EuroCup, Top 16: Walden è incontenibile, il Partizan supera la Virtus al fotofinish al Paladozza!

0

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – PARTIZAN BELGRADO 82-84 (18-13, 29-22, 21-28, 14-21)

La Virtus Segafredo conduce per 39 minuti nel big match col Partizan, ma crolla nel finale sotto i colpi di un super Walden: i serbi passano 82-84.

Pubblico delle grande occasioni al Paladozza, con oltre 400 tifosi provenienti da Belgrado e la standing ovation iniziale per la leggenda Sasha Danilovic, presente in parterre per l’occasione.

In campo si fa sul serio sin dall’inizio, con le difese che prevalgono sugli attacchi (non si segna per i primi 3 minuti) nel primo quarto. Stefan Markovic è l’anima della Segafredo, mentre tra i serbi si accende ben presto Walden. Nel secondo periodo la Virtus prova la prima fuga, salendo anche sul +14, ma la squadra di Trinchieri reagisce, nonostante l’infortunio di Gordic. Le squadre vanno all’intervallo sul 47-35, con la tripla finale di Teodosic che fa esplodere il Paladozza.

Nella ripresa è sempre Walden la spina nel fianco della difesa bianconera, che inizia a soffrire le iniziative e la fisicità dei serbi. Markovic e Teodosic tengono i bolognesi davanti nel punteggio, supportati da un preziosissimo Gamble. Il Partizan risale canestro dopo canestro, trascinante da uno straordinario Walden, mentre la Virtus perde il ritmo della prima metà di gara. In un finale punto a punto, la palla persa dalla Segafredo ed il successivo contropiede degli uomini di Trinchieri regalano il successo agli ospiti. La tripla per la vittoria di Teodosic si infrange sul ferro ed il Partizan festeggia, vincendo 82-84.

Quintetto Virtus: Markovic, Teodosic, Weems, Ricci, Gamble

Quintetto Partizan: Gordic, Jaramaz, Walden, Thomas, Jankovic

Nessuna delle due squadre riesce a trovare la via per il canestro nei primi 3’: intensità altissima e già 3 falli a testa per entrambe le squadre. Sblocca il match Jankovic, risvegliando anche Teodosic, che risponde con la tripla del 3-2. A metà della prima frazione è sempre Jankovic a firmare il canestro del pareggio dei serbi (6-6). La Virtus tocca il 10-7 grazie a Hunter e la successiva bomba di Baldi Rossi vale il +5. Trinchieri protesta per una rimessa non assegnata ai suoi e il conseguente tecnico fa salire i padroni di casa sul 14-8. Il Partizan reagisce e risponde con la tripla di Bircevic dall’angolo. Mosley cancella il tentativo di Marble in contropiede, ma Gordic sbaglia nella transizione serba seguente. Un canestro in acrobazia di Markovic permette alla Segafredo di chiudere il primo quarto avanti 18-13.

Una grande difesa costringe il Partizan all’infrazione di 24” al primo possesso del secondo quarto. Markovic non perdona e piazza la bomba del +8, che costringe Trinchieri al primo timeout di serata. Marble trova i primi 3 punti del suo match, ma Walden risponde con una penetrazione che taglia la difesa bianconera (24-18). Segna ancora il numero 2 ospite, stavolta da oltre l’arco, riportando i suoi in un amen sul -2 e obbligando Djordjevic a fermare il gioco. Non si ferma invece Stefan Markovic, che spara un’altra tripla per il nuovo +5 Virtus (29-24). Jaramaz sbaglia, Ricci invece no: primo vantaggio in doppia cifra per i padroni di casa, che volano sul 37-26. Gordic si infortuna cadendo male dopo un fadeaway non andato a buon fine ed è costretto a lasciare il parquet con i suoi in difficoltà. La Virtus non si ferma ed è ancora Ricci a punire dalla lunga distanza (42-28). Un mini-break di 0-4 convince Djordjevic a fermare immediatamente la partita a 2’ dall’intervallo. Walden sale a quota 15 con la tripla che vale il nuovo -9 per i serbi (44-35). Teodosic ripaga con la stessa moneta e le squadre vanno negli spogliatoi sul 47-35.

Walden inaugura la ripresa con una penetrazione sul fondo. La Virtus risponde con Gamble e poi con Teodosic, che manda al bar Paige e completa il gioco da 3 punti che vale il 52-37. I serbi non mollano e firmano un 9-0 di break che riapre il match (52-46), infiammando i tantissimi tifosi giunti da Belgrado. Bologna interrompe il black-out con un gioco da 3 punti di Ricci, che fa respirare i suoi. Weems lo segue a ruota, servito da un assist perfetto del solito Teodosic: +11 Segafredo e timeout per Trinchieri. Si alza ulteriormente il livello dei contatti sul parquet e Weems commette il quarto fallo personale. Trifunovic punisce una pigra difesa Virtus, firmando la tripla del -8. L’inerzia è nelle mani degli ospiti, che ne approfittano risalendo fino al 63-59. Teodosic torna a segnare dalla lunetta, ma Jaramaz dai 6.75 porta il Partizan sul -3. Ci pensa Cournooh a ridare ossisegno agli uomini di Djordjevic, segnando la tripla del 68-63 su cui si chiude il terzo quarto.

L’ultimo periodo si apre con un antisportivo sanzionato ai danni di Marble, che permette ai serbi di accorciare nuovamente (68-65). Si segna col contagocce e ci vuole ancora Stefan Markovic per far esultare il pubblico di casa: tripla fondamentale che vale il 73-65 e costringe Trinchieri a fermare il match. La Virtus cerca di sfruttare al meglio il bonus esaurito dal Partizan e con un doppio viaggio in lunetta (Hunter e Teodosic) mantiene le distanze (75-67). Gli ospiti reagiscono colpo su colpo e firmano un break di 5-0, che vale il nuovo -3. Mosley fa 1/2 dalla lunetta, Teodosic in penetrazione trova il pertugio per il nuovo +4 bolognese. Walden non si ferma più: tripla centrale per il 79-78 a 1’30” dal termine. Lo stesso Walden perde palla sul possesso successivo, mentre Gamble con un 2/2 dalla lunetta riporta la Virtus avanti di 4. Altro gioco da 3 punti per Walden (82-81) a 40” secondi dalla fine. La Segafredo perde palla e il Partizan in contropiede appoggia il canestro del +1. Sul possesso finale Teodosic si prende la tripla centrale, ma sbaglia, permettendo a Walden di chiudere il discorso dalla lunetta. Al Paladozza finisce 82-84.

Tabellino Virtus: Marble 3, Pajola, Baldi Rossi 3, Markovic 17, Ricci 9, Delia 2, Cournooh 3, Hunter 5, Weems 5, Nikolic N.E., Teodosic 24, Gamble 11

Tabellino Partizan: Walden 29, Zagorac 4, Paige 6, Gordic 1, Mcadoo, Jaramaz 6, Velickovic 5, Bircevic 6, Jankovic 4, Thomas 10, Trifunovic 8, Mosley 5

BASKETINSIDE MVP: Walden (29 punti, 5 rimbalzi, 7 falli subiti e 33 di valutazione)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here