EuroLega 14ª giornata: Il Panathinaikos riprende la propria marcia piegando il Fenerbahce dopo una partita incredibile!

EuroLega 14ª giornata: Il Panathinaikos riprende la propria marcia piegando il Fenerbahce dopo una partita incredibile!

I turchi dominano i primi 20′ mettendo in campo un gran bel basket con Datome protagonista sia in attacco ma soprattutto in difesa; costa caro però agli uomini di Obradovic il black-out del terzo parziale. Il Pana vince grazie al suo trio Thomas-Fredette-Calathes

di Marco Novello

Incredibile sfida questa sera ad Atene! Il Fenerbahce domina l’incontro nella prima frazione, ma alla fine a portare a casa il foglio rosa è il Panathinaikos dopo un finale davvero thrilling. De Colo sembrava avesse portato la partita ad un incredibile overtime, ma andando a rivedere l’azione i tre arbitri notano come il francese pizzichi la linea dei 6.75 metri convertendo quindi la tripla in un canestro da due. Per la truppa di Obradovic è il nono stop in stagione, mentre la squadra di Pitino con questa vittoria scavalca momentaneamente il CSKA al quinto posto.

QUINTETTO BASE PANATHINAIKOS: Thomas, Papagiannis, Papapetrou, Fredette, Calathes

 

QUINTETTO BASE FENERBAHCE: De Colo, Sloukas, Williams, Datome, Lauvergne

 

Pronti via ed è subito De Colo-show, la guardia francese si dimostra fin da subito principale terminale offensivo in casa turca mettendo a segno i primi due canestri degli ospiti, a cui il Pana replica prontamente con Calathes e Thomas (4 pari dopo 2’). Il silenzio assordante proveniente dagli spalti dell’impianto ateniese non ruba la scena alla sfida già piacevole e dai ritmi sostenuti; Fredette prova a scavare il primo solco in questo incontro segnando cinque punti in fila prima che, come al solito, De Colo ci metta una pezza (13-10). I botta e risposta tra le due squadre in campo continuano a susseguirsi fino alla tripla tanto pesante quanto fortunata di Brown che aggiorna il massimo vantaggio dei padroni di casa sulle 7 lunghezze (22-15). I gialloblu non ci stanno e con un piccolo parziale di 5 a 0 si rimettono in carreggiata; il canestro di Kalinic e la bomba di Mahmutoglu fanno terminare il primo quarto di gioco sul parziale di Pana 22-21 Fener.

 

I turchi ricominciano il secondo quarto col piede pigiato sull’acceleratore; Datome in difesa è una piovra recuperando palloni su palloni, mentre in attacco i ragazzi di Obradovic trovano delle conclusioni davvero comode. In un amen il Fener si ritrova avanti di 5 punti grazie al break segnato dal trio Sloukas-Williams-Datome; tuttavia Pitino, dalla panchina, riesce a scuotere i suoi giocatori da questo iniziale torpore. Staccati di due possessi dopo il jumper di Mahmutoglu (29-33) gli ateniesi trovano ottime risposte da Papagiannis che prima corregge col tap-in la tripla sbagliata di Calathes e poi posterizza pure il nostro connazionale Datome. Sulla tripla di Fredette, che vale il momentaneo -1 biancoverde, Obradovic decide di richiamare in panca i suoi ragazzi per interrompere l’inerzia favorevole dei padroni di casa oltre che dare una svegliata ai giocatori presenti sul parquet. I risultati della sveglia data dal coach serbo non tardano ad arrivare, i gialloblu in un paio di possessi riconquistano subito un rassicurante +4, ma una nuova dormita collettiva permette a Papapetrou di siglare in un sol colpo il canestro che vale il personale punto numero 1000 in EuroLega oltre che la parità a quota 40. Gli istanti finali di questo secondo quarto però sono favorevoli agli ospiti che, grazie ad un superbo Sloukas, chiudono avanti per 42-46.

 

La ripresa mantiene lo stesso copione di inizio gara, gli ospiti che spingono fin dalle prime battute mentre i padroni di casa in affanno tentano di mantenere il passo di Sloukas e soci. Come nei primi 20’ di gioco però anche in questo terzo quarto il Fenerbahce accusa clamorose amnesie; i gialloblu sembrano quasi dimenticarsi di come si debba difendere e lasciano campo agli avversari che con un parziale di 5 a 0 firmato Thomas-Fredette ribaltano l’inerzia di questo incontro (49-48 al 23’). Il Pana in attacco è letteralmente un orologio svizzero; Calathes, Fredette, Papagiannis, tutti quanti insomma portano il proprio mattoncino in favore della formazione ellenica che col passare dei minuti aumenta il proprio vantaggio (62-53 al 28’). Williams prova a dare una scossa ai propri compagni tramortiti fino a questo punto di 20 a 9, ma la tripla di Papapetrou ricaccia immediatamente indietro gli ospiti. La schiacciata a fine quarto di Duverioglu serve solo per aggiornare il punteggio sul 65 a 57; per il Fener, dopo 20’ di buon basket, ora la vittoria pare essere solo un miraggio.

 

Un mini parziale targato Thomas-Papapetrou apre il quarto ed ultimo quarto di gioco che aggiorna il massimo vantaggio bianco verde sul +12 (69-57). Westermann e Williams cercano comunque di rianimare la truppa di Obradovic riportando i gialloblu momentaneamente sotto la doppia cifra di svantaggio (70 a 61 al 33’). Nonostante i continui sforzi di riaprire il match da parte dei turchi, la Dea Bendata pare aver preso le parti del Panathinaikos; gli ateniesi perciò ne approfittano per incrementare ancora una volta il proprio vantaggio (74-61). Westermann è uno di pochi in casa Fener ancora a crederci, il play francese, in transizione, spara la bomba del -8; poco dopo Sloukas, dalla linea della carità, scrive il -6; l’impresa turca però sembra ancora molto difficile se non impossibile. Duverioglu, dopo un delizioso assist di Westermann, riapre la contesa ad un paio di giri di lancette dalla fine; anche se Rice sembra scrivere la parola fine alla contesa (76-70 ad 1’30” dalla fine). Due incredibili sciocchezze fatte dalla difesa ateniese vengono sfruttate alla perfezione da De Colo prima e Datome poi; ad una manciata di secondi dalla fine il Fener è sotto solo di due punti! Il pallone comincia a pesare davvero molto; non per Fredette e Sloukas che dai liberi aggiungono altri punti sui rispettivi tabellini personali. Gli ultimi secondi sono davvero un thriller degno dell’oscar; De Colo fa il miracolo di trovare il canestro sopra la testa di Papagiannis che consegna un supplementare insperato ai turchi, ma gli arbitri al monitor notano come il francese al momento del tiro pesti la linea da tre punti e quindi convertono la loro decisione da tripla a canestro da due. Fredette quindi, dopo il fallo sistematico, chiude dalla lunetta la contesa, al numero 19 gialloblu infatti non riesce la seconda magia consecutiva e gli uomini di Obradovic escono quindi sconfitti dall’OAKA per 81 a 78.

 

MVP BASKETINSIDE.COM: Nick Calathes. Nonostante la prestazione degna di nota di Fredette, è l’esperto play greco a fare la differenza. Nel duello con l’amico Sloukas questa volta è il numero 33 a prevalere; alla fine per il bianco verde saranno 15 i punti e 8 gli assist smazzati ai compagni a cui si aggiungono pure 5 rimbalzi.

 

PANATHINAIKOS OPAP ATENE – FENERBAHCE BEKO 81–78 (22-21, 42-46, 65-57)
[Progressivo 22-21, 20-25, 23-11, 16-21]

Panathinaikos Atene: Thomas 13, Rice 6, Papagiannis 10, Papapetrou 8, Vougioukas n.e., Johnson 0, Brown 3, Fredette 22, Calathes 15, Wiley 2, Mitoglu 2, Bentil 0, all. Pitino

 

Fenerbahce Istanbul: Westermann 7, Mahmutoglu 7, Kalinic 6, Biberovic n.e., Sloukas 15, De Colo 13, Williams 8, Muhammed n.e., Duverioglu 4, Datome 7, Lauvergne 11, Stimac n.e., all. Obradovic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy