EuroCup, 2ª giornata la Virtus stende il Maccabi Rishon e resta a punteggio pieno

EuroCup, 2ª giornata la Virtus stende il Maccabi Rishon e resta a punteggio pieno

La squadra di Djordjevic resta imbattuta, superando gli israeliani del Maccabi Rishon. Bene Markovic e Gaines.

di Francesco Strazzari

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – MACCABI RISHON 96-77 (24-18, 21-22, 26-19, 25-18)

Nella seconda giornata del Gruppo A di EuroCup la Segafredo, priva di Kyle Weems, supera anche gli israeliani del Maccabi Rishon. All’esordio era arrivata una vittoria in Germania per i bianconeri, mentre gli ospiti erano letteralmente crollati in casa contro il Promitheas Patrasso.

La prima metà di gara viaggia a ritmi alterni, con la Virtus che prova più volte ad allungare, toccando anche la doppia cifra di vantaggio. Il problema dei bianconeri è che, non appena cala la concentrazione, il Maccabi ne approfitta, guidato soprattutto dalle giocate di Swing e Monroe. Tra i padroni di casa buono l’impatto di Gaines, già a quota 11 dopo i primi venti minuti.

Nella ripresa parte bene il Maccabi, tenuto in partita da un super Swing, che colpisce spesso e volentieri dalla lunga distanza. La Segafredo trova però la chiave per chiudere la pratica abbastanza in fretta, alzando l’intensità difensiva e correndo in attacco. L’ottimo ingresso di Pajola, unito ad un ispirato Markovic ed al solito Gaines, portano i bianconeri ad ipotecare i due punti già in apertura di ultimo quarto. Al Paladozza il finale è 96-77, con Bologna che rimane in testa al Gruppo A di Eurocup e si prepara ad ospitare Andorra martedì prossimo.

Quintetto Virtus: Markovic, Gaines, Cournooh, Ricci, Gamble

Quintetto Maccabi:  Saddler, Swing, Hamilton, Monroe, Chubrevick

La Virtus deve fare a meno di Weems, tenuto precauzionalmente a riposo per un piccolo problema fisico. L’avvio è tutto di marca Gaines: l’ex canturino mette a segno tre triple in un amen, portando i suoi sul +4 a metà frazione (11-7). Un mini-break di 4-0 chiuso da Hunter convince il Coach ospite a chiamare il primo timeout di serata sul 15-9. Il divario resta inalterato fino al termine del primo quarto, che si chiude 24-18.

Piede sull’acceleratore per la Segafredo in apertura di seconda frazione: due triple firmate da Baldi Rossi e Teodosic permettono ai bianconeri di allungare fino al +12 (32-20). Un canestro di Monroe in avvicinamento fa infuriare però Djordjevic, che ferma immediatamente il gioco per tenere concentrati i suoi. Il Maccabi risponde, con 5 punti in fila di Swing, che riducono a 5 le distanze fra le squadre. Bologna si riaccende, stringendo le maglie in difesa e trovando buone giocate da Hunter ed il solito Gaines (43-33). All’intervallo il tabellone del Paladozza recita 45-40.

Gli israeliani hanno la faccia giusta e mettono addirittura il naso davanti dopo un paio di minuti (48-49). Il vantaggio ospite dura poco, perchè non appena la Virtus alza il ritmo l’intensità difensiva il divario si allarga. Una serie di triple firmate Markovic-Pajola riporta Bologna avanti di 8 (66-58). L’ennesima bomba del playmaker serbo regala il massimo vantaggio di serata a Djordjevic (+13). Il quarto si chiude sul 71-59.

La Virtus scappa definitivamente in apertura di ultima frazione, con un’altra conclusione pesante di Pajola, che fa volare i bianconeri sul +17 (79-62). Da questo momento in poi si gioca solamente per il tabellino in sostanza. Il risultato finale è 96-77.

Tabellino Virtus: Gaines 21, Deri, Pajola 10, Baldi Rossi 9, Markovic 15, Ricci 11, Delia, Cournooh 6, Hunter 6, Nikolic, Teodosic 11, Gamble 7. All. Djordjevic

Tabellino Maccabi: Saddler 3, Mishan, Swing 17, Ariel 12, Blayzer 2, Williams 5, Chubrevick 2, Balqul, Tishman 2, Dovrat 2, Hamilton III 18, Monroe 14. All. Goodes

BASKETINSIDE MVP: Frank Gaines (21 punti, 4 rimbalzi, 2 assist)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy