Eurocup 2° giornata: Virtus a punteggio pieno, battuto anche il Lokomotiv Kuban

Il recap conclusivo della seconda giornata di Eurocup Gir. C tra Virtus Bologna e Lokomotiv Kuban

di Luca Montanari
Eurocup

Dopo la conferma in mattinata da parte della stessa Virtus Bologna, il pubblico è presente al 25% in questa seconda giornata di Eurocup contro il Lokomotiv Kuban Krasnodar. I russi sono una squadra tosta che arriva da una vittoria contro i belga del Telenet Giants Antwerp, dalla loro parte hanno giocatori del calibro di Kalnietis e Mindaugas Kuzminskas, tutti e due sono ex Milano (il secondo anche ex NBA con i Knicks) e quindi con tanta esperienza a livello Eurolega. La Virtus però è anch’essa una squadra di assoluto livello che punta senza mezzi termini ad arrivare in fondo alla competizione, a cui però oggi manca Alessandro Pajola, giocatore ex giovanili proprio della Virtus Bologna che ormai è diventato un punto fisso nelle rotazioni di coach Sasha Djordjevic, a causa di un problema all’aduttore che lo terrà fuori per probabilmente 2-3 settimane. Anche loro arrivano da 3 vittorie in fila divise in una in Eurocup, la scorsa settimana contro il Lietkabelis, e le altre due in campionato, battendo Brescia e Cantù.

 

I QUINTETTI

Virtus Bologna: Markovic-Abass-Weems-Ricci-Tessitori
Lokomotiv Kuban: Cummings-Williams-Kuzminksas-Crawford-Martiuk

 

IL COMMENTO

 

PRIMO QUARTO

L’inizio di partita è equilibrato proprio come una partita di coppa dovrebbe essere, Teodosic è ancora però preservato da Djordjevic per via del problema alla caviglia procurato durante la prima giornata di campionato, al suo posto parte Markovic affiancato da Weems. I primi cinque minuti passano in un amen ed il punteggio è sul 9-9, la Virtus parte un po’ fredda dall’arco e l’1 su 5 dall’arco ne è una testimonianza, bene Tessitori invece che come al solito si fa sentire in mezzo all’area. Stessa minestra si ripropone per i Russi, anche loro non bene dall’arco con un identico 1/5, l’unico tentativo è mandato a segno da Cummings. Bastano però 30 secondi per accendere la partita, Crawford e Teodosic si mettono in moto da 3 punti e Djordjevic non manca nel far sentire la propria opinione alla terna arbitrale, non la prendono bene ed arriva già il primo FALLO TECNICO per il coach serbo. Termina il primo quarto in parità a quota 14.

 

SECONDO QUARTO

Il matchup di inizio di secondo quarto si può sicuramente riassumere in Kuzminskas vs Teodosic, il lituano cerca di scappare via con 7 punti in fila ma, prontamente Teodosic risponde presente grazie ai suoi jumper e ai suoi assist che mantengono a contatto i bianconeri. L’effetto Teodosic però, dura solamente qualche azione dato che, in una manciata di possessi, Crawford ed uno scatenato Kuzminskas che scollina già la doppia cifra, fanno volare i suoi sul +9. A 5 minuti dall’intervallo lungo il punteggio si aggira sul 25-31 per i russi, svantaggio totalmente affrontabile da parte delle V nere, che sono a soli 2 possessi di distanza nonostante le pessime percentuali dal campo (22,7% dal campo e 33% dall’arco, 50% ai liberi).  Ad aiutare i bianco neri ci si mette però Alan Williams con un FALLO ANTISPORTIVO su Milos Teodosic, che ringrazia e manda a segno i liberi. La palla rimane ovviamente in mano alla Virtus e dalla rimessa di metà campo esce un fantastico wide open da 3 punti per Kyle Weems che non può sbagliare. Gli ultimi due minuti sono amici dei padroni di casa, oltre a Milos e Weems, Adams si aggiunge alla festa segnando 4 punti in fila. L’americano ex Malaga manda tutti nello spogliatoio sul 36-40 sempre per il Lokomotiv Kuban.

 

Statistiche all’intervallo Virtus: 32% da due, 29,4% dall’arco, 62,5% ai liberi, 4 palle recuperate, 6 palle perse

Statistiche all’intervallo Kuban: 37,5% da due, 53,9% dall’arco, 77,8% ai liberi, 3 palle recuperate, 9 palle perse

 

TERZO QUARTO

Le parole di Djordjevic hanno effetto sui suoi, Ricci e Weems armano la mano ed in un amen è vantaggio Virtus, ma il solito buon Kuzminskas rimette tutto in parità. Degno da segnalare è il fantastico passaggio di Teodosic dietro schiena per Gamble che sicuramente domani vedrete tutti negli highlights della partita, ma probabilmente anche nella Top 5 della settimana di Eurocup. Il ritorno dagli spogliatoi possiamo affermare con certezza che che è il momento preferito dei bolognesi, ancora una volta dominano l’inizio del quarto e ora la palla è definitivamente passata in mano ai Felisenei, grazie al contributo fondamentale di Teodosic e Weems, tutti e due in doppia cifra. Il punteggio a circa metà del terzo quarto è di 59-52 per le V nere. Una menzione deve anche andare a Markovic, che nonostante le prestazioni deludenti e la valanga di critiche che ha dovuto subire, risponde presente firmandosi a tabellino con due triple in un momento fondamentale della gara, si sarà sbloccato definitivamente?. L’entusiasmo però viene pian piano smorzato dai russi che non lasciano troppa corda ai Virtussini: Crawford, Cummings e Kuzminskas sono fondamentali in questo senso. Il terzo quarto finisce sul 68-63 per i padroni di casa.  Teodosic, Kuzminskas e Crawfoard sono i top scorer con 15 punti ciascuno.

 

QUARTO QUARTO

I primi due punti li firma Abass e, tra l’altro, sono anche i primi punti della sua (anonima) partita. Lo segue a ruota Adams che arriva silenziosamente a 14 punti che diventano 17 l’azione immediatamente successiva, diventando il top scorer della gara. La Virtus prende sempre più fiducia, alza le percentuali e il vantaggio si incrementa sempre più, il Lokomotiv Kuban sembra sempre più in difficolta e con soli 6 punti segnati a metà quarto è costretta ad inseguire. Le speranze si riaccendono però appena viene fischiato il FALLO ANTISPORTIVO questa volta ai danni di Milos Teodosic, Kuzminskas sbaglia il primo in lunetta ma non trema nel secondo, sono 18 i punti personali dell’ex Milano. Ad 1:15 dalla fine il punteggio è sul 82 a 77 per la Virtus, scontato il timeout di Djordjevic a questo punto dopo il mini parziale dei russi. L’ultimo minuto produce un nulla di fatto per la squadra Russa e la partita finisce con una tripla di Kyle Weems, bloccando il punteggio sull’ 85 a 79. La Virtus così conclude la seconda giornata di Eurocup a punteggio pieno.

 

FINE PARTITA

 

Tabellino Virtus: Tessitori 7, Deri ne, Abass 2, Alibegovic 3, Markovic 6, Ricci 8, Adams 17, Hunter 2, Weems 13, Nikolic ne, Teodosic 18, Gamble 9

Tabellino Kuban: Cummings 18, Motovilov 0, Kalnietis 9, Ilnitskiy 3, Williams 9, Kalinov ne, Kuzminskas 20, Crawford 15, Emcenko 0, Martiuk 3, Lynch 2, Sychkov ne

Punteggio Finale: 85-79

MVP Basketinside: Milos Teodosic e Josh Adams

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy