EuroCup, 7ª giornata: Trento domina 15′ poi si addormenta. Prima gioia Budućnost

Il fanalino di coda del girone festeggia alla BLM Group Arena.

di La Redazione

Dolomiti Energia Trento – Budućnost Podgorica 69-76 (22-13, 41-33, 49-64)

Trento: Kelly 12, Blackmon 16, Craft 10, Knox 8, King 7, Gentile 4, Forray 4, Mian 8, Pascolo, Mezzanotte, Lechtaler NE, Ladurner NE

Podgorica: Cobbs 5 (11 assist), Bamforth 9, Martin 18, Bozic, D.Nikolic 13, Sehovic 4, Ivanovic 10, Ilic 4, Meiers 11, Popovic 2, Z.Nikolic NE, Zugic NE

Un terzo quarto da incubo costa alla Dolomiti Energia Trentino il Round 7 di 7DAYS EuroCup: alla BLM Group Arena la spunta 69-76 il Buducnost VOLI Podgorica, che conquista il primo successo nel gruppo D lasciando a quota tre vittorie (e quattro sconfitte) i bianconeri.

La Dolomiti Energia parte bene e conduce con autorevolezza i primi 20’ cavalcando un James Blackmon da 14 punti nel primo tempo, ma cede di schianto nel terzo parziale (8-31 di parziale nei 10’) quando l’attacco dei bianconeri si inceppa e il Buducnost ingrana le marce alte. A quel punto Trento, nonostante un disperato assalto nel finale lanciato da un paio di triple di Fabio Mian, non riesce più a riacciuffare il match, con Cobbs e compagni a strappare il primo successo stagionale in 7DAYS EuroCup.

Oltre ai 16 punti di Blackmon, buone prestazioni individuali per Rashard Kelly (12 punti, sette rimbalzi e due assist) e per il solito Aaron Craft da 10 punti, sette rimbalzi, sei assist e due recuperi. Domenica a mezzogiorno i bianconeri hanno occasione per un pronto riscatto in casa contro la Vanoli Cremona nel nono turno di regular season in Serie A, mentre in 7DAYS EuroCup per continuare a inseguire il sogno qualificazione alle Top 16 saranno decisive le trasferte a Oldenburg e Gdynia, al momento alla pari con Trento in classifica nel gruppo D.


BOXSCORE STANDINGS


Il momento chiave

Il rientro dall’intervallo lungo di Trento è traumatico: il break di 31-8 in favore dei montenegrini nel terzo quarto ispirato dai canestri da lontano di Scott Bamforth e dal dominio in area di Hassan Martin (18 punti, sette rimbalzi, quattro stoppate e tre recuperi) ribalta completamente la partita e lancia la fuga del Buducnost.


Il numero

15 – Le palle perse della Dolomiti Energia, contro le sette del Buducnost che ha trattato meglio la palla e generato dal suo attacco 21 assist di squadra.


Parola al coach

«Abbiamo giocato due partite all’interno dei 40’, questa sera: i nostri avversari hanno giocato con consistenza per tutti i 40’, noi abbiamo attraversato troppi alti e bassi e abbiamo pagato i nostri passaggi a vuoti con dei grandi break subiti in particolare nel terzo quarto. Ora in EuroCup ci aspettano due partite decisive in casa di ottime squadre come Oldenburg e Gdynia: abbiamo già vinto in trasferta su campi difficili come Podgorica e Istanbul contro Buducnost e Galatasaray, proveremo a ripeterci».

– Nicola BRIENZA, Allenatore Dolomiti Energia Trentino

 

 

Uff.stampa Aquila Basket Trento

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy