Eurocup, 3° giornata: Brescia, a Bar un passo indietro. Il Mornar domina e vince

Prestazione scadente della Leonessa, che in Montenegro trova la seconda sconfitta in EuroCup.

di Fabio Rusconi

Poco, molto poco, da narrare dalla trasferta bresciana di Bar, con la Leonessa che soccombe sotto i colpi di una squadra più forte e in palla. Il primo quarto indirizza la vittoria nelle mani dei montenegrini, un tempino giocato in maniera molto superficiale dai lombardi, soprattutto in difesa, metà campo dove quest’anno la Germani fa più fatica. Nessun sufficiente (tranne forse Bortolani) tra le fila degli ospiti, orfani di Kalinoski out per febbre (e di Cline, uscito all’intervallo e mai più rientrato), colpevoli di non approcciare la sfida con la giusta intensità fisica e mentale. Poi certo, i padroni di casa fanno il loro, centrando una serata balistica molto positiva, oltre che una prestazione corale di gran livello. La vittoria larga alla fine è meritata, oltre che pesante in chiave differenza punti. Per Brescia tempo di dimenticare questo scivolone e concentrarsi su domenica, quando al PalaLeonessa arriva una Trieste con l’infermeria piena ma non per questo poco insidiosa.

Quintetto Brescia: Needham, Vranjes, Lazic, Gabriel, Lukovic

Quintetto Bar: Chery, Moss, Crawford, Cline, Ristic

Partenza a mille dei padroni di casa, che sull’asse LukovicNeedham costruiscono il 9-0 di parziale con cui i montenegrini iniziano il match. Lazic segna l’11-0 e costringe coach Esposito al timeout. Vranjes segna la bomba del +14, prima del canestro di Crawford che sblocca Brescia. L’ex Cremona è l’unico a provarci in attacco per Brescia, ma in difesa la Germani paga l’ottimo approccio del Bar, che tiene ottime percentuali al tiro e dall’arco. Brescia attacca malissimo, segna solo 4 punti nella prima metà del quarto d’apertura, scivolando a -16 in varie occasioni (24-8 al 8′). Brescia non riesce proprio a cambiare marcia, mentre e il Mornar vola, di squadra, sul +20 (30-10) a fine primo quarto. Brescia non pervenuta.

La bomba di Jeremic allarga il gap a +21 per i locali dopo  pochi minuti di secondo periodo (37-16 al 13′). Ci pensa Sacchetti, con due triple consecutive, a mettere pepe alla sfida, costringendo il Mornar Bar a fermare il gioco. La Leonessa però ora ha l’inerzia in mano, segna con Chery dall’arco e poi con un lay-up di Crawford. Parziale di 11-0 con cui i viaggianti tornano a -10 (37-27 al 16′). Reazione Mornar, grazie ai suoi titolari tornati sul parquet: Lukovic su tutti è una spina nel fianco di una Brescia distratta in difesa, e il Bar torna sul +15 (42-27), divario replicato pochi possessi dopo (46-31 al 28′). 52-35 al 20′ per Brescia davanti c’è una strada lunga e tortuosa.

Brescia perde Cline per infortunio a inizio secondo tempo. Brescia inizia con un ottimo 8-0 di parziale ispirato da Chery e Bortolani. Approccio diverso per Brescia in intensità e aggressività, e la Leonessa torna a -9 (52-43 al 24′). Bjelica pone fine alla rottura dei suoi, ma Bortolani è scatenato e sgancia poco dopo la bomba del -8. Brescia prova a imporre il massimo sforzo per mettere in discussione una vittoria che sembrava già del Mornar Bar, che ha difficoltà ora a far correre il tabellino. Solo 8 punti segnati in quasi 8′ di gioco nel terzo quarto per i montenegrini, che comunque cercano di mantenere il vantaggio e anzi lo ampliano grazie a qualche vittoria in difesa e alla tripla di Jeremic che significa +11 (63-52 al 29′). Vranjes lo segue, sempre dall’arco, per il +14. 74-56 al 30′, con il Mornar Bar che con i propri giocatori di punta non ha problemi a ridistanziare la Germani e di fatto a porre fine al match.

Ultimo quarto di garbage time con il Mornar Bar che va spesso anche oltre i 20 punti di vantaggio. La gara termina sul punteggio di 95-76.

Mornar Bar vs Germani Brescia  95-76 (30-10; 52-35; 74-56)

Bar: Pullen 3, Gabriel 11, Needham 11, Jeremic 14, Sehovic 9, Smith 9, Whitehead 9, Lazic 2, Pavic 2, Vranjes 11, Bjelica 6, Lukovic 8. All: Pavicevic

Brescia: Cline 3, Vitali 2, Parrillo 0, Chery 11, Bortolani 11, Ristic 4, Crawford 11, Burns 13, Moss 6, Sacchetti 13, Ancellotti 2. All: Esposito

MVP Basketinside: Derek Needham, con i suoi 7 assist fa girare l’attacco della compagine di casa alla perfezione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy