Eurolega, 13ª giornata: Olympiacos, che blitz! Unics ko all’overtime

0
Credits: Euroleague.net

Una settimana dopo la vittoria a Milano arriva un altro bellissimo successo esterno per l’Olympiacos, che passa sul campo dell’Unics Kazan, nel gelo del Tatarstan, con il punteggio di 84-87 al termine di un tempo supplementare. Mvp indiscusso di serata Sasha Vezenkov, con 22 punti e 36 di valutazione, mentre Sloukas si conferma metronomo con 12 punti e 8 assist. Per un Unics che ha lottato fino alla fine non bastano i 41 punti in due della premiata ditta Lorenzo Brown – Canaan (6 bombe per lui). Sette punti in undici minuti sul parquet per il nostro Marco Spissu.

QUINTETTO UNICS: L.Brown, Timma, Uzinskii, Hezonja, J.Brown

QUINTETTO OLYMPIACOS: Walkup, Dorsey, Papanikolaou, Vezenkov, Fall

Difese arcigne come ci si aspettava in avvio, ma era l’Unics ad uscire meglio dai blocchi con due bombe di Hezonja a indicare la via. Le solite palle recuperate degli uomini di Perasovic portavano al primo strappo della gara con l’Olympiacos che faticava a mettere punti al tabellone (13-6 al 5′). Vezenkov sbloccava la situazione d’astuzia con 5 tiri liberi di fila, e proprio il bulgaro impattava a quota 15 chiudendo un break di 2-9. Spissu e Canaan permettevano all’Unics di chiudere avanti la prima frazione, ma il match era tornato in equilibrio (20-17 al 10′).

La panchina dava importanti risposte a coach Bartzokas, con Jean-Charles e McKissic che portavano un sostanziale apporto sia offensivo che difensivo, il tutto completato da Sloukas che sfornava assist e si esibiva in una tripla in transizione che valeva il massimo vantaggio ospite (24-29 al 15′). L’Unics si svegliava con i suoi due Brown, che combinavano 7 punti per riportare i russi a contatto, prima che la coppia Larentzakis-Sloukas (8 punti per l’ex Aek nel solo secondo quarto) provasse, senza successo, ad imbastire una nuova fuga (40-42 all’intervallo).

La ripresa si apriva con due triple di Canaan che riportavano avanti l’Unics. Una tegola per la squadra del Tatarstan era il quarto fallo del ‘jolly’ Uzinskij proprio nel momento in cui Dorsey si iscriveva al match con 5 punti in rapida successione. Tutta la terza frazione viveva su una serie di botta e risposta in cui c’era spazio anche per il nostro Marco Spissu che colpiva da oltre l’arco per il +5 dei padroni di casa, sempre avanti ma mai in modo troppo rilevante anche grazie all’Olympiacos, bravo a sfruttare il vantaggio in centimetri di Fall (62-59 al 30′).

Credits: Euroleague.net

La vecchia volpe Sloukas prima segnava da oltre l’arco per il sorpasso, poi rubava palla a Spissu e costringeva coach Perasovic a chiamare timeout dopo un minuto e mezzo nell’ultimo quarto (64-67 al 32′). Hezonja tornava a realizzare e raggiungeva la doppia cifra proprio nel momento più importante, le difese salivano improvvisamente di colpi e all’Olympiacos mancava quel killer instinct per piazzare l’allungo decisivo. L’Unics lasciava per strada un po’ troppi tiri liberi e Dorsey, pur in una serata non proprio brillante, metteva una tripla pesantissima entrando negli ultimi due minuti (72-75 al 38′). Proprio Dorsey stoppava John Brown nell’azione successiva ma Kazan aveva sette vite: Canaan in transizione siglava la tripla del pareggio, poi Fall ripristinava il +2 e Jekiri correggeva un lay-up sbagliato dello stesso Canaan a 12 secondi dal termine. La grande difesa di John Brown su Sloukas portava il match all’overtime (77-77 al 40′).

Partiva meglio l’Olympiacos con i punti di Fall e Vezenkov ma ancora una volta non riusciva a chiuderla. Dopo oltre tre minuti di supplementare Lorenzo Brown trovava il primo canestro russo che valeva il -2, ma Larentzakis rispondeva immediatamente (79-83 a 1’30” dalla fine). Vezenkov firmava la tripla del +5, sembrava finita ma Canaan non ci stava. L’Unics tardava un po’ a commettere fallo, Sloukas faceva uno su due con 6 secondi da giocare, Hezonja trovava un tiro da 3 anche abbastanza aperto per forzare un secondo overtime che però si spegneva sul ferro dando ai greci una vittoria d’oro.

UNICS KAZAN – OLYMPIACOS PIREO 84-87 overtime (20-17; 40-42; 62-59; 77-77; 84-87 )

UNICS: Spissu 7, J. Brown 11, Canaan 20, L. Brown 21, Brantley, Timma, Zaitcev n.e., Hezonja 11, Klimenko n.e., Uzinskij 6, Jekiri 6, Mayo 2. Coach: Perasovic

OLYMPIACOS: Walkup 6, Acy, Dorsey 8, Larentzakis 10, Fall 10, Sloukas 12, Martin 5, Vezenkov 22, Printezis, Papanikolaou 4, Jean-Charles 4, McKissic 6. Coach: Bartzokas

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here