EuroCup 5ª giornata: un’irreale Teodosic regala alla Virtus una vittoria allo scadere

EuroCup 5ª giornata: un’irreale Teodosic regala alla Virtus una vittoria allo scadere

Il talento serbo prende per mano la Virtus nell’ultimo quarto e decide la partita con un tiro sulla sirena

di La Redazione

Virtus Segafredo Bologna – A.S. Monaco: 77 – 75

(Q1 19 – 17 / Q2 35 – 35 / Q3 50 – 53)

Virtus Segafredo Bologna: Gaines 12, Deri ne, Pajola 2, Baldi Rossi 5, Markovic 9, Ricci 8, Delia ne, Cournooh ne, Hunter 6, Nikolic, Teodosic 24, Gamble 11
Coach: Djordjevic

A.S. Monaco Basquet: Bost 3, Clemmons 9, Lacombe 2, Tillie 7, Yeguete 8, O’Brien 22, Buckner 7, Ouattara 11, Ennis 6, Sane
Coach: Obradovic

Referees: Shemmesh, Seffi, Aliaga, Jordi, Nikolic, Uros

Il primo tempo. Markovic, Nikolic, Ricci, Gaines, Gamble è il quintetto iniziale schierato da Coach Djordjevic. Gaines e Gamble portano subito avanti la Virtus, mentre Monaco risponde con Tillie, che vince il rimbalzo e infila il primo canestro Monegasco, 4 a 2 per la squadra di casa. Ennis dalla lunetta non sbaglia e la partita torna di nuovo in parità. Partita frizzante, con entrambe le squadre che lottano su ogni possesso, a rompere l’equilibrio ci pensa Gamble che tiene la posizione e sotto canestro non sbaglia, 6 a 4 Segafredo; Gaines trova due tiri liberi dopo una accelerazione in area, dalla lunetta fa bottino pieno e i bianconeri vanno sul +4. Ricci commette fallo su Buckner, che fa 1/2, 8 a 5 e Virtus che gestisce la partita. Gaines penetra in area e appoggia al ferro, altri 2 punti per la guardia Americana che porta i suoi a +5. Buckner ed Ennis accorciano lo svantaggio, ma Teodosic, subentrato a Nikolic trova l’assist vincente per Gamble; sempre Teodosic, poco più tardi entra in area, finta il tiro e trova Gamble sotto canestro che anche questa volta schiaccia il 14 a 9 virtussino. Teodosic entra nel pitturato, trova l’infrazione e porta suoi sul punteggio di 15 a 11; Pajola e Baldi Rossi sostituiscono Ricci e Gamble. Monaco però accorcia lo svantaggio e con i liberi si riporta a -3, 17 a 14 il punteggio a 50 secondi dalla fine del primo quarto. Altra infrazione del Monaco e altri 2 tiri dalla lunetta che vengono trasformati da Hunter, ma a pochi secondi dalla fine Ouattara, ancora dalla lunetta accorcia lo svantaggio francese, 19 a 17 Virtus e sirena di fine primo quarto. Secondo quarto che si apre con Monaco che trova la prima tripla della serata, alla quale risponde subito Pajola, 2 punti e Segafredo che torna subito in parità; Monaco trova il vantaggio con Ennis, ma Baldi Rossi risponde infilando nella retina l’assist sotto canestro di Hunter, 23 a 22 che diventa 25 a 22 con il canestro di Gaines. La Virtus gioca, lotta su ogni possesso e in attacco concretizza, Gamble porta a +5 le Vu Nere e Coach Obradovic è costretto chiamare il Time – out al 14’ del primo tempo. O’Brien torna dal Time out rigenerato e infila un break di 0 – 4 che costringe Djordjevic a chiamare Time Out, 27 a 26 e Virtus che adesso teme il ritorno della truppa guidata da Coach Obradovic. Teodosic, dopo aver preso un tecnico che non trova assolutamente d’accordo il pubblico accorso oggi al PalaDozza, trova una tripla fuori dall’arco, mentre Gaines completa il primo tentativo di fuga, trovando il canestro del 32 a 26 bianconero. Pajola stoppa e recupera un pallone in attacco che trova Ricci e l’infrazione francese, terzo fallo di squadra. Ricci dalla lunetta non riesce a concretizzare, mentre Monaco trova la tripla del -1. Partita combattuta che non trova un vero padrone, al 18’ del primo tempo passa in vantaggio nuovamente Monaco (32 a 33), Teodosic trova la tripla del vantaggio momentaneo, ma il club Francese chiude il secondo quarto pareggiando 35 a 35. Sirena e squadre che vanno negli spogliatoi.

Secondo tempo.  Terzo quarto che si apre con tanto nervosismo e tanta fatica da parte della Virtus di trovare canestro. Monaco parte con un 7-0 e Djordjevic è costretto a chiedere Time-out. 43 a 48 dopo 5’ del secondo tempo, Vu Nere in svantaggio e costrette a rincorrere. Svantaggio che diventa ancora più consistente quando Hunter e tutto il pubblico bolognese si lamenta per un fallo non fischiato in zona di attacco, 43 a 51. Nell’azione successiva Teodosic ottiene 2 liberi e dalla lunetta non sbaglia, e riduce a – 6 lo svantaggio bianconero. Il PalaDozza diventa una bolgia quando l’arbitro fischia un fallo molto dubbio commesso da Pajola, il decibel dei fischi aumenta in maniera esponenziale. Partita tesa, interrotta spesso dai fischi dell’arbitro che non trovano per niente d’accordo il pubblico di casa. Ricci trova la tripla della rimonta, con tiro direttamente dall’arco, che scatena la gioia del popolo Virtussino e del – 2 bianconero a 40’’dalla fine del terzo quarto. 49 a 51 Monaco. Hunter fa 1/2 liberi, ma Ouattara trova il canestro del momentaneo 50 a 53. Sirena e anche il terzo quarto va in archivio. L’ultimo atto del match si apre con il canestro di Clemmons che riporta a + 5 Monaco, Tillie trova la prima tripla della sua serata e allunga a +8 il vantaggio Monegasco, la Virtus fatica a concretizzare davanti e in difesa concede troppo. O’Brien fa 2 su 2 dalla lunetta, ma Teodosic tiene vive le speranze di rimonta Virtussina con una tripla dall’arco. Tillie trova altri 2 punti e Coach Djordjevic è costretto a chiamare il Time – Out sul punteggio di 53 – 62. O’Brien porta i suoi al massimo vantaggio della partita, Vu nere sotto di 11 punti e costrette ad una rimonta molto difficile. Ci pensa sempre Teodosic che trova l’ennesima tripla della sua serata, 56 a 64 al 35’ del secondo tempo. Ultimi cinque minuti di partita, la palla scotta, non per Baldi Rossi, che da posizione defilata trova la tripla del 59 a 64. Il pubblico ci crede, canta e sostiene la Segafredo che ora vede Monaco più vicina. O’Brian entra in area, tiene la posizione  si gira e in transizione trova il canestro del momentaneo + 5, 62 a 67; sempre Teodosic, su assist di Markovic trova i 3 punti della speranza, dall’arco gonfia la rete e accorcia lo svantaggio bianconero, 3’ minuti ancora da giocare e Vu Nere che ora si portano a -2 dai loro avversari, 66 a 68. Uno ispirato O’Brien trova il canestro del  68 – 70 a 1 minuto dalla fine, ma Teodosic serve Markovic che da tre sorpassa a 40”, per poi fare il quinto fallo poco dopo. 1/2 ai liberi di Yeguete e parità. Ultima azione per Teodosic, che subisce fallo a 4”. Liberi a segno e 75-73. Ancora O’Brien sfugge a Ricci e pareggia. Un secondo alla fine sale in cattedra Teodosic, prende il pallone, lo tiene e mette anche questo tiro, subendo anche fallo. Vince la Virtus, 77-75. Tutta la panchina scatta in campo per abbracciare il numero 44.

 

 

Ufficio Stampa Virtus Segafredo Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy