EuroCup, 1ª giornata: Venezia vince e convince all’esordio contro Kazan

Sfida ad alto livello al PalaTaliercio che si decide con lo strappo decisivo nel terzo quarto grazie alla difesa dei ragazzi di De Raffaele

di Marco Muffatto

Riprendendo quanto dichiarato da coach Tucci Kazan è una delle serie candidate alla vittoria finale di questa edizione di 7DAYS EuroCup. Il roster della squadra russa è profondissimo e conta su giocatori di un livello superiori dove Jamar Smith è la punta di diamante affiancata da Canaan e Wolters, senza dimenticare il “peso” sotto i tabelloni grazie agli ex italiani Okaro White (grande assente questa sera) e John Brown III.

La squadra di De Raffaele è al completo sceglie allora di lasciare fuori D’Ercole per far posto a Vidmar avendo in Europa uno slot in più a livello di extracomunitari.

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Chappell, Tonut, Watt, Fotu.

QUINTETTO KAZAN: Canaan, Smith, Brown, Holland, Antipov.

 

PRIMO PERIODO:

Come in campionato i primi due punti della stagione EuroCup di Venezia sono di Stefano Tonut a cui risponde subito Kazan con una tripla di Holland. Alta l’intesità per gli orogranata spronati da un De Raffaele che li incita ad alzare il ritmo ed ecco che dopo 4’20” l’Umana si trova avanti di 5 grazie al trio Tonut Watt e Fotu. Dopo il time out chiamato per fermare il break L’Unics firma il contro parziale e si riporta avanti a 3’32 dalla fine del primo quarto. Canaan (9 punti nel solo pirmo quarto) e Smith non sbagliano una scelta e provano a far scappare via i russi. Un fallo antisportivo prima e un altro fallo sul possesso successivo su Daye permettono però agli orogranata di restare a contatto e di chiudere il primo quarto sotto di soli due punti sul 19 a 21.

SECONDO PERIODO:

Venezia impatta subito con la freschezza di Casarin che con l’aiuto di un concreto Vidmar guida gli orogranata sul 25-24 al 7 minuto. Una tripla da 8 metri di Smith ferma il break di Venezia, ma la voglia e la difesa dei ragazzi di De Raffaele fanno la differenza. Nel mezzo un assist 5 stelle di Casarin e due triple di capitan Bramos portano Venezia sul +8 a 4 minuti dall’intervallo. L’attacco russo adesso è solo Smith (14 punti all’intervallo) che prova a non far scappare via l’Umana tenendo i russi in corsa. Ultimo possesso del primo tempo vede una tripla di Stone che permette alla Reyer di chiudere avanti sul 45-39.

TERZO PERIODO:

Smith riprende da dove aveva lasciato e tiene vicino l’Unics, di contro Venezia si affida alle giocate veloci con Tonut e De Nicolao. A metà del terzo periodo l’Umana raggiunge la doppia cifra di vantaggio sfruttando sempre con Tonut prima un fallo antisportivo e con Watt volando sul 60-48. A 3’ minuti dall’ultimo intervallo rientrano il duo Casarin e Vidmar che danno ulteriore linfa agli orogranata soprattutto nella metà campo difensiva. L’Unics ci prova, ma Venezia alza il muro in difesa limitando le bocche di fuoco russe. Nell’altra metà campo Daye prova “spaccare” la partita con la tripla del 72-57 che chiude il terzo quarto.

QUARTO PERIODO:

L’Umana tiene alti i giri anche all’inizio dell’ultimo quarto, costringendo coach Priftis al time out dopo solo 1’38” con gli orogranata avanti di 19 lunghezze. Smith e Canaan sono gli ultimi a mollare e riavvicinano l’Unics a -11 a metà dell’ultimo periodo. La sfortuna però “toglie” Smith (25 punti fino ad ora) per gli ultimi 4 minuti per una distorsione alla caviglia destra. Allo stesso momento risale in cattedra Austin Daye che con un assist regala a Vidmar due punti con fallo che portano Venezia sul 83-71 a 2’46” dalla fine. Daye da e Daye toglie, con un fallo da tre tiri liberi su Holland permette ai russi di tornare sotto la doppia cifra di svantaggio, che grazie anche ad un canestro in acrobazia di Canaan arriva a 83-76 ad 1 minuto dalla fine. Smith prova a rientrare in campo, ma ormai è tardi, Watt dalla lunetta chiude il la partita sul 85- 78.

UMANA REYER VENEZIAUNICS KAZAN  85 – 78

MVP BASKETINSIDE: Austin Daye

Parziali: 19-21; 45-39; 72-57.

Umana Reyer Venezia: Casarin 6, Stone 3, Bramos 16, Tonut 11, Daye 10, De Nicolao 7, Vidmar 10, Chappell 4, Mazzola, Cerella, Fotu 4, Watt 14. All.re De Raffaele.

Unics Kazan: Brown III 7, Antipov 7, Canaan 16, Zhbanov, Wolters, Sergeev, Uzinskii, Smith 25, Razumov n.e., Holland 14, Kolesnikov, Kaimakoglu. All.re Priftis

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy