EUROCUP, Quarti di Finale: Halperin allo scadere regala la vittoria all’Hapoel Jerusalem

0
www.siol.net

 

Hapoel Migdal Jerusalem 81 – 78 Nizhny Novgorod

La tripla allo scadere di Yotam Halperin ha fatto la differenza nella partita equilibratissima tra l’Hapoel Jerusalem e il Nizhny Novgorod che si è svolta alla Goldberg Arena di Gerusalemme. Prima volta ai quarti di finale di Eurocup per entrambe le formazioni che hanno dato vita ad uno spettacolo di pallacanestro eccezionale, condito dal tiro all’ultimo secondo del giocatore israeliano.

L’Hapoel comincia fortissimo con le conclusioni dall’arco di Kitchen e DuPree e alla forza sotto canestro di Parakhouski; gli ospiti provano a tener botta con la classe sopraffina di Rochestie e al talento offensivo di Thompson. E’ proprio quest’ultimo a dare il primo vantaggio ospite (19-22) con una tripla dall’angolo, prima che il solito Parakhouski con un lay-up chiuda il primo quarto di gioco col punteggio di 21-22. Nel secondo quarto, dopo il botta e risposta firmato dalle triple di Kitchen e Panin, è l’antisportivo fischiato a Wright a dare il largo al vantaggio ospite che, approfittando della situazione, si portano a fine periodo sul 36-40 con un +4 rassicurante.

Il terzo quarto si apre con l’ennesimo lay-up di Parakhouski e successivamente con la tripla di Halperin che tengono vive le speranze dell’Hapoel di riacciuffare l’incontro. Ma è Thompson a dare la scossa al Nizhny con un alley-oop pregevole (assistito da Antonov) e a dare il massimo vantaggio (+6) agli ospiti. Ma è sempre un antisportivo, questa volta fischiato ad Antonov, a far girare di nuovo la partita; infatti l’Hapoel, grazie ai liberi di DuPree e Halperin, riescono ad impattare la partita sul 48 pari. E’ ancora Parakhouski a far tornare in vantaggio i padroni di casa con un gioco da tre punti importantissimo. Però dalla panchina del Nizhny esce un indemoniato Barburin che, con un paio di azioni decisive, riporta i suoi in vantaggio 60-64, scacciando i tentativi di rimonta dell’Hapoel. Sono le triple di Duncan e Kitchen a riportar sotto gli israeliani, fino al 73-74 a tre minuti dalla fine. Tutto si gioca negli ultimi minuti di gioco: prima è Rochestie a portare in vantaggio il Nizhny ad un minuto dalla fine, ma Kitchen rimette tutto in parità. Decisivo è l’errore di Thompson dalla lunga distanza che lascia l’ultimo possesso all’Hapoel. Gli israeliani, sostenuti da un pubblico letteralmente infuocato, lasciano tutto nelle mani del capitano Halperin che con una tripla pazzesca all’ultimo istante sancisce la vittoria per i suoi: 81-78 il risultato finale.

 

Hapoel:  Eliyahu, Maayan, Ariel, Kitchen 16, DuPree 12, Parakhouski 18, Halperin 17, Wright 2, Menco, Green 4, Duncan 12, Bruesewitz
Nizhny:
  Baburin 6, Brezec 21, Ivlev 2, Antonov, Korobkov 4, Khvostov 5, Gubanov, Panin 6, Thompson 21, Rochestie 13, Savelyev