EuroLega, 10° giornata: L’Efes batte il Baskonia ad Istanbul, è 8-2

0

QUINTETTO EFES: Beaubois, Micic, Moerman, Anderson, Dunston

QUINTETTO BASKONIA: Granger, Shields, Hilliard, Poirier, Shengelia

Grande, e preciso, inizio da parte dell’Efes, che confeziona il primo massimo vantaggio di 17-6 a quattro minuti dalla conclusione del primo quarto, grazie al buon gioco creato da Beaubois (14 punti e 6 assist) e i contributi difensivi di Bryant Dunston. La squadra turca può contare su una buona percentuale dai tre punti che supera il 50% (è prima nella lega sotto questa voce, 45.0%). Virtù che d’altra parte non sorride al Baskonia per quanto riguarda inizio gara (2-10). Per gli spagnoli c’è un buon Granger, che tiene a galla i suoi (8 per lui nel primo tempo).

Il secondo quarto si apre con la riconferma dei valori mostrati i primi dieci minuti: la difficoltà di incidere dall’arco per il Baskonia (7/17 al primo tempo) e il predominio dell’Efes nei rimbalzi in attacco, i quali, spesso e volentieri, vengono convertiti in punti importanti. è’ 36-27 alla metà del secondo frammento di gioco. L’ex Larkin prende il posto di Beaubois e amministra il gioco per L’Anadolu, ma i baschi riescono a recuperare i turchi nel risultato grazie ad una buona prova dei soliti Shengelia e Poirier, arrivando a -2 (36-34) a 3′ dalla fine del primo tempo. Trovano poi il primo vantaggio della serata proprio dall’arco, punto debole come già accennato del repertorio iniziale, con Hilliard, che nell’azione successiva si fa stoppare da Dunston, autore tra l’altro di due buoni canestri dal pitturato. Azione che di fatto ipoteca un secondo tempo equilibrato soltanto alla fine, e lo consegna nelle mani dell’Efes (44-42).

Il sipario si riapre: tre triple consecutive dall’angolo, due per l’Efes (Moerman e Simon) e una per Voigtmann, specularmente nell’altra metà campo. Simon allunga il divario dalla lunetta e l’Efes recupera dei buoni palloni dalla mediana che gli consentono di acquisire un buon mini-parziale di 7-0. Simon e Dunston, i migliori in questo frangente, esibiscono una grande intesa, che permette agli uomini di Ataman di arginare le crepe incise da un Voigtmann stellare da tre punti (3-3). Il tedesco impedisce la fuga dell’Efes grazie ai suoi 11 punti nella ripresa (finirà con 15 a referto). Il time-out però viene chiamato dalla panchina basca: troppi i contropiedi concessi nati da palle perse e la tripla di Balbay riporta i turchi ad una distanza considerevole. Il risultato, a 2’20” dalla sirena del terzo atto, è di 70-60 (miglior vantaggio).

Non è un match, però, in cui chi comanda dà l’impressione di poter davvero prendere il largo. Lo ribadisce Jenning, con la tripla dall’angolo e, sebbene L’Anadolu abbia amministrato con chiarezza gli ultimi possessi del quarto, il risultato è sempre di 75-67 (+8) una volta che ci si appresta alla volata finale.
L’intensità dei primi tre quarti si affievolisce paradossalmente nell’ultimo e tutto procede come da copione, con l’Efes che amministra il vantaggio con tranquillità e consapevolezza difensiva. Un Motum in ritmo (14 per lui) fa male da lontano agli spagnoli. L’Australiano viaggia con il 100% da 3 (alla fine sarà 2/3 dall’arco) e divide la scena con Jenning (5/7, di cosa vi stupite?). I turchi tentano l’affondo quando sul +7 Micic infila la sua ennesima gemma da tre punti e costringe Perasovic a richiamare i suoi sul risultato di 88-78. Il gioco si fa più caotico negli ultimi minuti (non decisivi) in cui il Baskonia tenta il tutto per tutto, ma fallisce sotto i colpi di Motum e Micic (16 per il primo e 16 per il secondo). La fotografia della serata è l’ennesima palla persa (la ventesima) che conduce ad una giocata elegantemente eseguita, culminata con la schiacciata dell’onnipresente Brock Motum. Vince L’Anadolu Efes Istanbul, migliorando così il proprio ruolino di marcia, 8-2. Che partenza per i turchi!

MVP Basketinside: VASILIJE MICIC
Il serbo è l’uomo decisivo, ogni suo canestro è un coltello, ogni sua giocata fondamentale. Sbaglia poco e segna tanto: la vittoria è passata prima da lui e poi in archivio.

Tabellino Efes: Beaubois 14,  Dunston 10,  Motum 14,  Moerman 10, Pleiss 4,  Anderson 7,  Balbay 11,  Micic 16, Simon 6

Tabellino Baskonia: Hilliard 15, Jenning 20, Shengelia 6, Poirier 6,  Huertas 8,  Granger 10, Shields 3, Hilliard 16, Voigtmann 15

25-19, 17-25, 31-25, 21 -18

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here