EuroCup, 8ª giornata: Andorra è implacabile, la Virtus va ko!

L’ultimo quarto è fatale ai bolognesi, che subiscono un parziale di 27-10, ma mantengono la differenza canestri.

di Francesco Strazzari

MORABANC ANDORRA – VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 93-79 (27-22, 25-22, 14-25, 27-10)

Seconda sconfitta in campo europeo per la Segafredo di Djordjevic, che cade sul parquet di Andorra 93-79, sotto i colpi di Massenat e Sy. Alla Virtus non bastano i 19 di Teodosic, che dopo l’intervallo però non rientra più in campo: situazione da valutare, si pensava a qualche fastidio fisico per il serbo, che aveva dominato il primo tempo dei bianconeri. In realtà Coach Djordjevic nella conferenza post partita ha spiegato la scelta: “Teodosic non ha giocato nel secondo tempo perché volevo avere una risposta dagli altri”.

La Virtus dei primi 20 minuti sembra essere la stessa di quella vista nelle ultime uscite tra campionato e coppa. Andorra tira quasi alla perfezione fino all’intervallo (53% da 2 e 64% da 3), toccando più volte anche il +15, dopo una partenza sprint (14-0) nei primissimi minuti di gioco. Il talento cristallino di Teodosic mette in moto la Segafredo: il “44” ne infila 19 nel solo primo tempo (4/6 da 3), trascinando letteralmente i compagni e rimettendoli in carreggiata. Nella ripresa Bologna ritrova energia e chiude addirittura avanti la terza frazione, lasciando solo a 14 l’attacco di casa.

L’ultimo quarto è però disastroso, con Andorra che mette a segno 27 punti, mentre la squadra di Djordjevic si ferma a 10, nonostante i tentativi di Gaines nel finale. Bologna perde 93-79, mantenendo la differenza canestri dello scontro diretto, in attesa delle ultime decisive sfide con Patrasso e Monaco.

Quintetto Andorra: Hannah, Todorovic, Walker, Sy, Musli

Quintetto Virtus: Markovic, Gaines, Cournooh, Ricci, Delia

Avvio traumatico per gli uomini di Djordjevic, che non trovano la via del canestro per i primi 3′ di gioco, subendo il break iniziale di 10-0 dei padroni di casa. Andorra è infallibile dalla lunga distanza (5 triple a bersaglio delle prime 6 tentate) ed il punteggio arriva al 14-0. Entra Teodosic, cambia la partita: 11 punti in un amen dell’asso serbo (3/3 da oltre l’arco) risvegliano i bianconeri. La conclusione di Gaines avvicina ulteriormente la Virtus, che chiude il primo quarto sotto 27-22, dopo aver avuto anche quindici lunghezze da recuperare.

Altra falsa partenza della Segafredo, con Andorra che piazza un altro 10-0 firmato anche dalla tripla di Hannah e vola sul 37-22. I primi due punti degli ospiti arrivano a gioco fermo, grazie a due liberi di Vince Hunter. Sembra di rivedere il film del primo periodo quando la Virtus si riavvicina per un momento, salvo poi crollare nuovamente e piombare sul -15, grazie al gioco da 4 punti di Massenat (43-28). La partita continua a vivere di parziali da una parte e dall’altra e l’ennesima tripla di Teodosic tiene ancora a galla i suoi (48-41). All’intervallo si va negli spogliatoi sul 52-44.

Tanti errori per entrambe le squadre nella prima metà del terzo periodo, con palle perse a raffica da una parte e dall’altra. Pajola non concretizza un antisportivo di un poco presente Musli. Nell’azione successiva Perez vola ad inchiodare in contropiede la schiacciata che vale il nuovo +9 per Andorra, facendo infuriare Djordjevic che ferma il gioco (62-53). Bologna torna fino al -3, guidata da 2 triple consecutive di Frank Gaines. Andorra è in black-out totale, la Virtus in fiducia: prima Cournooh dall’angolo, quindi Baldi Rossi a fil di sirena mandano a bersaglio altre due conclusioni da oltre l’arco che valgono il primo vantaggio dei bolognesi (66-69).

Andorra parte ancora una volta fortissimo, sfruttando le disattenzioni di una Virtus poco lucida:  13-3 il parziale degli uomini di Navarro, che costringono il collega a chiamare immediatamente timeout (79-72). Hannah continua a dare spettacolo, mantenendo inalterato il divario quando si entra nell’ultima metà del quarto. La Segafredo non trova più luce a livello offensivo, con Markovic che sembra essere in una serata particolarmente negativa e Teodosic che non è più rientrato dopo l’intervallo. Il risultato finale è 93-79, con la Virtus che incrocerà Patrasso nel prossimo turno, in programma l’11 dicembre dopo la sosta.

Tabellino Andorra: Perez 6, Sy 17, Llovet 8, Massenat 17, Hannah 9, Todorovic 5, Diagne N.E., Walker 8, Colom N.E., Jelinek 16, Senglin 4, Musli 3

Tabellino Virtus: Gaines 18, Deri N.E., Pajola 3, Baldi Rossi 6, Markovic 6, Ricci, Delia 3, Cournooh 3, Hunter 7, Nikolic N.E, Teodosic 19, Gamble 14

BASKETINSIDE MVP: Clevin Hannah (9 punti, 13 assist)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy