EuroLega, 14ª giornata: Bayern Monaco guida per 38′ ma ad esultare è lo Zenit San Pietroburgo

Incredibile partita a San Pietroburgo, dove i padroni di casa inseguono anche in doppia cifra ma negli ultimi due minuti sorpassano e chiudono il match.

di La Redazione

La settimana di Zenit e Bayern inizia con la sfida a San Pietroburgo, prima della trasferta in casa del CSKA per i padroni di casa e il rientro all’Audi Dome (vs Baskonia) per i ragazzi di coach Trinchieri. Non sarà della partita Lucic.

1° QUARTO

Il Bayern parte più convinto, con un Seeley che mette 5 punti in fila e porta i suoi sul 10-4. Per i russi c’è solo Gudaitis, con due canestri. Arriva immediato il controparziale dello Zenit, per pareggiare a quota 14 con la tripla di KC Rivers al 8′. Sei punti in fila dei bavaresi confezionati da Reynolds e Sisko, però, permettono ai ragazzi di coach Trinchieri di condurre dopo 10′ sul 14-20.

2° QUARTO

Baron dimezza subito lo svantaggio, ma Reynolds con due canestri consecutivi segna il massimo vantaggio esterno sul 17-24 al 12′. Ancora Baron dà un po’ di respiro allo Zenit, ma tra i tedeschi si sveglia Paul Zipser che trova otto punti personali in poche azioni e spinge i suoi al +9. Tra i russi si rivede Gudaitis e s’iscrive a referto anche Ponitka (29-34 al 18′). Baldwin si fa vedere, lo Zenit riesce a rispondere, ma sulla sirena il gioco da tre di Weiler-Babb chiude il primo tempo con i bavaresi avanti 35-43.

3° QUARTO

I russi aprono male la ripresa, con un solo canestro dal campo nei primi tre minuti. Ecco allora che il Bayern Monaco ne approfitta, volando a +13 (39-52 al 23′). Lo Zenit si aggrappa a Thomas e Baron, torna a -8, ma i tedeschi sono in pieno controllo. Arrivano di nuovo in doppia cifra, hanno la possibilità di ammazzare la partita ma non riescono. E allora ecco Baron, con la terza bomba, prima del miracolo di Hollins che trova il jolly sulla sirena da metà campo: Zenit in piena partita, insegue 56-60 al 30‘.

4° QUARTO

Rinvigorito dalla prodezza, Hollins mette un’altra tripla che avvicina San Pietroburgo a sole tre lunghezze di ritardo. Il Bayern non è più lo stesso e Trinchieri ferma tutto per evitare tracolli (61-64 al 34′). Poythress trova l’and-one che vale il pareggio, poi Sisko e Pangos si scambiano le triple (69-69 al 36′). Lo Zenit trova il primo vantaggio della partita a 2’37” dal termine con la bomba di Ponitka, ma Reynolds riporta i suoi avanti (72-73 al 38′). Prima Sisko trova due punti “dalla spazzatura”, poi Billy Baron ancora da 3, per il nuovo pareggio! Thomas prima dalla lunetta fa +2, poi dà l’assist del +4 a Poythress (e massimo vantaggio russo…). Mancano ormai 36″, Bayern spalle al muro. Il risultato non cambia più: Zenit San Pietroburgo vince 79-75 contro il Bayern Monaco!

 

Zenit San Pietroburgo – Bayern Monaco 79-75 (14-20, 35-43, 56-60)

Zenit: Pangos 7, Hollins 9, Thomas 13, Ponitka 6, Gudaitis 12, Baron 20, Rivers 3, Pangos 12, Fridzon, Zubkov 2, Poythress 7, Zakharov NE, Trushkin NE. Coach: Pascual

Bayern: Baldwin 12, Seeley 12, Johnson 6, Dedovic 8, Radosevic 4, Reynolds 13, Amaize, Zipser 10, Sisko 7, Weiler-Babb 3, Grant NE, Flaccadori NE. Coach: Trinchieri

Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy