EuroCup, 7^ giornata: l’Aquila torna a volare anche in Europa

0

Un altro finale punto a punto, un’altra vittoria per la Dolomiti Energia Trentino, la seconda di fila e quella che spezza un digiuno che in EuroCup durava da 5 turni: i bianconeri battono l’ASVEL 79-77 nel Round 7 di coppa e mantengono ancora vive le proprie residue speranze di qualificazione alle Top 16 superando la capolista del girone C grazie ad una prestazione di solidità e compattezza su entrambi i lati del campo. Decisiva la doppia-doppia da 20 punti e 10 rimbalzi di Hogue (costretto a lasciare il campo nel cuore del quarto periodo per infortunio), ma il successo dell’Aquila è stato frutto di una prova corale di alto livello difensivo prima ancora che nella metà campo d’attacco, dove a brillare sono stati Gomes (16 punti), Craft e Forray (11 a testa).

Non impiegato Radičević, con cui il club bianconero ha definito la rescissione consensuale del contratto nelle ore precedenti il match.

Dolomiti Energia Trentino 79-77 Asvel Villeurbanne

Parziali: 22-22; 18-18; 19-17; 20-20.

Coach Maurizio Buscaglia deve fare a meno di Nikola Jovanović, squalificato per tre turni in EuroCup in seguito all’espulsione rimediata a Belgrado nel Round 6. I padroni di casa partono bene soprattutto grazie a un ottimo impatto difensivo che costringe l’ASVEL ad appena 3 punti nei primi 4’ di gioco (9-3 con 5 punti di Forray), e quando l’attacco dei francesi comincia ad ingranare con gli ingressi di Kahudi (8 nel primo quarto) e Buckner i bianconeri rispondono con la solidità di Gomes e la seconda tripla di serata di Forray (22 pari dopo i primi 10’).

Pascolo e Hogue ridanno un minimo vantaggio alla Dolomiti Energia (30-27), ma dopo il timeout speso da coach Mitrovic l’ASVEL forza un paio di perse ai bianconeri e si riporta avanti con un layup di Maledon e uno di Bilan (30-34). Hogue prosegue il proprio buon momento offensivo (13 punti e 4 rimbalzi all’intervallo lungo), Craft sale di colpi in difesa e un assist di “man of steal” permette a Lechthaler di inchiodare la schiacciata del 40-40 che fa esplodere il palazzetto trentino e manda le squadre negli spogliatoi.

Nel terzo quarto, due triple consecutive di Gomes provano a spezzare un equilibrio che invece dura per tutto il parziale: i bianconeri non sono continui in attacco ma chiudono ogni spazio in difesa agli attaccanti francesi, così la Dolomiti Energia con una bomba di capitan Forray si porta sul 53-47. L’ASVEL però anche dopo essere arrivata a meno 8 con i colpi di Hogue e Gomes si ricompone e rientra sulle ali di Maledon e Bilan (59-57 dopo 30’).

Flaccadori, Gomes e il “solito” Hogue tengono avanti Trento (68-65), poi sono 5 punti consecutivi di Kalnietis a far rimettere il naso avanti ai francesi punendo un paio di passaggio a vuoto in attacco dei ragazzi di coach Buscaglia. La tavola è apparecchiata per un gran finale punto a punto: Dustin lascia il campo infortunato ma non prima di essere arrivato a quota 20 punti e 10 rimbalzi; Flaccadori e Craft confezionano le giocate che danno il +4 all’Aquila a 35” dalla fine. Slaughter mette paura alla BLM Group Arena (77-76), un rimbalzo d’attacco e due liberi di Flaccadori permettono a Trento di ottenere un successo che consente ai bianconeri di poter credere ancora nel passaggio del turno.

Trento: Marble 2, Radicevic ne, Pascolo 4, Mian 3, Forray 11, Flaccadori 10, Craft 11, Mezzanotte, Gomes 16, Hogue 20 (10 rimbalzi), Lechtaler 2. All.: Maurizio Buscaglia.

Villeurbanne: Maledon 10, Slaughter 14, Kalnietis 5, Galliou, Sow, Bilan 16, Nelson 5, Buckner 5, Lighty 7, Briki, Kahudi 15. All. Zvezdan Mitrovic.

MVP Basketinside.com: Dustin Hogue.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here