Eurocup 9ª giornata: una Brescia già eliminata cede il passo a Malaga

Gara comunque convincente della Leonessa nonostante la sconfitta.

di Fabio Rusconi

Giocare sapendo di non poter migliorare la propria posizione non è semplice. Brescia si presenta a cospetto di Malaga sapendo di essere già eliminata dal girone B di Eurocup, a causa della vittoria del Mornar Bar di qualche ora prima. La sconfitta, si potrebbe pensare, è logica conseguenza, al cospetto di un avversario superiore, leader del girone e desideroso di cementificare il ranking del raggruppamento. L’insuccesso avviene, ma a testa alta. Brescia tiene botta e porta l’Unicaja a giocarsela agli ultimi possessi, pagando un terzo quarto sottotono. Non basta un ottimo Cline a fermare l’impeto di Brizuela e Bouteille, che rendono dolce la trasferta degli andalusi. Per la Leonessa poco male e testa alla importante gara di domenica, in casa contro Venezia.

Quintetto Brescia: Vitali, Moss, Crawford, Cline Burns

Quintetto Malaga: Mekel, Guerrero, Alonso, Abromaitis, Thompson

Parte forte Malaga con le bombe di Alonso e Abromaitis. Risponde Brescia con Cline che impatta a quota 9 dopo 3′ di gioco. Malaga più in palla e motivata a vincere, Brescia con poche ambizioni e velleità subisce un 9-0 di parziale che spinge gli andalusi al massimo vantaggio. Prova a rientrare Brescia con l’energia della sua panchina, Ristic su tutti, rientrando fino a -4 in svariate occasioni. Ottimo l’apporto del lungo serbo il cui feeling con Chery sembra migliorare: la Germani rimane a contatto,. chiudendo a -2 il primo quarto (24-26). Bella reazione della banda di Buscaglia.

Ottimo anche Bortolani, che nel secondo quarto appoggia al vetro il pareggio bresciano. Lo segue la bomba su Burns, per il 9-2 bresciano che dona alla Leonessa il primo vantaggio di serata. Reazione rabbiosa dei viaggianti, affidata ai canestri di Brizuela e Alonso: break 9-0 Unicaja (29-33) e immediato timeout di coach Buscaglia, che ottiene immediatamente la tripla di Crawford al reingresso sul terreno di gioco. Si prosegue sul filo dell’equilibrio, con attacchi a trovare buone soluzione da ambo le parti (42-45 al 18′). E’ Brizuela a trascinare Malaga, mentre nelle fila bresciane in buono spolvero Cline (ormai sempre più una certezza). All’intervallo lungo il punteggio si fissa sul 46-48.

Un solo canestro per parte nei primi 3′ abbondanti di ripresa, con le difese molto più cinische e attente. Malaga prova a scappare via, anche a causa di qualche errore di troppo bresciano, che gioca fluido in attacco ma non capitalizza ottimi tiri. Dall’altra parte Bouteille sgancia la bomba del +7 (52-59 al 28′). La Germani ora fatica a far correre il referto alla voce punti, impantandosi in attacco e trovando spesso il ferro. Nemmeno Burns dalla lunetta sblocca dalla lunetta una Leonessa da soli 6 punti fin qui nel quarto: ci pensa allora il solito Cline a lottare sotto le plance. Grazie alla difesa Brescia rimane in piedi: 54-59 al 30′.

Ultimo quarto di grande equilibrio e a metà quarto le squadre sono appaiate a quota 66. Brescia riprende il comando con la bomba di Crawford, ma Botueille e Brizuela reagiscono e siglano un 5-0. Timeout Buscaglia, ma Malaga continua a segnare con la medesima coppia. In mezzo un canestro di un Cline mai domo, ma il break di 10-2 è un colpo devastante per la Germani, decisivo in una gara così sul filo del rasoio. Brescia avrebbe infatti l’opportunità di riaprirla, ci prova con il solito Cline. che sigla il -5 (76-81). Brizuela fa 1/2 ai liberi, Kalinoski non molla e segna dall’arco il -2. Ma è troppo tardi, Alonso è glaciale dalla lunetta e archivia la pratica. Vince Malaga: 79-83.

Germani Brescia vs Unicaja Malaga 79-83 (24-26; 46-48; 54-59)

Brescia: Cline 22, Vitali 4, Chery 4, Bortolani 11, Ristic 10, Crawford 13, Burns 4, Kalinoski 5, Moss 4, Ancellotti 2, Parrillo n.e., Bertini n.e. All: Buscaglia

Malaga: Thompson 9, Brizuela 20, Alonso 11, Sanchez 2, Waczynski 2, Abromaitis 10, Guerrero 8, Nzosa 0, Suarez 0, Gerun 0, Bouteille 18, Mekel 3. All: Casimiro

MVP Basketinside: Dario Brizuela, costante e continuo nella gara, sale in cattedra quando la palla pesa nel secondo tempo. Sforna anche 5 assist.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy