Coppe nazionali europee, tutti i quarti di finale conclusi

0

TURCHIA: completo il quadro delle semifinali nella Coppa di Turchia in corso di svolgimento a Gaziantep. Alle Final Eight della Tbl, ricordiamo, non partecipano le migliori otto classificate del girone d’andata bensì le qualificate dei gironi preliminari in preseason. A differenza di quanto si potesse pensare, il quarto di finale più equilibrato è stato quello tra i padroni di casa del Royal Hali ed il Fenerbahçe ‘’tritatutto’’ di coach Obradovic; sfida finita 72-73 e decisa da un finale palpitante con Zisis a sbagliare da tre a 6 secondi dalla fine, Lakovic a spingere in palleggio e a pescare Stevic dimenticato dalla difesa dell’Ulker che segnava il canestro della vittoria giustamente annullato dagli arbitri perché arrivato per qualche decimo oltre la sirena. A sfidare Goudelock e soci saranno i detentori del trofeo, i giocatori del Pinar Karsiyaka, che continuano il loro magic moment demolendo il Banvit per 89-64 con 18 punti di Dixon e 17 di Diebler. Dall’altra parte del tabellone, prova maiuscola del Darussafaka che con una super prestazione difensiva si libera del Ted Ankara Kolejliler con il punteggio di 50-69. Coach Oktay Mahmuti sfiderà, quindi, il suo passato, visto che il Darussafaka affronterà proprio l’Anadolu Efes che ha dovuto fare ricorso ad un Heurtel formato ‘’maxi’’ (22 punti) per avere la meglio del Galatasaray privo del proprio leader Arroyo (79-73).  A cura di Francesco D’Introno

lequipe.fr
FRANCIA: sorprese e certezze in questi quarti di finale di coppa di Francia. Il primo match si gioca alle 13:00, è Strasburgo-Le Havre, con la capolista che senza problemi e forte di uno straordinario Matt Howard formato MVP da 14 punti e 10 rimbalzi, 73-57 il finale. Si procede alle 15:30 con Dijon-Paris Levallois; partita molto equilibrata fino al 30’ con il risultato fermo sul 58-58, poi i parigini sembrano avere un calo fisico non da poco e Dijon sotto i colpi di un Gray da 24 punti affonda i “padroni di casa” sull’80-66. Poco più tardi, sempre alla Disney Events Arena di Disneyland Paris, va in scena Nanterre-Le Mans, da pronostico uno dei quarti più belli sulla carta, con Le Mans che sta in vantaggio per 39’ prima di subire il pareggio. Match pazzesco, non bastano due supplementari per deciderlo, bastano però i due liberi di Ewing allo scadere del 3° supplementare per il 96-98 finale. Nell’ultimo quarto di finale è la coppia Clark-Duggins a guidare il Nancy contro il Limoges, sconfitto con il risultato di 68-77. Grigia prestazione di Leo Westermann, che chiude con appena 6 punti la sua avventura di coppa. Il Nancy se la vedrà ora con il Le Mans. A cura di Nino Garramone SPAGNA:  Il Real Madrid e il Badalona raggiungono Barcellona e Malaga in semifinale della Coppa del Re 2015. Il Real Madrid soffre per un tempo, poi riesce ad avere la meglio di un coriaceo Saragozza, che gioca un primo tempo onorevole, poi deve arrendersi alla netta superiorità delle “merengues”, che nella ripresa concedono appena 32 punti a fronte dei 48 realizzati, che servono a scavare il solco decisivo e a vincere questa partita. Sergio Llull (11 punti e 7 assist) e Rudy Fernandez (16 punti, 8 rimbalzi e 6 assist) permettono la fuga ai “blancos”, con le triple di Jaycee Carroll (13 punti) ad abbattere la zona aragonese. Per il CAI buonissima prova di Henk Norel (14 punti e 7 rimbalzi), che tiene bene testa alla fanteria pesante madrilena, il problema è che il centro olandese non è ben supportato dal resto della squadra, che produce un 34% dal campo complessivo (27% da 3) che, contro una squadra come il Real Madrid, non può mai bastare, neanche a farti restare a contatto. Colpo della Joventut Badalona, che saccheggia la Gran Canaria Arena facendo piangere i padroni di casa, che quindi, da organizzatori, continueranno a far parte della manifestazioni, ma da spettatori. Gran Canaria che parte benino, poi lascia il fianco all’offesiva della Joventut, che con un secondo periodo da 12-23 di parziale cerca di dare la prima spallata alla partita. Si vive di folate, Aìto, negli spogliatoi, si fa sentire durante l’intervallo lungo, i padroni di casa rientrano con la faccia giusta e tornano, in maniera veemente, dentro la partita. Parziale di 25-14, tifosi in visibilio sulle ali di un ispirato Kyle Kuric (19 punti), Gran Canaria nuovamente avanti (53-48) alla penultima sirena. Preludio ad un ultimo periodo da protagonisti? Neanche per idea, perchè la Joventut ricarica le batterie e torna sul parquet con la cattiveria giusta. Sergi Vidal (21 punti) e Demond Mallet (14 punti), con la verticalità di Savanè in mezzo all’area, si ergono a protagonisti, il Gran Canaria non ne ha più, Clevin Hannah, col jumper, scrive i titoli di coda, la Joventut sfiderà il Real Madrid in semifinale. Barcellona-Valencia 85-80 (Doellman 16 punti; Dubljevic 19 punti) Malaga-Bilbao 86-78 (Granger 18 punti; Bertans 17 punti) Real Madrid-Saragozza 85-73 (R. Fernandez 16 punti; Norel 14 punti) Gran Canaria-Badalona 67-74 (Kuric 19 punti; Vidal 21 punti) Semifinali: Barcellona-Malaga Real Madrid-Badalona

A cura di Francesco Padula