EUROCUP, GRUPPO A: Cantù brutta di notte, perde alla prima contro Gran Canaria

0


La Pallacanestro Cantù perde 101-81 alla sua prima apparizione in EuroCup quest’anno sul difficile campo di Gran Canaria, la squadra sulla carta più ostica del girone. Per la compagine lombarda sono tornate a galla le molteplici amnesie difensive e un gioco di squadra ancora da registrare; in aggiunta a questo è venuto a mancare il contributo fondamentale di alcuni uomini su cui l’allenatore ha fin da subito puntato durante il precampionato, Hollis su tutti. Tra gli ospiti in evidenza soprattutto il reparto lunghi ben rappresentato dall’ex Siena e Detroit Summers e dal capoverdiano Tavares, e dal playmaker Kuric, capace di spaccare con il pick’roll la difesa canturina in più di un occasione e vero MVP dell’incontro.
A differenza di quanto fatto vedere domenica sera contro Varese, Cantù parte subito a mille, sbloccando l’incontro con una tripla di Hollis e realizzando in un amen il break di 11-3 che costringe i padroni di casa a chiamare il primo time-out dopo soli tre minuti di gioco. Gran Canaria prova a rientrare nel punteggio con cinque punti veloci ma la coppia di guardie canturine Odom-Feldeine annullano i tentativi spagnoli segnando rispettivamente due e tre punti. Con l’entrata in campo di Mbodj al posto di Williams si aprono gli spazi adatti a Baez e Kendall per fare male alla difesa di Sacripanti e in poco tempo gli uomini in giallo rientrano fino ad impattare sul 16-16 prima dei due liberi da Bellas. Cantù fatica a far girare palla, continuando ad insistere con gli isolamenti personali, e così la tecnica e il talento degli spagnoli la cacciano indietro nel risultato, più precisamente sul 24-20 al termine del primo quarto.Al rientro una tripla di Abass prova a scuotere gli animi ma la schiacciatona di Tavares, il dinamismo di Summers e il 6-0 firmato da Kuric e dall’ex Pistons spengono le luci alla squadra di Sacripanti che scivola sotto di nove lunghezze sul punteggio di 32-23 prima della tripla di Feldeine. E’ sempre l’esterno dominicano a suonare la carica e riportare i suoi compagni fino al -5 ma troppe disattenzioni difensive vengono pagate caramente dalla squadra di Sacripanti che continua a subire lo strapotere fisico di Summers e le incursioni a testa bassa di Kuric. Il numero 4 canturino continua ad infuocare la retina (4/4 da tre e 18 punti fin’ora) ma l’ingresso di Baez scombussola gli accoppiamenti in difesa e Gran Canaria chiude con un parziale di 11-0 il primo tempo dell’incontro (51-40).
Al rientro gli spagnoli ricominciano laddove si erano fermati, realizzando nel giro del primo minuto un parziale di 5-0 ad opera del fastidioso Tavares e Bellas che fanno sprofondare Cantù nelle sue incertezze. A questo punto Sacripanti decide di giocarsi la carta della difesa a zona e in questo modo la sua squadra riesce per lo meno a riportare il punteggio alla situazione antecedente l’inizio del quarto. Il fallo tecnico fischiato a Jones ridà ossigeno a Gran Canaria che torna a segnare dopo due minuti abbondanti con il libero di Oliver e il 6-0 realizzato da Baez e Urtasun che la riportano avanti di quindici punti. Nel finale è un tiro di pura volontà di Stefano Gentile ad accorciare su quello che è il risultato parziale di 69-57 per i padroni di casa.Kuric al rientro realizza tramite una tripla il suo diciannovesimo punto, Urtasun e Summer si dimostrano implacabili, Tavares porta a spasso tutta la difesa avversaria e Gran Canaria raggiunge il suo massimo vantaggio di +21 a poco più di sette minuti dal termine. Cantù prova a rientrare con un Buva molto propositivo ma ormai il destino dell’incontro pare tracciato, con gli spagnoli che veleggiano sulle ali dell’entusiasmo e fanno divertire i tifosi accorsi con alley oop e schiacchiate firmate dalla premiata ditta Kuric-Summer. Il punteggio finale premia giustamente Gran Canaria 101-81.
HERBALIFE GRAN CANARIA: Oliver 3, Newley 9, Urtasun 3, Bellas 14, Baez 9, Kendall 4, Santana 3, Pauli 6, Tavares 12, Kuric 21, O’Leary 4, Summers 13.
FOXTOWN CANTU’: Johnson-Odom 14, Feldeine 25, Abass 3, Bloise 1, Mbodji 6, Jones 5, Hollis 4, Buva 2, Gentile 9, Williams 12.