Coppa di Turchia: la finale sarà Banvit-Anadolu

A sorpresa la squadra di Bandirima elimina i più quotati avversari del Galatasaray e vola in finale, dove affronterà la squadra di Perasovic che, soffrendo più del dovuto, batte il Pinar.

di Marco Novello

Tempo di semifinali all’Ankara Sports Salonu. Nel pomeriggio odierno si sono sfidate, infatti, Banvit-Galatasaray e Anadolu Efes-Pinar Karsiyaka. Ad avere la meglio sono state le formazioni di Filipovski e Perasovic che si affronteranno nella finale di domani.

Nel primo match i giallorossi di Istanbul hanno sofferto la rivelazione stagionale dovendo inseguire già per tutto il primo quarto di gioco. Pleiss e Koksal sono i primi terminali offensivi e regalano quello che sarà l’unico vantaggio dei ragazzi di Ataman nel quarto sul 5-6 dopo tre minuti di gioco. Gli arancioverdi di Bandirima macinano buon gioco e sia in attacco che in difesa con un Orelik già sugli scudi, ci pensa ancora una volta però il lungo teutonico a firmare la parità a quota 8. Due triple consecutive del team guidato in panchina da Saso Filipovski dilatano la forbice sul 14-10 con il solo Guler che risponde per il Gala. Il capitano si carica i suoi sulle spalle e confeziona prima un assist per Tyus, poi mettendosi in proprio il minimo svantaggio sul 15-14. Il canestro finale del Banvit conclude le prime ostilità sul 17-14.

Secondo periodo che inizia con le polveri bagnate per entrambe le squadre tanto che al terzo minuto di gioco il tabellone segna Banvit 18-16 Galatasaray. Dopo questa fase di impasse, gli arancioverdi mettono il turbo guidati sempre dall’ala lituana, andando prima 23-20 e poi addirittura sul 29-23 a due minuti prima dell’intervallo. Ci pensa prima Koksal e Daye poi con un canestro da due a firmare un mini break di 5-0 per interrompere la furia della squadra di Bandirima. I ragazzi di Filipovski però trovano le forze per rispondere con un contro parziale di 4-0 ed andare al riposo lungo sul 33-28, con Orelik già autore di 11 punti.

Nella terza frazione però i giallorossi reagiscono e ribaltano l’inerzia del match. Dopo aver toccato addirittura il -10 sul 40-30, piazzano un 8-0, firmato Guler-Micov-Koksal, riaprendo di fatto la sfida. Filipovski prova ad arginare la furia del Gala chiamando un minuto, ma i ragazzi di Ataman sono in trance agonistica e continuano ad infilare un canestro dopo l’altro. Guler segna il canestro del pari e Micov, con una tripla, riconsegna, per la prima volta dopo il 5-6 iniziale, nuovamente il vantaggio ai suoi. Il pari temporaneo firmato dal Banvit è solo un’illusione; perché ancora Micov, da tre, e Koksal firmano il massimo vantaggio Gala sul 43-48. La tripla di Diebler, dopo due canestri degli arancioverdi, serve a concludere la contesa sul 47-51. I ragazzi di Ataman dopo un lungo inseguire ora si affacciano all’ultimo quarto con un +4 e l’inerzia dalla loro.

Quarto ed ultimo quarto che è un’altalena di emozioni. Il Banvit è la vera sorpresa di questo campionato fin qui e lo dimostra riportandosi in parità, dopo nemmeno un minuto di gioco, a quota 51. I giallorossi guidati da Diebler e Micov provano a riallungare con un break di 8-3 che li porta temporaneamente sul 59-54, ma la squadra di Filipovski potrà anche cadere si, ma quello che è sicuro non si arrende mai! Con un contro parziale di 10-2 si riporta avanti sul 64-61 con soli 3 minuti e 40 secondi rimasti sul cronometro. Tyus e Diebler sono gli ultimi ad alzare bandiera bianca ridando al Gala l’ultimo vantaggio della sua partita sul 65-68 con poco più di due minuti sul cronometro. La scena e la palma di MVP del match questa volta se la prende a pieno merito l’americano Theodore che guida i suoi, nel parziale di 6-0, verso la finale di Coppa di Turchia. I ragazzi di Ataman provano la tripla della disperazione per portare il match quanto meno all’overtime, ma gli Dei del basket non accolgono la preghiera finale dei giallorossi. La partita perciò termina col punteggio finale di 71-68 in favore degli arancioverdi che conquistano una finale meritatissima e si confermano vera rivelazione del campionato. Per Guler&soci il rammarico di aver affrontato gli ultimi due minuti di partita avanti nel punteggio e non aver gestito al meglio i possessi decisivi.

MVP di Basketinside.com: Jordan Theodore. Il play americano conclude la partita con 20 punti, ma con basse percentuali al tiro. Ha però il merito di segnare i canestri decisivi per portare i suoi alla finale. Aggiunge inoltre 2 rimbalzi e 5 assistenze per i suoi compagni.

Nell’altra semifinale fin dal primo quarto si denota la solita tendenza a partite equilibrate. Il Pinar si dimostra fin da subito avere la mano calda, anzi caldissima, dalla lunga distanza infilando tre triple in un amen, ma i biancoblù di Istanbul sono primi per qualcosa e rispondono colpo sul colpo, grazie alla verve del duo Dogus Balbay-Cedi Osman, arrivando a firmare la parità a quota 9 esattamente a metà del quarto di apertura. Il Karsiyaka non riesce a trovare altre soluzioni se non il tiro da tre, che fino ad ora sta ripagando la squadra di Markovic, pescando addirittura la quarta tripla per il vantaggio minimo sull’ 11-12. Da qui in avanti però è monologo Anadolu che alza i ritmi difensivi ed offensivi in maniera impressionante scrivendo un parziale mortifero di 11-2, grazie ai punti di Huertel e Dunston, portandosi sul +7, prima che la quinta bomba di serata dei verderossi concluda il quarto sul 21-17.

Seconda frazione con l’Efes che spinge subito sull’acceleratore tentando di spezzare la resistenza del Pinar con un parziale di 5-0 per il momentaneo +9. Passata la sfuriata dei biancoblù, la squadra con sede ad Izmir riprende il filo del discorso con quello che stasera le riesce meglio, ossia il tiro dalla lungo rispondendo con un contro break di 8-3 (29-25). Il team di Perasovic però non sta a guardare e risponde con la stessa moneta infilando la retina dalla lunga per il momentaneo più 7, a cui i verderossi rispondo con due canestri da due per il 32-29 del settimo minuto. I canestri si susseguono da una parte e dall’altra senza che nessuna della due contendenti riesca a trovare un allungo degno di nota; andando al riposo sul 39-38.

Terzo periodo che riparte col solito leitmotiv, Anadolu che prova ad allungare, Pinar che annulla ogni tentativo di fuga dai 6.75. Dopo un lungo inseguire la squadra di Izmir corona la rimonta a metà frazione raggiungendo la parità a quota 45, parità però che dura il tempo di una azione con l’Efes che ricaccia gli avversari subito indietro di 4 lunghezze grazie ai punti della premiata ditta Dunston-Huertel (49-45). I biancoblù cercano di sbrigare al più presto la pratica semifinale allungando decisi fino al +7 (54-47), ma il Karsiyaka non si da certo per vinto e con caparbietà riesce a rientrare ad un solo possesso di svantaggio sul 55-52. Il vantaggio dei ragazzi di Perasovic si dilata proprio sulla sirena grazie ad una bomba di Thomas per il 61-56 con cui si conclude il periodo.

Quarto e decisivo quarto che riprende con il break di 5-0 pro Anadolu e che regala alla squadra di Istanbul per la prima volta la doppia cifra di vantaggio (66-56). Encomiabile la forza d’animo dei verderossi che provano a gettare il cuore oltre l’ostacolo arrivando nuovamente ad un solo possesso di distanza sul 68-65 dopo un parziale di 9-2 (68-65). Gli ultimi quattro minuti di gioco sono da vivere col cuore in gola, canestri che si succedono a singhiozzo da una parte e dall’altra con le difese che hanno la meglio sugli attacchi tanto che per più di due minuti il punteggio non cambia. Con una serie di liberi la formazione allenata da Markovic rientra fino al -1 (70-69), prima che la maggiore classe degli uomini vestiti di biancoblù metta la parola fine alla partita con la tripla del +4 ad un minuto poco più dalla sirena (73-69). Partita ormai incanalata sui binari ideali per il team del Bosforo che amministra il vantaggio dalla linea della carità ampliandolo ulteriormente. La partita terminerà poco dopo sul punteggio di 79-74.

MVP Basketinside.com: Bryant Dunston. Per il lungo ex Varese prova davvero maiuscola fatta di 14 punti e 12 rimbalzi di cui 4 quelli offensivi.

Banvit BasketbolGalatasaray Odeabank 71-68

Banvit Basketbol: Theodore 20+5 assist, Orelik 17+6 rimbalzi, Kulig 10+9 rimbalzi
Galatasaray Odeabank: Micov 13, Tyus 12, Koksal 12

Anadolu EfesPinar Karsiyaka 79-74

Anadolu Efes: Dunston 14+12 rimbalzi, Huertel 14, Thomas 12
Pinar Karsiyaka: Brown 17, Summers 17, Owens 13+10 rimbalzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy