[ESCLUSIVA] Jordan Mickey: “Olimpia Milano? Abbiamo parlato in estate. NBA o EuroLega? Più facile segnare negli USA”

0
Jordan Mickey
EuroLeague

Intervista esclusiva a Jordan Mickey, protagonista con la maglia dello Zenit San Pietroburgo in EuroLeague e VTB League. Abbiamo parlato di EuroLeague, della NBA, degli avversari più difficili da marcare e anche di un particolare record NCAA che condivide con Shaquille O’Neal.

Jordan Mickey, iniziamo dallo Zenit San Pietroburgo. Qual è stato il tuo primo impatto in questa prima parte di stagione con la squadra, con i compagni e con la città?

“Amo la città, ci sono dei super tifosi, ottimi ristoranti ed tutto è molto buono. Ho dei super compagni di squadra, ci stiamo divertendo tanto in campo e anche fuori dal campo!”

Sei un americano, “quasi russo”, dato i tuoi numerosi anni in Russia. Ti piace il cibo e lo stile di vita in Russia?

“Si, mi piace molto assaggiare cibi e vivere stili di vita diversi. La Russia è un bel posto in cui vivere, mi trovo molto bene.”

C’è un compagno di squadra che ti ha impressionato in questa prima parte di stagione?

“Assolutamente Conner Frankamp, è stato impressionante. Sta facendo vedere molte cose buone nel suo primo anno in EuroLeague e spero che continuerà a giocare così”.

Dove può arrivare questo Zenit? L’anno scorso le Final Four sono state ad un passo. Sono un obiettivo concreto anche quest’anno?

“L’obiettivo è ogni anno lo stesso… vincere l’EuroLega. Siamo un’ottima squadra e dobbiamo continuare a giocare aiutandoci uno con l’altro, come sappiamo fare. Non vedo l’ora di vedere cosa accadrà in questa stagione.

Siete allenati da un grande Coach come Xavi Pascual. Che tipo di allenatore è?

“Xavi Pascual è un grande allenatore. Vuole il meglio da noi e ci spinge a lavorare sodo ogni giorno. Sono contento, perché a noi non poteva capitare un allenatore migliore di lui. É molto puntiglioso, lavora su ogni dettaglio per ogni partita, è sempre dalla nostra parte e la cosa più importante è che vuole sempre vincere.”

Parlando sempre di grandi allenatori, sei stato allenato anche da Pablo Laso al Real Madrid. Quali somiglianze e quali differenze hanno Xavi Pascual e Pablo Laso?

“Xavi Pascual e Pablo Laso sono un po’ diversi come allenatori. Xavi è piuttosto passionale, Pablo è spesso più cauto, calmo, anche grazie alla sua immensa esperienza al Madrid. Però sono senza dubbio due grandi allenatori.“

Jordan Mickey

Parlando della tua esperienza al Real Madrid. Credo non sia andata come avevi immaginato, e anche come molti si aspettavano. Per quale motivo? Ci sono lati positivi, negativi o entrambi in quell’esperienza?

“Amo il Real Madrid. Tutto è stato fantastico, dal management a tutte le persone che ci lavorano. Tutto è così professionale, un’ottima organizzazione. Auguro a loro tutto il meglio, nessun rancore e pentimento.”

Hai giocato in NBA, poi in EuroLeague. Spesso ci troviamo di fronte a due “fazioni”, divise in due parti estreme, Basket Fiba o Basket NBA. Da giocatore, che differenze vedi tra i due tipi di basket? È davvero più facile segnare in NBA come dicevano Doncic, Lillard o Mike James?

“Credo che in NBA sia più facile segnare, soprattutto grazie alla difesa. Lo spacing e l’area sono un vantaggio importante per il difensore in Europa. Sono d’accordo con Luka Doncic e gli altri. I difensori possono giocare diversamente in Europa e questo è un vantaggio che non hai più in EuroLeague quando attacchi.“

Nella tua carriera, chi è stato il giocatore più difficile da difendere?

“LaMarcus Aldridge. Ero al mio secondo anno in NBA, difendevo su di lui, ma era difficilissimo perché era così bravo a fare di tutto in attacco. Ha tantissime armi nel suo repertorio, un grandissimo giocatore. In EuroLeague, Nikola Mirotic. È un grande tiratore, è anche molto bravo in post ed è difficilissimo da marcare.”

Pensi ancora alla NBA? Vorresti tornare o ti senti più importante qui in EuroLeague?

“Sono molto concentrato sul presente, il mio obiettivo è giocare bene e divertirmi. Non voglio essere distratto da altri pensieri.”

Il tuo prossimo avversario sarà l’Olimpia Milano.

“Stanno giocando molto bene in questo momento. Certo, sarà una partita difficile. Dobbiamo rimanere molto concentrati ed essere preparati per una partita importante come questa.”

La scorsa estate giravano rumors su Jordan Mickey e l’Olimpia Milano…

“Sì, abbiamo parlato. Ci sono stati contatti, ma poi non si è fatto nulla.”

Hai frequentato un’università importante come Louisiana State University. Qui, con gli LSU Tigers Basketball, hanno giocato giocatori leggendari, da Bob Pettit a Pistol Pete Maravich, passando per Shaquille O’Neal. Tu e Shaq avete anche in comune un record di 100 stoppate minimo in una stagione. Cosa ha significato per te quel periodo al college?

“Onestamente, non sapevo del record ed è un grande onore condividerlo con una leggenda come Shaquille O’Neal. È il giocatore più dominante che abbia mai giocato a basket. LSU è una grande università e mi ha aiutato molto come giocatore e come persona.”

Dove giocherà Jordan Mickey nei prossimi anni della sua carriera?

“Spero, per prima cosa, di continuare a giocare ad alti livelli e di continuare a divertirmi. Non so dove!”

Click here for the english version of the interview with Jordan Mickey.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here