EuroLega, 13ª giornata: Un Bayern Monaco di ferro regola l’Asvel

Nona vittoria in Eurolega per il Bayern Monaco che batte un’opaco e impreciso Asvel Villeurbanne. Gara sempre in mano ai tedeschi che gestiscono nella ripresa il vantaggio maturato nel primo tempo.

di Alessandro Elia

Una gara sempre in controllo, e il Bayern Monaco centra la sua 9a vittoria in Eurolega tenendo il passo delle grandi. All’Audi Dome i tedeschi di Andrea Trinchieri regolano senza troppi problemi l’Asvel che rimedia in Baviera la terza sconfitta consecutiva, la 9a sulle 12 gare giocate in Europa.
Gara condotta per tutti i 40′ dal Bayern che si è dimostrata lucida e presente su entrambi i lati del campo. I francesi hanno pagato delle pessime percentuali da fuori nel primo tempo (2/10 da tre al 20′), accusando uno svantaggio mai poi recuperato.

Il Bayern parte forte. Con l’8-0 iniziale propiziato dalle due triple di Dedovic c’è già il time out di Parker. L’Asvel ci mette un pò a entrare in partita ma sono sempre i tedeschi a comandare adesso grazie all’impatto di Zipser. All 10′ i rossi di Trinchieri sono avanti 24-15 sfruttando a dovere il loro ottimo 4/6 da oltre l’arco dei tre punti.
L’Asvel rimane ingabbiato nella difesa tedesca che produce lo strappo fino al +14 (31-17 e poi 35-21) di metà secondo quarto con Radosevic ottimo finalizzatore. L’intervallo arriva con il Bayern al massimo vantaggio (42-25) con chiari segnali al resto del match.

L’Asvel nelle prime due azioni della ripresa segna due triple di fila che riaccendono le speranze. Ma il Bayern ha le spalle larghe e replica con l’ultimo arrivato Seeley, Dedovic e un gioco da tre punti di Radosevic che rimette tutto come prima (49-52). Dopo 5′ del terzo quarto si arriva al +19 (56-37) con il tocco da sotto di Reynolds (doppia-doppia alla fine per lui, l’MVP della serata dell’Audi Dome). Un vantaggio che mette un pò di relax ai locali che subiscono un parziale di 0-7 che perlomeno serve a non spegnere i sogni di rimonta dei transalpini. Radosevic e Zipser dalla lunetta segnano gli ultimi due canestri del terzo periodo che si chiude sul 60-44 per i tedeschi.

Nell’ultimo quarto le cose non cambiano l’Asvel non riesce a trovare il sussulto che avrebbe potuto riaprire la partita continuando a bisticciare con il ferro e a fare i conti con la difesa avversaria. Il Bayern gestisce con padronanza la situazione con il vantaggio che rimane costantemente intorno ai 15 punti fino al 76-62 finale.

FC Bayern Monaco-Asvel Villeurbanne 76–62 (24-15, 42-25, 60-44)
FC Bayern Monaco: Weiler-Babb 2, Baldwin 7, Seeley 5, Reynolds 17, Flaccadoi, Dedovic 11, Amaize, Zipser 7, Johnson 7, Sisko 9, Radosevic 11, Grant. Coach: Trinchieri
Asvel Villeurbanne: Freeman 12, Kahudi 6, Lacombe 1, Diot 5, Fall 6, Noua 5, Heyes 4, Bako, Lighty 8, Howard, Yabusele 10, Cole 5.  Coach: Parker

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy