Eurocup, 1^ Giornata (Gir. C – D): Ulm batte l’Asvel. Bene le spagnole, Berlino vince il derby teutonico

0
http://limousin.france3.fr/ (Plaisted, protagonista della vittoria dell’Ulm)

Alla Ratiopharm Arena è andato in scena il match tra i padroni di casa dell’Ulm e l’Asvel Villeurbanne, incontro valido per la 1° giornata del girone C di EuroCup.
La prima frazione è stata contrassegnata da numerosi sorpassi e controsorpassi (18-19 al 10′). Nel secondo periodo i tedeschi hanno piazzato il primo allungo (26-19) salvo poi dover subire la forte reazione transalpina: un 13-0 che ha permesso all’Asvel di comandare di sei lunghezze e di andare al riposo avanti di due punti (35-37 al 20′).
La partita è rimasta sui fili dell’equilibrio fino a metà quarta frazione quando il Ratiopharm con Hess, autore di 14 punti, è riuscita a scavare il solco decisivo che è riuscito a mantenere abbastanza agevolmente fino al suono della sirena (86-80). In evidenza anche Plaisted (16+12 rimb), mentre in casa Asvel da segnalare i 23 punti di Edwin Jackson.

Al Pabellon Principe Felice, i padroni di casa non hanno lasciato scampo alla formazione belga del Mons, in una partita, quella arbitrata dall’italiano Sahin, chiusa già all’intervallo lungo. Dopo un ottimo inizio degli ospiti, la gara è andata in ghiaccio con un parziale di 45 – 20 nei primi due quarti a vantaggio del team che vede nei suoi ranghi tante vecchie conoscenze del basket tricolore.
In una gara che per lunghi tratti è stata “Garbage time”, con conseguenti cifre gonfiate dai padroni di casa che hanno avuto modo di aggiustare i propri tabellini per tutto il secondo tempo, MVP a pari merito per la coppia ex Cantù Tabu – Shermadini, con i due che hanno chiuso a quota 10 punti a testa , con 6 rimbalzi e 6 assists (20 di val) per il play belga, e una doppia doppia con 10 rimbalzi per il georgiano (anche lui 20 di valutazione). Tanti minuti in campo, ma poco fruttiferi, per l’altro georgiano in maglia Cai, l’ex Virtus Bologna e Siena, Sanikidze (8+7).
Per gli avversari, approccio all’Eurocup 2013/14 piuttosto rivedibile, perché se è vero che Rudez e compagni hanno tirato con il 50% dall’ arco (4/5 per il croato), la lotta a rimbalzo è stata persa per i tagliafuori mancati e la minor voglia, e volendo focalizzarsi sui singoli, diametralmente opposto il rendimento degli ex italiani in maglia Mons. Robert Vaden (visto nel 2009/10 con l’Aget Imola) e Talor Battle (ex Capo d’Orlando) hanno terminato la gara con 7 punti in due e un orripilante 1 di valutazione totale.

Spostandoci nell’altra gara del Girone D, con ancora un primo arbitro italiano, Luigi Lamonica, la location è quella Teutonica nel derby tedesco tra la Telekom Bonn e la schiacciasassi Alba Berlino. I capitolini hanno letteralmente dominato i connazionali con una prestazione impeccabile e un gap che, 73 – 42 dopo i primi 30’, è stato ricucito solo nel finale in cui Logan e compagnia hanno mollato la presa.
Proprio l’esterno americano con passaporto polacco, visto anche a Pavia, si è dimostrato autentico mattatore della disputa, mettendo a referto 20 punti con 6/8 da tre. Percentuali astronomiche che non rappresentano un unicum nel match disputato dall’Alba: dopo 40’ il referto alla voce “Tiri da Tre punti” recitava 12/17 (per un mirabolante 70% di squadra). Una gara però non solo frutto del talento individuale degli ospiti, quanto della loro voglia di giocare insieme che è stata tradotta in termini statistici nei ben 23 assists distribuiti (5 a testa per Cliff Hammonds e l’ex Olimpia Leon Radosevic). Il croato classe ’90 visto anche a Milano è stato l’ottimale starring partner per Logan, con 12 punti, 5 rimbalzi e 25 di valutazione.

Chiudiamo ora con l’unica gara del girone C, disputata all’ombra della Tour Eiffel, tra Paris Levallois e Valencia Basket. Il risultato però non ha sorriso ai padroni di casa freschi vincitori della Supercoppa francese, che si sono arresi agli spagnoli per 68 – 85.
Anche in questo caso la gara ha visto un senso unico, a favore degli ispanici, che già all’intervallo godevano di un sostanzioso vantaggio mantenuto per i restanti due quarti. Nicolas Lang non è riuscito ad incidere, mentre il solo Albicy (9 punti + 8 assists e 16 di valutazione) non poteva bastare ai francesi per uscire indenni dallo scontro contro un Valencia più pronto a questi livelli.
Gli ospiti infatti, rinforzatisi in maniera importante in questa campagna estiva con l’arrivo, tra gli altri, dell’ex Siena, Panathinaikos e Fenerbahce, Romain Sato.
MVP assoluto Oliver Lafayette; il playmaker americano ha chiuso la gara con 17 punti frutto di uno sfarzoso 5/7 dall’arco, ben coadiuvato da Bojan Dublijevic, che in 18’ ha messo a referto 16 punti e 7 rimbalzi. Ottima la prova anche dell’ex Milano e Pesaro Sam Van Rossom, anche lui mortifero dall’arco (14 punti con 4/6 al tiro pesante).

 

Ratiopharm Ulm 86-80 Asvel Villeurbanne (18-19, 35-37, 53-55)
Ratiopharm Ulm: Guenther 11, Gausa, Their 2, Sosa 6, Hess 14, Long 12, Clyburn 7, Howard 4, Schwethelm 3, Plaisted 16, Nankivil 11.
Asvel Villeurbanne: Nsonwu 7, Morlende 5, Wright 7, Keselj 10, Jackson 23, Chassang, Larroquois 2, Leslie 10, Sy 14, Joseph 2.

CAI Zaragoza 73 – 56 Belfius Mons Hainaut (23-13;45-20;61-41)
CAI Zaragoza:
Jones 6, Stefansson 2, Roll 8, Rudez 16, Llompart 5, Sanikidze 8, Shermadini 10, Tabu 10, Tomas 4, Fontet 4. All: Abos
Mons Hainaut: Muya Muboyayi 10, Stitt 5, Rademakers 5, Love 15, Cage 11, Giancaterino 3, Randle, Battle 1, Vaden 6, Gorgemans. All: Defraigne.

Telekom Bonn 65 – 86 Alba Berlin (15-25;28-50;42-73)
Bonn:
McCray, Looby 6, Veikalas 14, Brooks 7, Mangold, Zavackas 6, Jordan 8, Wolf 2, Koch 1, Wachalski 7, McLean 14. All: Fischer
Berlin: Logan 20, King 4, Vargas 13, Kendall 10, Redding 2, Timor 1, Stojanovski 13, Jagla 2, Hammonds 9, Radosevic 12. All: Sasa Obradovic

Paris Levallois 68 – 85 Valencia Basket (10-19;29-45; 51-66)
Paris:
Ewing 10, Ndoye 8, Labeyrie 4, Anagonye 7, Lang 8, Oniangue 10, Williams 3, Poirier, Sane 9, Albicy 9. All: Beugnot
Valencia: Triguero 5, Doellman 2, Van Rossom 14, Sato 2, Lishchuk 7, Dubljevic 16, Martinez 12, Lafayette 17, Aguilar 10. All: Perasovic

 

Questa la classifica, in attesa delle gare di domani che confidiamo possano lasciare spazio a qualche sorpresa.

Gruppo C
Valencia Basket          2
Olimpija Lubiana         2
Ratiopharm Ulm          2
Asvel Villeurbanne      0
Cimberio Varese         0
Paris Levallois             0

Gruppo D
Alba Berlin                     2
Cai Zaragoza                 2
BCM Gravelines            2
Virtus Roma                   0
Belfius Mons Hainaut     0
Telekom Baskets Bonn 0

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here