Ettore Messina: “Partita decisa da qualche prodezza di Lekavicius ed Evans. Pangos e Davies? Li ho voluti io, ma si devono aiutare a ritrovarsi”

0
Ettore Messina

Ettore Messina ha commentato la brutta sconfitta dell’Olimpia Milano a Kaunas:

“Abbiamo provato a stare in partita, ma ancora una volta le percentuali di tiro e la mancanza di decisione a questo livello, in EuroLeague, non ti permettono di vincere nessuna partita, anche se almeno un paio di volte siamo andati vicini a riaprirla. Una nota positiva è stata la prestazione di naz Mitrou-Long, ancora una volta ci ha dato tanto. Questo è promettente, può essere che abbiamo trovato un giocatore da EuroLeague. Sono contento per lui. Alla fine, la partita è stata decisa da qualche episodio, qualche prodezza di Lekavicius ed Evans: hanno giocato bene, sono stati quelli che hanno guidato lo Zalgiris alla vittoria, ovviamente meritata. In attacco non stiamo creando abbastanza vantaggi. Quando non hai tre guardie di provato valore più Tonut che è comunque un giocatore della Nazionale italiana ovviamente fai fatica. Nessuno può sopperire facilmente ad assenze di questo genere. Ma quello che preoccupa davvero è la mancanza di fisicità che poi è il motivo per cui non tiriamo tiri liberi oppure quando andiamo al ferro non finiamo bene. Ricordo almeno quattro occasioni in cui siamo andati al ferro ma che fossero contatti fallosi o meno non siamo stati in grado di assorbire e finire la giocata. In EuroLeague storicamente fai strada se riesci a giocare attraverso i contatti. Il nostro livello di fisicità al momento non è del livello richiesto e questo è motivo di preoccupazione”.

Sulla prova di Kevin Pangos – “Lui e Brandon Davies sono stati i giocatori sui quali abbiamo puntato di più in estate. Sono giocatori che io ho portato a Milano, io li ho scelti e voluti. Adesso stanno faticando ed è nostro dovere aiutarli a ritrovarsi. Ma come sempre succede nella vita quando sei in difficoltà devi aiutarti prima di tutto da solo. Ed è quello che mi aspetto facciano loro. Che di aiutino da soli. Quando ti arriva fango addosso devi spegnere il ventilatore altrimenti me arriverà sempre di più. È quello che devono fare loro. Aiutarsi e noi continueremo ad aiutarli sempre di più”.