Covic, Stella Rossa: “Non ha senso giocare l’ABA League se è scollegata da Eurolega”

Covic, Stella Rossa: “Non ha senso giocare l’ABA League se è scollegata da Eurolega”

Il presidente della Stella Rossa Belgrado Covic ha parlato di diversi argomenti interessanti sul sito ufficiale della squadra.

di La Redazione

Nebojsa Covic, presidente della Stella Rossa, ha parlato al sito dei tifosi della Stella Rossa Belgrado. Ha discusso di ABA League, di Eurolega, di introiti, di budget.

“Il nostro primo traguardo è la ABA League. Ma, ad essere onesti, non so come verrà scelta la squadra che andrà in Eurolega, dato che siamo stati relegati allo status di wild card… non ho idea neanche se l’ABA League serva a qualcosa.
ABA League ha senso solo se è connessa con Eurolega ed Eurocup. Altrimenti, cosa giochiamo a fare?
Quando ascolto Jordi Bertomeu, e il suo concetto di sviluppo di Eurolega ed Eurocup, potrebbe benissimo essere che l’ABA League perda completamente il senso di esistere.
La Serbia non ha bisogno dell’ABA League così com’è, dal momento che è l’unico paese che potrebbe creare un campionato di alto livello. Certamente, non dovremmo essere prigionieri di Eurolega ed Eurocup. I club serbi hanno dato più di tutti per lo sviluppo dell’ABA League.”

– La Stella Rossa ha una chance di diventare una squadra con Licenza A?

“Quella chance era molto alta prima delle F4 a Belgrado, di cui sono molto orgoglioso perchè la Stella Rossa, con l’aiuto del Primo Ministro Vucic, ha portato la F4 a Belgrado. Non vedo quella chance ora, ma credo che la Serbia dovrebbe sedersi e lottare perchè Belgrado sia una città sulla mappa di Eurolega. Nessuno ha ciò che offrono Partizan e Stella Rossa, molti in questa zona vivono per la rivalità tra questi due club.”

– Cosa pensi dell’Eurolega chiusa?

“Quello che è sempre più ovvio è che ECA è sempre meno interessata ai campionati nazionali. Ma ora, se i budget crescono, dovrebbe esserci un budget più alto da parte di Eurolega. I club dovrebbero iniziare a guadagnare. Ora invece, non abbiamo alcun profitto! Una vittoria nella Champions League di calcio vale 2,7 milioni di euro, noi riceviamo 37 mila euro per una vittoria. Nel calcio, i club possono coprire moltissime spese se hanno successo in Champions League o in Europa League. Nel basket non è così. Stanno provando a replicare il modello NBA, ma non sono sicuro sia possibile qui. Il budget di Eurolega è di circa 65 milioni di dollari, con IMG si arriva circa a 95. Ma quando guardi al quadro completo, bisogna contare che i budget cumulati dei club in Eurolega arrivano a circa 500 milioni per una stagione. In UEFA, il budget loro arriva anche a 7 miliardi di euro. Quindi dobbiamo pensare a come rendere il tutto profittevole.”

– Questo modello chiuso che uccide l’ambizione di farne parte del resto dell’Europa, ti piace?

“A mio parere, il modello non è buono, ma siamo troppo piccoli per combatterlo. O forse io sono troppo vecchio e mi piacciono cose di una volta. Lo sport è cambiato. Tutti guardano al profitto, ci sono poche emozioni o sentimentalismi. E i pesci grandi si mangiano i pesci piccoli.”

– Che traguardi avete quest’anno in Eurolega?

“Avevamo pensato di mettere a 12-15 vittorie il nostro obiettivo. Se conti i 37 mila euro a vittoria, fate voi il calcolo di cosa guadagneremmo da Eurolega. Più, 200 mila euro per i diritti TV. Non vogliamo giocare l’Eurolega solo pee guadagnare, vogliamo lo show in Belgrado, vogliamo stabilità anche…hai una partita il venerdì, una la domenica, poi martedì, giovedì, e ancora domenica. Cinque partite con tutti i viaggi.
Abbiamo venduto 4023 abbonamenti. 1800 pacchetti solo per Eurolega. Il nostro ricavato dai biglietti quest’anno è di 1,102,799 euro. E grazie all’aiuto del governo, in particolare del presidente Vucic… il nostro budget medio è di 6,5 milioni di euro a stagione da quando sono nel club, di cui il 25% arriva dal governo.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy