EuroLega, 11ª giornata: Hezonja & Lorenzo Brown show! Unics Kazan doma l’Alba

0
unics hezonja perasovic
euroleague.net

A Kazan è andata in scena la sfida tra l’esuberanza dell’Unics e la concretezza dell’Alba Berlino. Ha prevalso la prima, non senza fatica, e grazie soprattutto alle prove mostruose di Hezonja e Lorenzo Brown, autentici mattatori della gara. I berlinesi escono comunque a testa alta, e devono essere contenti di come sono rimasti in partita fin quasi alla fine, nonostante un evidente svantaggio sia fisico che tecnico. il cervello e la pazienza nel basket ancora contano, anche se in questo caso non hanno portato alla vittoria.

Quintetto Unics: John Brown, Lorenzo Brown, Brantley, Hezonja, Uziinskii
Quintetto Alba: Lo, Eriksson, Olinde, Koumadje, Sikma

L’Unics prova subito a mettere in campo la difesa ultra fisica che si era vista contro Milano, e in effetti in più di un’occasione mette in difficoltà l’attacco avversario, ma in diversi altri possessi l’alba ha buon gioco nell’attaccare il ferro, soprattutto perché un lungo fisico e dinamico come Koumadje è certamente più facile da servire anche in caso di pressione sul perimetro, e in ogni caso crea più spazi per i compagni perché richiede più attenzione da parte della difesa. Dall’altra parte, dopo l’exploit offensivo di due giorni fa, i padroni di casa segnano solo 8 punti nei primi 5’, fondamentalmente perché i tiri che contro Milano entravano sempre, stavolta escono spesso. L’alba non scappa, ma mantiene una manciata di punti di vantaggio e negli ultimi 2’ allunga, con un Sikma vero uomo ovunque in entrambe le metà campo, e una grande capacità di usare tagli e spaziature per dare sempre ampio spazio a chi ha la palla per essere pericoloso. Il parziale di questi ultimi 120” è devastante e il quarto si chiude su un perentorio 13-26.

Gli ospiti sono sempre più in fiducia e 8 punti di Smith estendono il vantaggio sul 19-34. L’Unics in attacco si infila sempre più spesso in colli di bottiglia e non combina nulla di buono, mentre l’Alba è un orologio in termini di movimenti di squadra e fluidità di manovra. Opportunamente, dopo il time out, l’Unics cerc molto di più i piazzati dalla media e dalla lunga, e infatti ricomincia a segnare, con un ottimo Hezonja. Dall’altra parte, invece, l’alba sbaglia diversi piazzati presi ottimamente, così l’Unics può recuperare fino al 32-39. Basta, però, che gli ospiti adattino la difesa, e che Jekiri sbagli ben tre liberi su 6 tentati, per far tornare la doppia cifra di vantaggio sul 34-46. È una vera e propria sfida a scacchi tra i due allenatori, che adattano e contro adattano attacchi e difese, ma poi in campo ci vanno i giocatori e, nello specifico, le ottime iniziative ancora di Hezonja e Lorenzo Brown permettono ai padroni di casa di ridurre parzialmente il ritardo e andare all’intervallo lungo sul 40-48.

euroleague.net

La ripresa vede nuovamente un gioco di strategie tattiche interessante, ma soprattutto un Hezonja in fase di onnipotenza cestistica che quasi da solo propizia un 8-0 che stabilisce la parità a quota 48. Il parziale si estende fino al 12-0, prima di un 2+1 di Da Silva, e in realtà l’alba spesso si prende buoni tiri, ma non vanno dentro. Il fattore più importante, comunque, è sempre il talento di Hezonja e Lorenzo Brown, ma dopo aver vacillato più volte, l’Alba resta a galla con grande tenacia e capacità di piegarsi senza spezzarsi. A meno di 2’ dal termine del quarto, c’è parità a quota 57, e il quarto si chiude sul 59-60, con Koumadje che torna a fare cose importanti come nel primo quarto.

L’ultimo quarto corre sul filo dell’equilibrio, con Hezonja che in alcuni momenti sembra un videogioco e con l’Alba che fa meno spettacolo ma è molto concreta e il simbolo di tutto ciò è ancora Koumadje. Poco prima della metà del quarto, l’altro fuoriclasse di serata Lorenzo Brown trova il 2+1 per dare ai suoi più di un possesso di vantaggio (70-66); l’Alba prova a mantenere la calma anche stavolta, ma l’esuberanza dei padroni di casa è straripante e il vantaggio aumenta fino al 73-66. Gli ospiti si arrendono e i padroni di casa dilagano, con il punteggio finale che punisce oltre misura l’alba, ma che comunque dice 85-71.

UNICS KAZAN – ALBA BERLINO 85-71

TABELLINO UNICS: John Brown 9, Spissu 3, Canaan 10, Lorenzo Brown 21, Brantley 2, Timma 3, Zaitcev 2, Hezonja 22, Klimenko ne, Uziinskii 2, Jekiri 11, mayo

TABELLINO ALBA: Lo 2, Da Silva 8, Smith 12, Delow, Eriksson 7, Schneider ne, Olinde 7, Koumadje 12, Sikma 11, Blatt 2, Zoosman 6, Lammers 4

PARZIALI: 13-26, 27-22, 19-12, 26-11

PROGRESSIVI: 13-26, 40-48, 59-60, 85-71

BASKETINSIDE MVP: Mario Hezonja

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here