EuroCup, 5ª giornata: Venezia a fatica supera il Bahçeşehir

Importante vittoria per i ragazzi di De Raffaele arrivata solo dopo un supplementare

di Marco Muffatto

Parziali: 20-23; 42-36; 66-60; 78-78

Umana Reyer: Casarin 1, Stone 14, Bramos 15, Tonut 7, De Nicolao 3, Vidmar 2, Chappell 10, Mazzola 9, D’Ercole ne, Cerella 2, Fotu 14, Watt 11. All. De Raffaele.
Bahcesehir: Jones 5, Perez 19, Arkpinar 9, Ozdemir 7, Oncel 2, Green 22, Kilicli 2, Yildizli 6, Akyazili ne, Owens 8, Aldridge, E. Yilmaz 2. All. Aktas.

L’Umana Reyer riprende la marcia in 7Days Eurocup, chiudendo il girone d’andata con la vittoria al supplementare per 88-82 contro gli ostici turchi del Bahcesehir Istanbul.
Daye non recupera, con un roster a referto con 6 stranieri e 6 italiani. Lo starting five vede in campo De Nicolao, Tonut, Bramos, Mazzola e Watt, ma inizia decisamente meglio il Bahcesehir: trascinato da tre triple di Green, al 3′ è 4-11, con i due canestri orogranata entrambi di Tonut. Si arriva a metà quarto addirittura sul 4-15, poi gli orogranata iniziano a prendere le misure, con Stone che si aggiunge a Tonut in attacco (11-15 al 7′) e il canestro di Fotu su assist di Bramos vale il possesso di ritardo (13-16) al 7’30”. I turchi riallungano sul 14-23 al 9′, ma il finale di quarto registra la tripla di Bramos, un libero di Casarin e il canestro del 20-23 di Stone sulla sirena.
Si segna poco, in avvio di secondo quarto, quando le triple di Bramos e Mazzola riportano l’Umana Reyer a -1 (26-27 al 13’30”), con la risposta del Bahcesehir per il 26-32 al 16’30”. A questo punto, coach De Raffaele azzecca la mossa del quintetto piccolo formato da De Nicolao, Cerella, Chappell, Stone e Fotu, che mette in difficoltà gli avversari con l’aggressività della zona 3-2. Arrivano una serie di recuperi difensivi, con Chappell che firma il primo sorpasso sul 33-32 al 17’30”. Non bastano due time out alla panchina turca per interrompere l’inerzia. Cerella allunga il break fino al 13-0 (39-32 al 19′), poi Stone sale a 14 punti personali con la tripla del 42-34. Il Bahcesehir si affida ai soli liberi di Green per cercare di limitare il passivo e all’intervallo lungo è 42-36.
L’Umana Reyer riparte anche nel secondo con grande aggressività, recuperando palloni in difesa e costruendo con pazienza in attacco. Si sblocca anche Watt, poi Fotu mette la tripla del 49-36 al 22′. Il primo canestro ospite è di Owens dopo quasi 2’30”, anche se l’ex spende subito dopo il quarto fallo, e l’inerzia rimane orogranata, fino al 53-38 di Watt al 33’30”. Il Bahcesehir rientra comunque in partita con un break di 0-11 (53-49 al 26′), poi arriva una serie di cinque canestri da 3, su entrambi i lati del campo, con Mazzola che firma il 64-57 al 28’30”. Dopo il canestro di Vidmar a rimbalzo offensivo (66-57), un’altra tripla, di Green, chiude il quarto sul 66-60.
Gli orogranata tornano a +9 (73-64) al 33′ con la tripla di Bramos, ma è ancora lunga, perché i turchi non mollano e si avvicinano progressivamente: 73-68 al 34′, 75-72 subito dopo metà quarto, 76-74 al 37′, fino al pareggio sul 76-76 al 37’30”. Ai liberi di Watt risponde Perez, poi entrambe le squadre hanno il tiro della vittoria, ma sbagliano sia Green che Tonut: si va all’overtime sul 78-78. E qui, in un match che si accende, l’Umana Reyer alza il livello difensivo, portandosi sull’83-78 al 43′ con Bramos (sul tecnico alla panchina ospite), Fotu e Watt e grazie alla reattività a rimbalzo offensivo. Sono proprio le palle recuperate sotto il canestro avversario a consentire all’Umana Reyer di tenere a distanza il Bahcesehir, fino alla tripla di De Nicolao a -9” che chiude i conti sull’88-82.

Ufficio Stampa Umana Reyer Venezia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy