EuroLega, 1° giornata: Jankunas guida lo Zalgiris, ok solo al fotofinish contro la Stella Rossa

0

ZALGIRIS KAUNAS 78–76 STELLA ROSSA BELGRADO (15-13, 28-27, 10-17, 25-19)

La cronaca: Lessort e Bjelica spingono la Stella Rossa in avvio (0-5), altrettanto importante è l’impatto di Brandon Davies che, con 6 punti nel controparziale di 8-0 dello Zalgiris, dà il vantaggio ai suoi sull’8-5, innestando un equilibrio che caratterizzerà l’intera contesa. La tripla di White dà un possesso pieno di vantaggio ai padroni di casa (15-13 al 10′), che soffrono la fisicità dei lunghi belgradesi – 7 punti già a bersaglio a inizio secondo quarto per Bjelica, con 2 falli guadagnati – ma trovano buone percentuali e buon coinvolgimento in attacco, andando a +4 (33-29) con 4 liberi in rapida successione di Jankunas. Feldeine replica subito con la tripla del -1, ma ancora Jankunas – 8 punti nel solo secondo quarto – continua a martellare il canestro dei serbi, costretti al -6 (41-35) dal contropiede chiuso da Ulanovas, mentre i liberi di Lazic accompagnano la sfida all’intervallo sul 43-40. Il secondo canestro dal campo di Pangos apre il terzo quarto, che vede lo Zalgiris trovare il +7 – massimo vantaggio – grazie al rimbalzo offensivo convertito in 2 punti di Davies, preludio al controparziale di 5-0 degli ospiti, che al 25′ riduce a un possesso la distanza tra le due squadre, sul 47-45. Il 10° punto di Jankunas spinge ancora avanti lo Zalgiris, che tocca il +6 con i liberi di Kavaliauskas. Nel momento del bisogno Antic e Bjelica aumentano l’intensità sostenendo la Stella Rossa, che produce un controparziale di 8-0 chiuso proprio dai liberi da Bjelica, giunto a quota 15 punti e ben 6 falli subiti (51-53 al 28′). I serbi continuano il loro buon momento trovando anche il +6 nel principio dell’ultimo quarto con Jankovic ma pagano la verve di Pangos, ostacolato dai falli – già 4 nel terzo quarto – ma prezioso nella fase finale della partita per sconvolgere il consolidato equilibrio, a segno con 8 punti in appena 2′ che ridanno, sul 61-59, di nuovo il vantaggio ai baltici, sul 61-59 del 33′. La bomba di White a chiudere il contropiede orchestrato ancora da Pangos porta lo Zalgiris sul 64-60, Rochestie replica mantenendo la Stella Rossa a un possesso dai padroni di casa, che trovano ancora risorse vitali da Jankunas, a segno prima con la tripla e poi con i liberi che al 35′ riportano Jasikevicius sul +7, e costringono Antic a spendere il 4° fallo. Proprio il 3 volte campione di Eurolega si mette in proprio riavvicinando la Stella Rossa a -2 (70-68), ma Ulanovas è aggressivo e letale in post, segnando il semigancio che, al principio del 37′, dà ancora il +6 (74-68) allo Zalgiris. Nei possessi decisivi fuoriesce ancora la classe di Antic, che prima costringe, convertendo i liberi, al 5° fallo Micic, e poi segna la tripla del nuovo -1 (74-73) a 75” dall’ultima sirena. Pangos spinge ancora avanti lo Zalgiris, avanti sul +5 con i liberi di Ulanovas. A 15” dal termine la tripla di Bjelica (18 punti finali) porta di nuovo la Stella Rossa a -2 dallo Zalgiris, ma i baltici gestiscono male l’ultimo possesso perdendo il 21° pallone della partita e lasciando l’ultimo possesso agli ospiti. Rochestie si prende la responsabilità dell’ultimo tiro ma la sua tripla trova solo il primo ferro, lasciando una vittoria tiratissima allo Zalgiris Kaunas.

ZALGIRIS KAUNAS: Jankunas 15, Pangos 14, Ulanovas 11

STELLA ROSSA BELGRADO: Bjelica 18, Antic 17, Rochestie 10

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here