crolla nel finale.

di Federico Di Domenico

La prima sorpresa di questa Copa del Rey arriva nel primo quarto di finale, con Valencia subito fuori dai giochi per mano di Tenerife, che vince 79-70.
Parte forte Valencia che con dopo poco più di 2 minuti è avanti 7-2, un parziale di 10-5 a favore di Tenerife ristabilisce la parità a metà del primo periodo, grazie a un ispiritassimo Tobey. A due minuti dal termine del primo quarto Vazquez regala il primo vantaggio a Tenerife sul 16-18, ma con una tripla allo scadere Doornekamp permette a Valencia di chiudere in vantaggio il primo periodo sul 21-20.
Nel secondo quarto regna l’equilibrio, le due squadre operano sorpassi e controsorpassi e Tenerife, grazie all’ottimo momento di Pontika, raggiunge il massimo vantaggio sul 32-36 a un minuto e mezzo dal termine della prima metà di gara, salvo poi farsi riprendere sul 36-36 con cui si chiude il secondo periodo.
Al rientro in campo il copione non cambia, match sempre in bilico, con Tenerife che a metà terzo periodo prova a piazzare un break significativo portandosi sul +7, grazie al solito Pontika è 44-51. Valencia ricuce subito lo strappo e riduce lo svantaggio da -7 a -1, sul 52-53. A dieci minuti dal termine del match il tabellone recita 55-59.
Nell’ultimo periodo Tenerife mantiene i nervi saldi e respinge al mittente i tentativi di rimonta di Valencia che resta in partita fino alla fine ma senza riuscire mai a piazzare un break decisivo per il sorpasso. I canestri di Vazquez e White si rivelano decisivi. Il vantaggio di Tenerife oscilla tra i 5 e gli 8 punti per tutto l’ultimo quarto, fino all’ultimo minuto, quando due liberi di San Emeterio riportano Valencia a -3, 70-73. La gestione perfetta dei possessi dell’ultimo minuto premia Tenerife, che vince 70-79 e stacca il pass per le semifinali.

Nel secondo quarto di finale il Real madrid soffre e rischia ma nel finale riesce a portare al casa il match con il risultato di 89-77.
Primo quarto equlibratissimo, con entrambe le squadre che trovano la via del canestro con molta facilità e faticano un po’ di più in fase difensiva, dopo 10′ una tripla allo scadere di un Causeur in grande spovero fissa il punteggio sul 26-23.
Nel secondo quarto parte forte il Real,un parziale di 5-0 firmato Doncic-Randolph porta i blancos sul +8, massimo vantaggio. L’Unicaja non ci sta, e grazie a un contro break di 14-0 (4/4 da tre punti in poco più di tre miunti, con tre triple firmate da Waczynski), si porta sul 31-37. Tre tiri liberi di Nedovic a tre minuti dal termine del secondo tempo portano Malaga addirittura sul +9, 36-45. Nel momento di massima difficolà esce fuori l’orgoglio dei blancos, Campazzo e il solito Doncic piazzano un 10-0 di parziale (l’ennesimo del secondo periodo) e il primo tempo finisce 46-45.
Il secondo tempo inizia nel segno di Malaga, che con le triple di Diaz e Salin prende il comando del match. Tutto il terzo periodo si gioca punto a punto, l’Unicaja tocca anche il +5 ma il Real ricuce subito lo strappo e chiude il terzo quarto sotto solo di due punti, sul 64-66.
Nel quarto periodo la musica non cambia, l’equilibrio regna sovrano ed il match non è adatto ai deboli di cuore. Malag tenta più volte la fuga ma non va mai oltre le sette lunghezze di vantaggio (70-77 grazie all’ennesima tripla di un Waczynski particolarmente ispirato). Il Real però resta in partita, non si scompone e impatta il match a tre minuti dalla sirena finale sul 77-77 grazie a uno strepitoso Fernandez. Negli ultimi tre minuti l’esperienza e la freddezza dalla lunetta dei Blancos si rivelano decisivi, finisce 89-84 e il Real vola in semifinale al termine di una partita tanto bella quanto intensa. L’MVP del match è Campazzo (18 punti, 3 rimbalzi e 7 assist, 33 di valutazione), spicca però la splendida prova balistica di Waczynski, che mette a referto 15 punti tirando con il 5/5 dall’arco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy