EuroLega, 13ª giornata: uno Zalgiris solido resiste alla rimonta del Baskonia

0
zalgiris lekavicius zdovc
euroleague.net

Lo Zalgiris ottiene la terza vittoeia della propria Eurolega al termine di una partita molto combattuta contro il Baskonia. I lituani avevano rotazioni più corte, ma sono riusciti a prevalere in virtù dell’esperienza e intelligenza cestistica mostrate da Kalnietis e Lekavicius. Dall’altra parte, invece, si sono visti tutti i problemi della squadra basca in termini di regia e di uso del cervello in campo.

Kalnietis prima e Lekavicius negli ultimi minuti sono stati gli uomini che hanno fatto la differenza sotto questo punto di vista. Il Baskonia ha avuto molto da enoch, Granger e Fontecchio, ma ripetiamo, senza un cervello in campo, la squadra basca è destinata a fare molta fatica.

Quintetto Zalgiris: Nebo, Kalnietis, Milaknis, Strelnieks, Cavanaugh
Quintetto Baskonia: Baldwin, Sedekerskis, Granger, Enoch, Giedraitis

Due squadre che, finora, non hanno particolarmente impressionato, iniziano con i primi 5 possessi complessivi che sono altrettanti tiri da 3, e anche nel prosieguo, il tiro a segno da dietro l’arco continua con poche eccezioni. I padroni di casa vanno sull’8-2 semplicemente perché i loro tiri entrano, ma non certo perché giocano meglio, ed è veramente assurdo lo sbilanciamento delle conclusioni a favore di quelle da 3, una vera tristezza, sconfortante per chi deve guardare. Al primo time out, dopo circa 6 minuti, ci sono 13 tiri complessivi da 3 contro 8 da 2. Lo Zalgiris mantiene un vantaggio di 5-6 punti, ma il Baskonia, giustamente, tra le due è quella che cerca di variare un po’ di più e di giocare anche vicino a canestro. Meritatamente, gli ospiti si avvicinano sul 12-10, con Enoch che funge da riferimento importante sotto al tabellone. Fortunatamente, anche i lituani iniziano a tirare un po’ più da 2, e in questa fase la gara è gradevole. Il quarto si chiude sul 21-19 con i due attacchi ora in piena fiducia e il bilanciamento dei tiri che è su un più sensato 25 da 2 contro 15 da 3. Enoch è già a 16 di valutazione, un inizio davvero impressionante per lui.

L’equilibrio continua all’inizio del secondo quarto, con scelte sempre ottime da parte degli attacchi e una buona varietà di gioco che denota intelligenza tattica e abilità nelle letture. Con Enoch in panchina a riposare, nessun giocatore in particolare emerge, ma c’è un ottimo gioco di squadra con contributi da parte di tutti, e con il nostro Fontecchio che fa anche lui diverse cose buone. È davvero bellissima la partita ora, le squadre sanno giocare, fanno sempre la cosa giusta, leggono al meglio ogni situazione. I padroni di casa prendono due possessi di vantaggio sul 29-25, ma il Baskonia è pronto a reagire e passa il vantaggio sul 29-30. Soprattutto, è importante per gli ospiti riuscire a tenere botta facendo riposare Enoch, mentre invece il pari ruolo Nebo deve sempre stare in campo, e rischia di stancarsi per le fasi decisive della gara. Al momento, però, il fatto che ci siano meno rotazioni per lo Zalgiris rappresenta un vantaggio nel senso che i giocatori sono più caldi rispetto agli avversari che sono rimasti a lungo in panchina, così arriva la contro reazione per il 35-30. Certamente, Spahija conta sul fatto che i suoi avranno più energie nel crunch time, ma per il momento l’adrenalina spinge bene i giocatori di Zdovc, che arrivano all’intervallo lungo sul 40-32, anche per colpa di due perse di Baldwin che tiene troppo ferma la palla.

eurolegue.net

Non si segna nei primi 2’ della ripresa, anche perché le squadre si fanno nuovamente tentare un po’ troppo dalle conclusioni da 3. Gli ospiti giocano poco di squadra in questa fase, tenendo la palla ferma e risultando troppo prevedibili. Lo Zalgiris ne approfitta con un Kalnietis in versione vintage, e ottiene la prima doppia cifra di vantaggio sul 45-34. Peters fa uno 0/2 dalla lunetta proprio in un momento in cui non se lo può permettere, ma da qui in poi si concretizza lo scenario che ci si poteva immaginare nel primo tempo, ovvero lo Zalgiris perde in intensità e il Baskonia arriva senza troppo sforzo sul 45-41. Più passano i minuti, più si vede proprio a occhio che i giocatori di casa stanno finendo la benzina, e, tra le altre cose, sono costretti a commettere diversi falli proprio perché con le gambe non ce la fanno a difendere. Gli ospiti, dopo un parziale di 0-9, hanno la colpa di non affondare ulteriormente il colpo, accontentandosi di tiri dalla media, che non entrano, invece di attaccare il ferro e guadagnare, se non punti, almeno falli. Così, con Blazevic protagonista, lo Zalgiris torna a un buon vantaggio sul 51-43, ma poi il quarto si chiude sul 51-46, un divario ben recuperabile dal Baskonia, se effettivamente avrà più energie nell’ultimo quarto. I padroni di casa, contrariamente a quanto ci si aspettava, partono aggressivi con due ottime rubate per il 55-46. Gli ospiti non possono più permettersi di sbagliare, ma vengono soverchiati dall’improvviso ritorno di intensità fisica per lo Zalgiris, che non fa calcoli e dà tutto. La gara diventa un po’ ruvida, nessuno si tira indietro e si va aanti senza esclusione di colpi. Fontecchio prova a dare la scossa ai suoi con una rubata seguita da un 2+1, ma al Baskonia manca un po’ di regia, qualcuno che usi il cervello e gestisca i ritmi e le situazioni. Dall’altra parte, invece, l’esperienza di Kalnietis è fondamentale, ed è principalmente grazie a lui che lo Zalgiris entra negli ultimi 5 minuti sul 61-52. Un redivivo Enoch e Fontecchio, però, riaprono tutto con uno 0-5, e, a 3’ dal termine, c’è solo un possesso di distanza sul 63-60. Granger pareggia a quota 63, e in questa fase è il trascinatore dei suoi, ma lo Zalgiris non molla e Lekavicius piazza un 4-0 che può essere decisivo. Peters e Fontecchio non ci stanno, ma lo Zalgiris fa quel tanto che basta per portarla a casa. Finisce 72-68.

ZALGIRIS KAUNAS – BITICI BASKONIA VITORIA-GASTEIZ 72-68

TABELLINO ZALGIRIS: Webster 4, Blazevic 8, Lekavicous 13, Nebo 10, Kalnietis 10, Miniotas 2, Lukosiunas ne, Milaknis 6, Dragic, Strelnieks 5, Cavanaugh 9, Ulanovas 5

TABELLINO BASKONIA: Peters 10, Baldwin 7, Barrera ne, Sedekerskis 7, Marinkovic, Granger 11, Fontecchio 12, Enoch 13, Costello ne, Giedraitis 6, Nnoko 2, Kurucs

PARZIALI: 21-19, 19-13, 11-14, 21-22

PROGRESSIVI: 21-19, 40-32, 51-46, 72-68

BASKETINSIDE MVP: Lukas Lekavicius