Coppa di Turchia, finale: il Fenerbahçe batte il Galatasaray e conquista il titolo

0

Il Fenerbahçe vince la coppa di Turchia ad Eskisehir battendo il Galatasaray per 63-57 al termine di una partita decisa solo negli ultimi secondi e dove le difese l’hanno fatta da padrone. In una sfida in cui il leader Bogdanovic ha steccato (5 punti e un solo canestro dal campo), sono stati Andersen (21 punti) e Savas (14) i fari della squadra guidata da Dalmonte vista l’assenza di Pianigiani. Dall’altro lato, nonostante la miglior prestazione in maglia giallorossa di Manu Markoishvili (9 punti), era Arroyo a non mostrare il suo killer instinct e la scarsa precisione nel tiro da 3 (2/18) e ai liberi (13/19) condannavano il Galatasaray.

La sfida iniziava a ritmi abbastanza alti, e nonostante il primo canestro fosse di Ersin Dagli, era il Fenerbahçe a firmare il primo piccolo allungo grazie alla furia agonistica di Bo McCalebb, che metteva a segno ben sei dei primi otto punti della squadra con coach Dalmonte in panchina (8-4 al 3’). Il Galatasaray riusciva presto a trovare le contromisure senza bisogno di un timeout, cercando spesso il gioco interno; la scelta pagava perché Savas faceva grande fatica contro il già citato Dagli, e spendeva due falli rapidamente (10-13 al 5’). Il Fenerbahçe si adeguava all’istante, alzando l’intensità difensiva (solo due punti concessi agli avversari in cinque minuti) e punendo il Medical Park sotto le plance con l’esperienza di Andersen e Batiste (19-15 al 10’).  Le preoccupazioni per coach Ataman non finivano alla prima sirena, perché nonostante i primi due punti di Manuchar Markoishvili il Fenerbahçe si dimostrava in grado di colpire anche da fuori grazie ad Andersen (28-19 al 13’ e timeout).  Il Galatasaray sembrava riuscire a trovare l’assetto giusto al rientro dal minuto di sospensione richiesto dal proprio coach,  sbarrava la strada del canestro all’Ulker anche piazzando stoppate come quella di Atsur ad Onan e accorciava il distacco con un break di 0-6 e stavolta era Dalmonte a chiamare timeout sul 28-25 al 16’.  La partita non era delle più spettacolari visti anche i molti falli, ma almeno sotto il profilo dell’intensità (soprattutto difensiva) le due squadre ci davano dentro; il parziale del quarto era di 10-17 e il Galatasaray era avanti 29-32 all’intervallo con un positivo Boniface Ndong. Il Fenerbahçe reagiva eccome al rientro dagli spogliatoi con sette punti in fila di David Andersen, che costringeva Ataman a fermare il match dopo nemmeno un minuto e mezzo di terzo quarto. Dopo il timeout, si ripeteva il film già visto altre volte nei precedenti due periodi, ovvero grande intensità difensiva della squadra in svantaggio che costringeva gli avversari a chiedere un’’ controtimeout’’: e così accadeva visto che dopo quattro minuti di astinenza da punti coach Dalmonte chiamava una sospensione sul 36-39. Il terzo quarto finiva, sempre con pochi canestri, sul 41-44 e un Fenerbahçe in leggera difficoltà.  Si entrava, così, negli ultimi dieci decisivi minuti di gioco: quattro punti di Ndong davano un importante +5 al Galatasaray (43-48 al 31’). L’Ulker trovava i primi tre punti della sfida di Preldzic e pareggiava con Savas (48-48 al 33’), prima di subire i tre punti di Atsur che ridavano ossigeno al Medical Park. Dopo tre minuti senza segnare, il Fenerbahçe piazzava un veloce 5-0 che significava sorpasso (53-51 al 36’). Era a sorpresa un ottimo Markoishvili a tenere a contatto il Galatasaray nel miglior momento del Fenerbahçe (58-57 all’inizio dell’ultimo minuto). Ersin Dagli, dopo aver iniziato alla grande, era il protagonista in negativo del finale, perché a 40 secondi dalla conclusione e sul punteggio di 59-57 sbagliava due tiri liberi pesantissimi e dall’altro lato Preldzic chiudeva i conti. Finiva 63-57 e la vittoria di questa coppa potrebbe far alzare il morale di un Fenerbahçe che sta vivendo una stagione tra mille difficoltà.

FENERBAHCE ULKER ISTANBUL – GALATASARAY MEDICAL PARK 63-57 (19-15; 29-32; 41-44; 63-57)

Fenerbahçe: McCalebb 10, Onan 2, Ugurlu n.e., Ermis, Sato, Andersen 21, Peker, Savas 14, Batiste 4, Karaman, Bogdanovic 5, Preldzic 7. Coach: Dalmonte.

Galatasaray: Gordon 2, Korkmaz n.e., Markoishvili 9, Atsur 9, Sanli n.e., Akyol, Aldemir 6, Ndong 12, Macvan 4, Arroyo 5, Arslan, Dagli 10. Coach: Ataman.