Eurocup-Gruppo C: Roma scatenata asfalta Charleroi

di Martina De Angelis

Continua il momento più che positivo in Europa della Virtus Roma, che mai come quest’anno sta facendo la voce grossa in ambito europeo: al Palazzetto dello Sport la squadra della capitale vince contro Charleroi una partita dominata dall’inizio alla fine. Dopo una serie di gare caratterizzate da inizi difficili e rocambolesche rimonte, finalmente Roma riesce a correggere il tiro e scendere in campo con la stessa grinta che l’abbiamo vista mettere in campo nei miracolosi recuperi: dal primo minuto Roma è precisa al tiro, reattiva in difesa e mette cuore e grinta in campo, mandando totalmente nel pallone Charleroi. Bobby Jones è in una di quelle serate fenomenali in cui è inarrestabile, e spinge i compagni a seguire le sue gesta, come Ejim che finalmente sembra riuscire piano piano a crearsi il suo spazio, Gibson che ormai sta diventando una certezza, Sandri che dà segni di grande miglioramento e D’Ercole, che finalmente sembra tornato se stesso. Ma tutti i ragazzi di Roma giocano con intensità e grinta, si vede che stanno crescendo e acquisendo esperienza, e solo un paio di volte lo Spirou prova a riavvicinarsi, grazie soprattutto al trio Page, Wise e Collins, ma non riesce mai a riagganciarsi, pagando quel primo quarto di blackout quasi totale.
Ora la situazione di Roma in Europa è ottima e si può dire che abbia più un piede nella qualificazione che fuori, anche se deve aspettare i risultati di domani del resto del girone per farsi un’idea precisa della situazione: comunque è un ottimo primo risultato che non può che far crescere l’entusiasmo di una squadra che sta crescendo e che può solo continuare a migliorare.

 

LA CRONACA:
Inizia forte Roma con una rapita di Jones e una tripla di Triche che portano subito al 4-0. Continua un grande parziale per Roma, che al 4′ si è già portata al 9-0 e che costringe uno stralunato Charleroi a fermare tutto con un time out. I primi tre punti per gli ospiti arrivano ad oltre metà tempo, ma Roma lascia poco spazio agli avversari con una difesa aggressiva e con un attacco tutto descritto dalle due schiacciate di Ejim, e chiude i primi 10′ sul 23-15.  Collins prova a far riavvicinare i suoi, riuscendo con le sue triple ad arrivare fino al meno sei, al 15′, ma Bobby Jones è in una di quelle sue serate dove spinge l’acceleratore al massimo: i suoi tiri, supportati dalle ottime giocate dei compagni di squadra, portano Roma a mantenere il suo vantaggio e ad andare all’intervallo lungo avanti 50-37. Cala leggermente l’intensità e la precisione di Roma in apertura di secondo tempo, e Charleroi ne approfitta subito per provare ad avvicinarsi, ma è ancora Jones a fare la voce grossa sia in attacco che in difesa: ancora una volta è lui a trascinare i compagni, e con l’aiuto di Gibson e Triche Roma si trova sul 62-44 al 25′. Wise e Page provano a non mollare, ma la partita gli sfugge sempre più dalle mani: anche se la Virtus è meno precisa rispetto all’inizio continua a condurre al 30′ con l’ampio margine di 70-56. Tentenna un po’ Roma nei primi minuti dell’ultimo quarto, ma è il Capitano Lollo D’Ercole a rimetterla in carreggiata; la squadra vola sulle ali dell’entusiasmo, e la maggior parte del quarto è poco più che garbage time: Roma, con una solida prova, trionfa al 40′ per 100-69.

Virtus Roma: Jones 19, Morgan 17, Ejim 15, Triche 11, D’Ercole 10, Gibson 10, Stipcevic 10, Sandri 6, De Zeeuw 2

Spirou Charleroi: Page 16, Wise 15, Collins 15, Mukubu 14, Jadin 5, Enobakhare 2, Bekhin 2

 

SALA STAMPA

Coach Stas: “Dobbiamo guardare come siamo arrivati stasera, con giocatori nuovi e altri infortunati…ciò non toglie che Roma è forte e ci ha battuto malamente sia all’andata che al ritorno. Per noi è stata una partita difficile, per fortuna oggi non era la partita della qualificazione, non che il livello fosse troppo alto ma il fatto è che se arrivi con una squadra non al completo è difficile affrontare al massimo un gruppo come Roma: in questo stato, la sconfitta ci può stare…poi è chiaro, se troviamo Bobby Jones in una serata così, buon per lui e male per noi! Però sarebbe bello avere il roster completo per poter giocare al meglio le nostre carte.”

Coach Dalmonte: “Ho apprezzato tanto l’impatto serio e professionale della squadra, perchè era una di quelle partite trappola a livello mentale, dove se sei superficiale rischi di cadere malamente e invece abbiamo avuto un buon impatto iniziale, e siamo stati bravi a gestirla tecnicamente e mentalmente. Abbiamo sette giocatori in doppia cifra, un ottimo apporto difensivo di tutti…ora si sono meritati un giorno di riposo, ma subito giovedì ci prepariamo per una affascinante sfida con Reggio Emilia. Domani aspettiamo i risultati e gli incastri delle altre partite del gruppo, e in base a questo andremo a leggere qual’è la situazione.”

Melvin Ejim: “Oggi è stata una partita importante perchè ha dimostrato come possiamo giocare come squadra, siamo stati in grado di tirare bene e coinvolgere tanti giocatori, inoltre in difesa abbiamo fatto vedere buoni elementi, dimostrando il potenziale con cui la squadra può e potrà giocare. Io mi sto ambientando, prima di tutto amo questa città, e la squadra è ottima: il coach mi ha detto che  il mio primo anno da professionista e quindi ho bisogno di tempo, e io sto continuando a giocare e impegnarmi, e oggi sono riuscito a migliorare e ad andare meglio. Sto imparando ad adattarmi ad una nuova situazione e a un nuovo ambiente e campionato, e questo mi sta aiutando a crescere tanto.”

Fotogallery a cura di Federico Rossini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy