EuroLega, 10ª giornata: sprint Panathinaikos nella ripresa, il Bayern si arrende a domicilio

Il Panathinaikos cambia volto nel terzo quarto con un parziale di 20-0 che stende il Bayern. La Audi Dome cade per la seconda volta in stagione.

di Gabriele Leslie Giudice

FC BAYERN MUNCHEN 75-87 PANATHINAIKOS (24-16, 11-20, 18-29, 22-22)

In attesa di Rick Pitino, il Panathinaikos guidato da Giorgios Vovoras continua a convincere. Dopo la vittoria di Martedì di Kaunas, arriva anche la seconda affermazione consecutiva, di nuovo on the road. A cadere, stavolta, è la Audi Dome di Monaco, onorata a dovere dai padroni di casa solo nel primo tempo di un match molto mutevole: parte forte il Bayern, trainato da un Monroe da 11 punti nel solo primo quarto, da cui Radonjic esce con 8 punti di vantaggio (24-16). Offensivamente, saranno i minuti migliori dei tedeschi, tenuti ad appena 51 punti nei successivi 30′. La svolta per il Panathinaikos arriva nel terzo quarto, in cui a un’ottima difesa segue anche un attacco perentorio, che produce il parziale di 20-0 che spedisce il Bayern a -19 (39-58). Zipser – season high con 23 punti – prova a scuotere i suoi che, pur avvicinandosi, non riescono ad abbattere la doppia cifra di svantaggio ed escono sconfitti. Notevole la mutazione offensiva tra primo e secondo tempo dei greens, che mandano a bersaglio ben 9 triple, contro le 3 a referto dei primi due quarti di gioco, rompendo completamente l’inerzia dei tedeschi. Non da meno gli aggiustamenti difensivi che mandano fuori dalla partita Greg Monroe, autore di 4 punti negli ultimi 3 quarti del match, dopo un primo quarto da mattatore.

Cronaca: il Panathinaikos lavora molto sul perimetro in avvio, colpendo con le triple di Thomas e di Fredette (5-8), mentre nella propria area subisce parecchio il talento di Monroe, condottiero del parziale di 9-0 che porta il Bayern sul +9 (19-10) e costringe Papagiannis al secondo fallo e al conseguente cambio. La panchina di Radonjic mantiene alto il livello offensivo del Bayern, che con un paio di giocate al tritolo di Lessort e la realizzazione di Nelson mantiene invariate le distanze (24-16) alla fine del primo quarto di gioco. Nei minuti successivi gli ospiti rosicchiano lo svantaggio guidati da Rice, autore di 4 punti e 2 assist nel parziale di 2-8 che porta gli ateniesi a un possesso dal Bayern (29-27). Con i punti di Monroe e Barthel il Bayern riprende un po’ di ossigeno (33-29) in un frammento di partita in cui l’attacco dei tedeschi produce poco e il Panathinaikos, pur senza brillare particolarmente, continua ad avvicinarsi fino a superare a ridosso dell’intervallo lungo, che arriva sul 35-36 grazie ai 3 liberi a bersaglio di Fredette. Non particolarmente brillanti gli attacchi di entrambe le squadre, che approcciano l’intervallo con il 30% oltre l’arco. In equilibrio le altre voci statistiche. All’uscita degli spogliatoi la difesa del Panathinaikos, già capace di concedere 11 punti nel secondo quarto, eleva ancora il proprio livello: appena 2 i punti a bersaglio per il Bayern nei primi 7′ abbondanti di terzo quarto, mentre il Panathinaikos dall’altra parte costruisce il pesantissimo parziale di 20-0 che capovolge il canovaccio della partita (39-58). Il Bayern si scuote con 7 punti di Zipser, che aiuta i suoi a ricucire sul -12 (53-65) con cui la partita entra nell’ultimo quarto. Rice colpisce con il floater, Zipser continua, un po’ in solitaria, a produrre in attacco avvicinando il Bayern con 5 punti consecutivi (58-67, 18 personali). I problemi maggiori per Radonjic arrivano dal perimetro, poiché il Panathinaikos continua a colpire indisturbato da 3, scappando sul +17 (63-80) sulla bomba di Mitoglou. Il Bayern lotta e rosicchia qualcosa con il generoso lavoro di Lessort e di Lucic (70-83), pur senza inpensierare il Panathinaikos, che porta la vittoria in porto sul 75-87.

FC BAYERN MUNICH: King, Koponen 3, Monroe 15, Lucic 7, Lo 8, Zipser 23, Nelson 4, Flaccadori, Barthel 5, Lessort 8, Radosevic 2, Grant.

PANATHINAIKOS: Thomas 14, Rice 13, Papagiannis 2, Papapetrou 11, Pappas, Vougioukas, Johnson 2, Fredette 10, Calathes 12, Wiley 8, Mitoglou 11, Bentil 4.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy