EuroCup 3ª giornata: Brescia irresistibile stende l’Olimpia Lubiana

EuroCup 3ª giornata: Brescia irresistibile stende l’Olimpia Lubiana

Regge la legge del PalaLeonessa e la Germani Brescia resta imbattuta tra le mura amiche.

di Fabio Rusconi

E’ un’altra serata di gloria europea per Brescia, che supera l’Olimpia Lubiana al PalaLeonessa e coglie la seconda vittoria in EuroCup. Fattore PalaLeonessa rispettato, dove la Germani finora non ha ancora perso anche se le premesse stasera c’erano tutte. Brescia non ha capito molto dell’avversario nei primi 15′, poi ha iniziato a sfidare al tiro, a negare penetrazioni e più in generale a difendere con durezza anche spalle a canestro. La scommessa ha pagato e ora la Germani si gode la vetta in coabitazione del gruppo C. Match, come detto, iniziato male per i padroni di casa, che per 15 minuti difendono male e subiscono punti concessi facilmente dagli avversari. Il rebus Blazic sembra irrisolvibile ma è a metà seconda frazione che Brescia cambia faccia, alza il ritmo difensivo e a beneficiarne è il ritmo, l’attacco bresciano. La Germani riabbraccia un Lansdowne decisivo nei minuti caldi della sfida: è lui l’MVP della gara in quanto, seppur non brilli per larghi tratti, mette a segno i suoi ultimi quattro tiri, tre dei quali quando conta. Pesante, pesantissimo l’apporto della guardia del New Mexico, uno dei quattro giocatori in doppia cifra per Esposito (9 punti per Horton, con 8 rimbalzi, e per Vitali, con 7 assist): distribuzione di tiri e responsabilità ideale che dimostra come questa squadra sia già gran gruppo rodato e con una propria identità di gioco. Cosa che non è parsa essere un’Olimpia Lubiana poco squadra e tanto singoli, con Blazic e Miller-McIntyre a monopolizzare il gioco ma a non incidere nei minuti decisivi anche causa stanchezza. Tutti davvero promossi per Brescia, che ora dovrà confermarsi sabato a Trieste contro l’Alma.

Quintetto Brescia: Vitali, Lansdowne, Abass, Horton, Cain

Quintetto Lubiana: Miller-McIntyre, Blazic, Muric, Zirbes, Simonovic

Blazic sblocca l’incontro ma Brescia è dentro questa partita e lo dimostra, dopo 2′ di soli errori, con due triple in fila di Abass e Horton. Nessuna delle compagini prende il largo nelle prime battute (14-15 al 6′), con Brescia che però soffre nella seconda metà di primo quarto, subendo moltissimi punti facili da Blazic e Stipanovic, che firmano un 10-2 ospite con cui l’Olimpia allunga sul +9 (16-25 al 9′). Sacchetti tiene a galla i suoi con due centri consecutivi, ma è in difesa che Brescia si fa spesso cogliere impreparata: in ritardo sui close-out, molle nei tagliafuori, ed ecco che la Leonessa chiude il primo quarto a -8 (19-27). Boatright dona la doppia cifra di vantaggio ai suoi subito in apertura di secondo quarto, ma la Leonessa si affida alle giocate di Horton e di un Abass in continua crescita per rimanere a galla. Ma i viaggianti muovono benissimo la palla, mandando fuori giri i ragazzi di coach Esposito: Blazic, Miller-McIntyre creano superiorità costante sul primo passo, mentre Simonovic spalle a canestro attira spesso il raddoppio, soprattutto a seguito di cambi difensivi. Brescia comunque è a -6 (dopo essere stata a -11) col runner di Laquintana (27-33 al 13′), ma incassa immediatamente un parziale 7-0 di marca KruslinHopkins, che fa volare Lubiana a +13, il massimo vantaggio. Brescia in difficoltà, richiamata da Esposito con un timeout, scivola anche a -14 (29-43), ma trova poi una solidità difensiva inedita fin qui, oltre che canestri preziosi di Lansdowne, Vitali e di un Sacchetti fin qui in grande spolvero sui due lati del campo. Bel segnale per la Germani, che va al riposo sul -7 anche grazie a un gioco da tre punti nel finale di tempo di Vitali (39-46).

Esposito si gioca Moss in apertura di ripresa per provare a fermare Blazic. Ma è tutta la difesa bresciana a muoversi meglio e a metà terzo periodo la Leonessa torna definitivamente nella sfida (-2, 52-54 al 25′). Ottimo apporto di Cain e Lansdowne in fase realizzativa, con Brescia a trovare con agio la via del canestro. Cosa che non accade nel momento in cui Esposito spariglia i propri uomini in campo: il gioco infatti rallenta in attacco a causa di diversi errori di Horton da oltre l’arco. Le occasioni per il sorpasso nella terza frazione sono diverse ma, nella seconda parte della stessa, l’unico canestro bresciano dal campo è di Warner, che si aggiunge a un libero di Cain. Fortunatamente, per la Leonessa, la difesa è di gran livello e permette ai padroni di casa di affacciarsi all’ultimo quarto con 2 lunghezze di ritardo (55-57). Il sorpasso però arriva subito con la bomba di Horton, che riporta avanti Brescia dopo un lunghissimo inseguimento. Equilibrio assoluto ora in campo, con Warner a produrre gioco e ritmo per Brescia e a rispondere al duo Miller-McIntyreBlazic, al 35′ ancora pari (66-66). Squadre ora stanche e con poche idee in attacco, si segna con il contagocce. L’Olimpia è particolarmente appannata, trovando in svariati minuti solo punti dalla lunetta o dalle mani di un Miller-McIntyre che domina offensivamente il secondo tempo. I ragazzi di coach Rimac restano a galla grazie a diverse palle perse banali di Brescia, ma non sono più precisi in particolare da oltre l’altro. Dall’altra parte Brescia le prova tutte per buttare alle ortiche questa sfida, ma trova tre canestri consecutivi di un Lansdowne decisivo quando conta, inframezzati da un libero di Cain. Tanto basta per mandare ko gli avversari col punteggio di 78-71.

 

Germani Brescia Leonessa vs Cedevita Olimpia Lubiana 78-71 (19-27; 39-46; 55-57)

Brescia: Zerini 0, Warner 7, Abass 15, Cain 10, Vitali 9, Laquintana 2, Lansdowne 16, Guariglia 0, Horton 9, Moss 0, Sacchetti 10, Naoni n.e. All: Esposito

Lubiana: Kruslin 2, Boatright 9, Hopkins 10, Muric 0, Miller-McIntyre 21, Blazic 18, Stipanovic 2, Simonovic 7, Zirbes 2, Krampelj n.e., Mulalic n.e. All: Rimac

MVP Basketinside: DeAndre Lansdowne

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy