EuroLega, 13ª giornata: l’Olimpia Milano crolla sul più bello! Mirotic, Davies e Higgins guidano la rimonta del Barça

L’Olimpia Milano gioca una grande partita ma crolla nel finale. Higgins e Mirotic sono i protagonisti della remuntada catalana.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Noche di EuroLega in Catalunya dove il Barcelona ospita l’Olimpia Milano di Malcolm Delaney, grande ex di giornata con il dente avvelenato. Si sfidano due super allenatori la cui priorità è la fase difensiva, ovvero Saras Jasikevicius ed Ettore Messina.

QUINTETTO FC BARCELONA: Calathes, Higgins, Abrines, Mirotic, Oriola.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Delaney, Punter, Micov, Leday, Tarczewski.

Partenza shock per l’Olimpia Milano in questo big match di EuroLega. Il Barça è più concreto, più in palla e piazza subito un importante parziale di 11-0. Milano subisce le grida di Coach Messina e tenta di rialzarsi immediatamente con un contro parziale di 7-0 che li riavvicina nel punteggio con un Hines protagonista. L’Olimpia tira molto e male da 3 punti, mentre il Barça è perfetto con un 3 su 3. Ettore Messina è furioso con i suoi (in particolare Leday) e anche con le decisioni arbitrali, spesso permissivi nella difesa molto aggressiva ai danni di Malcolm Delaney. Dopo 10 minuti di gioco, Milano soffre ma non molla, restando a -8 in un partita ancora molto aperta.

L’Olimpia Milano entra in campo con un piglio diverso in questo secondo quarto, memore del pessimo inizio nel quarto inaugurale. Malcolm Delaney è un uomo in missione, decisamente con il dente avvelenato nei confronti della sua ex squadra. L’ex Hawks si carica la squadra sulle spalle e insieme ad un positivo Vladimir Micov, sono i protagonisti indiscussi della rimonta meneghina. Se nel primo quarto la difesa è stata la chiave del Barça, nel secondo lo è per l’Olimpia, un must assoluto sia per Coach Jasikevicius che per Coach Messina. Buono anche l’impatto dalla panchina del rientrante Jeff Brooks, molto positivo in entrambi i lati dal campo. All’intervallo è +4 Olimpia, grazie ad una seconda frazione sontuosa.

Gettyimages

Sale di colpi la partita al rientro in campo dopo l’intervallo lungo. L’equilibrio è il protagonista principale, in una partita che vede due grandi protagoniste di questa competizione, attrezzate per arrivare fino alla fine. Nikola Mirotic non ci sta e non ha nessuna intenzione di far scappare l’Olimpia, prendendosi le responsabilità da superstar qual è. Per Milano prova a sbloccarsi anche Punter, in una serata negativa al tiro sin qui. Grandissimo livello di intensità da entrambe le parti e super highlights da parte di Smits che inchioda in un super poster Gigi Datome nel finale di quarto. Milano a 10 minuti dal termine, è avanti di una lunghezza.

Con Delaney ed Hines in panchina a riposare, è il momento di Shavon Shields, principale riferimento offensivo dell’Olimpia. L’ex Trento segna e dimostra quanto sia diventato un grande giocatore, soprattutto consapevole dei propri mezzi. Kevin Punter continua a litigare col ferro, ma in difesa da l’anima, ricevendo gli apprezzamenti di Messina. Rientra Delaney e l’ex Barça segna la tripla del +7 che fa sbandare i catalani e costringe Jasikevicius al timeout, in difficoltà con 5 minuti da giocare, ma ancora tutto da decidere. Il Barça rientra in campo e da grande squadra reagisce immediatamente, arrivando a stretto contatto nel punteggio e segnando addirittura il +4 con la tripla di Higgins. Finale al fotofinish in una partita dalla grandissima qualità mostrata sin qui. É ancora Higgins (con l’aiuto dell’ottimo Mirotic) a segnare da 3 punti e dare il colpo del definitivo K.O. per l’Olimpia. Nick Calathes segna poco, ma è stato in grado di mettere in ritmo chiunque e i 14 assist di stasera ne sono la prova. Un vero peccato per quanto fatto vedere da Milano, in controllo per grande parte della partita dopo una partenza horror. Negli ultimi minuti il Barça dilaga, anche con un punteggio troppo severo dato quanto hanno fatto vedere entrambe le squadre stasera. Apoteosi per Jasikevicius e compagni, autori di 5 minuti finali perfetti con un devastante parziale di 21-0 che ha segnato la rimonta vincente dei blaugrana. Milano subisce una sconfitta che fa male, ma dove non tutto è da buttare per gli uomini di Messina. L’Olimpia Milano paga tanto l’assenza di un Sergio Rodriguez fondamentale in questa EuroLega e la brutta prestazione del trio Punter – Leday e Roll, mai veramente in partita per tutti e 40 i minuti.

 

FC BARCELONA – OLIMPIA MILANO 87-71  (23-15, 16-28, 21-18, 27-10)

 

MVP BasketInside – Brandon Davies

 

FC BARCELONADavies 21, Hanga 5, Bolmaro, Smits 4, Heurtel, Oriola 4 Abrines 7, Higgins 16, Martinez, Kuric 6, Mirotic 19, Calathes 5 (14 assist). All: Jasikevicius

OLIMPIA MILANO: Punter 6, Leday, Micov 11, Moraschini, Roll, Tarczewski 3, Cinciarini, Delaney 23, Shields 12, Brooks 4, Hines 10, Datome 2. All: Messina.

 

Clicca qui per i recap di EuroLega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy