EuroCup 7ª giornata: Venezia resiste due quarti poi il Partizan scappa via

Vittoria del Partizan nel recupero di 7DAYS EuroCup, decisivo lo strappo serbo nel terzo quarto con un parziale di 21 a 0.

di Marco Muffatto

Partita senza nessun effetto sulla classifica finale nel recupero della settima giornata di 7DAYS EuroCup. Venezia già eliminata mentre il Partizan, sicuro del quarto posto e già qualificato per le To16.

Belgrado al gran completo, mentre De Raffaele concede un riposo a capitan Bramos e Vidmar.

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Stone, Tonut, Cerella, Fotu.

QUINTETTO BELGRADO: Paige, Miller-Mcintyre, Dangubic, Thomas, Mosley.

 

PRIMO PERIODO:

Quintetto “atipico” per coach De Raffaelle con Paige che con una tripla apre la partita a cui rispondo prima Tonut e poi De Nicolao. Difesa subito forte per gli orogranata che genera un primo vantaggio sul 11-8 dopo 7 minuti di gioco. Punteggio basso in questo primo quarto con Watt che prova a far scappare via Venezia che chiude avanti 18 a 11 grazie anche alla tripla sulla sirena di D’Ercole.

SECONDO PERIODO:

Partono forte gli orogranata che volano sul +10, ma il Partizan non ci sta e spinto da un quintetto totalmente serbo si avvicina al 25-20 con 5’44’’ dall’intervallo lungo. Adesso è Venezia che fatica a trovare la via del canestro con soli 8 punti segnati dopo 8 minuti. Chappell sblocca l’attacco veneziano e una successiva buona difesa genera un ribaltamento con Watt che realizza due liberi per il 31-23 con 52’’ dalla pausa. Due liberi di Miller chiudono il primo tempo.

TERZO PERIODO:

Parte subito forte Venezia con Tonut e Daye prova a scappare via, ma c’è immediata reazione del Partizan che si avvicina sul 38-34 con 6’30’’ da giocare. Cerella trova finalmente la prima tripla della partita e lancia il parziale  hiuso con il contropiede di Watt per il 43-34. Belgrado non molla e Thomas con un 7-0 personale riporta a -2 la sua squadra con 3’03’’ dall’ultimo quarto. Paige dall’angolo fima il sorpasso serbo e guida il parziale aperto di 16-0 per il 43-50 con 1’36’’ sul tabellone. Belgrado alza i giri anche in difesa costringendo a scelte forzate e palle perse per gli orogranata. Tonut chiude il parzialer bianconero per il 45-55 che chiude il terzo periodo.

QUARTO PERIODO:

Venezia prova a rimanere a contatto a suon di liberi con Watt, arrivando fino al -8, ma Belgrado stasera è praticamente infallibile dall’arco e vola sul +15 con 5’43’’ dalla fine. Venezia sembra non averne più e De Raffaele ne “approfitta” per dare spazio anche ai giovani Possamai e Biancotto. Negli utlimi minuti Venezia prova a contenere lo svantaggio chiudendo sul 59-79.

UMANA REYER VENEZIAPARTIZAN BELGRADO 59 – 79

MVP BASKETINSIDE:

Rashawn Thomas

Parziali: 18-11; 33-27; 45-55.

A breve tabellini completi

Umana Reyer: Casarin 4, Stone, Tonut 4, Daye 3, De Nicolao 5, Chappell 8, D’Ercole 3, Cerella 3, Possamai 4, Biancotto, Fotu 4, Watt 21. All. De Raffaele.

Partizan: Miller-McIntyre 9, Mika 2, Zagorac 2, Paige 11, Dangubic 7, Jaramaz 12, Velickovic ne, Jankovic 8, Thomas 17, Trifunovic 11, Mosley. All. Filipovski.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy